La Banca d’Italia ha pubblicato “L’economia delle regioni italiane nel 2017, n. 22″, un report con dati per macroarea relativi ai fenomeni economici più rilevanti nello Stivale. Emerge il fatto che nel 2017 la ripresa economica è proseguita in tutte le aree. In base alle anticipazioni dell’Istat, la crescita del Pil è stata più sostenuta al Nord (1,8%) rispetto al Mezzogiorno (1,4%) e al Centro (0,9%).

economia regioni italiane

Nel 2017 il Pil nel Mezzogiorno era inferiore di circa il 9% rispetto al periodo pre-crisi; la contrazione era oltre due volte quella del Centro Nord. In termini pro capite, la differenza tra gli andamenti delle due aree è più contenuta (rispettivamente, circa -10 e -8%), per effetto delle migrazioni interne e internazionali che hanno portato a una maggiore espansione della popolazione nelle regioni centrosettentrionali.

In tutte le ripartizioni la dinamica delle esportazioni a valori correnti è stata positiva. La capacità di competere sui mercati internazionali si è rafforzata su tutto il territorio: a valori costanti, l’aumento delle vendite all’estero è stato ovunque superiore a quello della domanda potenziale proveniente dai mercati di sbocco.

L’occupazione è aumentata in modo simile tra le diverse aree. Nelle regioni del Centro Nord vi ha influito quasi esclusivamente l’andamento positivo nel settore dei servizi; nel Mezzogiorno il contributo dell’industria – comprese le costruzioni – è stato analogo a quello del terziario. Al Nord e nel Mezzogiorno l’occupazione ha rallentato nel secondo semestre e la crescita è rimasta debole all’inizio del 2018. Al Centro la dinamica favorevole si è concentrata nella seconda parte del 2017; nei primi mesi del 2018 si è invece registrato un calo.

Il credito alle famiglie ha accelerato, in misura più marcata al Centro e nel Mezzogiorno e più contenuta nelle altre regioni. La dinamica si è rafforzata sia per i mutui per l’acquisto di abitazioni, sia per il credito al consumo. I prestiti bancari alle imprese hanno accelerato nel Nord Ovest (1,5%), sono diminuiti al Centro (-1,4%) e hanno ristagnato nel resto del Paese.

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!