I pilastri della Data Economy per vere aziende data driven

Il Webinar 2.0 “#DataEconomy” di Digitalic ha affrontato i temi della valorizzazione dei dati nelle strategie delle aziende.

Perché i dati sono così importanti per migliorare le decisioni delle aziende? Cosa bisogna fare per poter dare loro un valore reale? Il Webinar 2.0 “#DataEconomy” di Digitalic e Informatica ha risposto a queste domande e indicato la strada per una gestione corretta e proficua dei dati.

Nel corso del webinar in diretta sui canali di Digitalic sono stati affrontati i temi centrali della Data Economy, mettendo in evidenza come le aziende debbano trovare la loro strada verso una gestione dei dati che non sia soltanto in linea con le normative vigenti ma, anche, davvero in grado di restituire informazioni veritiere, concrete e utili. Il nodo centrale è che i dati siano il punto di partenza verso nuove opportunità di business, sempre più incentrate sulle reali esigenze dei clienti e sull’ottimizzazione dei processi e delle risorse.
Al webinar hanno partecipato Claudio Bastia, Managing Director Italy Informatica, Antonio Anastasi, Data Officer di ENGIE Italia, Monica Ginocchio, Principal Pre-Sales Consultant di Informatica e Oscar Russo, Head of Big Data & Advanced Analytics di Aubay Italia, con la moderazione di Francesco Marino.

L’importanza vitale dei dati

Perché i dati sono così importanti per migliorare le prestazioni delle aziende? Secondo Claudio Bastia di Informatica i dati sono il carburante per la digital transformation, in grado di dare alle aziende potenza e consentire loro di guardare al futuro, trovando al proprio interno informazioni rilevanti e valore per essere competitive sul mercato. Questo ci consente anche di tenere il passo dei mercati esteri, perché i dati sono in grado di democratizzare l’economia, in quanto disponibili in tutte le forme e le casistiche possibili. Aziende come Informatica oltre a fornire pacchetti e servizi fanno anche evangelizzazione rispetto alle modalità di raccolta, analisi e utilizzo dei dati, per portare vero valore al business e al cliente finale.

Come sfruttare la potenza dei dati

Attingere ai dati per migliorare le decisioni aziendali comporta, secondo Monica Ginocchio di Informatica, la scelta da parte dei clienti tra quattro macro percorsi: cloud hybrid data management, advanced analytics, engagement 360 (visione a 360° delle entità del proprio business) e infine Governance & Compliance. I clienti chiedono sempre più alle aziende che li seguono nella gestione un “pozzo di dati” self service, in grado di essere estratti da quell’immenso tesoro che si nasconde nel Data Lake secondo le esigenze reali, anziché i limiti dei software usati. Soluzioni flessibili che permettano di cambiare in corso d’opera la strategia legata ai dati.

Come valorizzare i dati

Fondamentale, secondo Oscar Russo di Aubay Italia, è di definire una strategia basata sull’analisi sistematica dei dati, che consenta di innovare i propri modelli di business, di sviluppare nuovi prodotti e creare nuovi servizi. Strategia su cui Aubay Italia gioca un ruolo fondamentale con i propri clienti, quello di affiancarli lungo tutto il percorso, dalla definizione degli obiettivi, all’implementazione dei processi necessari, dove la piattaforma Big Data Management di Informatica può essere un aiuto prezioso, trasformando il dato grezzo in valore e offrendo a tutti i livelli aziendali un accesso alle informazioni che sia al tempo stesso in linea con le normative vigenti e governato nel modo corretto.

Data Economy Webinar Informatica


I pilastri della Data Economy per vere aziende data driven - Ultima modifica: 2019-07-26T07:49:42+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente