Apple presenta iPhone 6, iPhone 6 Plus e Apple Watch, inizia una nuova era

Apple ha presentato l’attesissimo iPhone 6, in due modelli, e l’ancora più atteso Apple Watch. Gli schermi sono da 4,7 e 5,5 pollici e sono disponibili dal 19 settembre.

/ Apple ha presentato l’attesissimo iPhone 6, in due modelli, e l’ancora più atteso Apple Watch. Tim Cook per la prima volta da quando ha sostituito Steve Jobs alla guida di Apple ha presentato una nuova categoria di prodotto, inizia definitivamente la sua era e per tutto il mondo della tecnologia un nuovo capitolo.
L’iPhone 6 rispetta tutte le indiscrezioni: Bigger than Bigger è il suo slogan.

Lo schermo dell’iPhone 6 è da 4,7 pollici al questo modello si affianca l’iPhone 6 Plus, il gigante della famiglia con i suoi 5,5 pollici. La risoluzione degli schermi è da primato: 1334 x 750 per l’iPhone 6 e 1920 x 1080 pixel per il Plus.
Il design è cambiato, tutto metallo, bordi rotondi e nuove linee. I colori sono tre: oro, argento e nero. I prezzi USA vanno da 199 a 399 dollari per l’iPhone 6 (con contratto di due anni) e da 299 a 499 $ per l’iPhone 6 Plus

https://youtu.be/RS5mzvqWM-c

>Il processore
Il primo grande cambiamento, oltre alle dimensioni dello schermo è il processore. Uno stupefacente A8 a 64 bit in grado di fornire prestazioni incredibili, 50 volte superiori a quelle al primo iPhone. La GPU fa ancora meglio arrivando ad 84 volte la velocità del primo telefono Apple. Il risultato sono videogiochi in 3D che non hanno più nulla da invidiare a quelli su pc.
Nella sezioni processori si aggiunge una novità: M8, il chip per i movimenti. Tutte le funzioni che riguardano gli spostamenti vengono demandate all’M8, sgravando il processore principale e potendo così contare su una maggiore efficienza.
Questo si traduce in una maggiore autonomia della batteria, non ancora la rivoluzione sperata, ma l’iPhone 6 garantisce un’autonomia maggiore rispetto al 5 e 5 S.

>Fotocamera

L’iPhone è forse la fotocamera compatta più diffusa al mondo. La qualità migliora ancora con la nuova iSight da 8 Mega pixel. Cambia il sistema di autofocus che è più veloce, utilizza infatti una tecnologia mutuata dalle fotocamere reflex. Il nuovo sensore ha una resa cromatica migliore e garantisce dettegli più definiti.i
Una novità importante è lo stabilizzatore di immagini che digitale sull’iPhone 6 ed è addirittura ottico sull’iPhone 6 Plus. Significa che la lente si sposta per compensare i movimenti della mano. È un po’ come se l’obbiettivo fosse montato su una sospensione intelligente che mantiene dritto la lente nonostante le vibrazioni.
Cambia il sistema di lenti e anche il sensore, le due cose combinate offrono ai fotografi un’apertura di 2,2 F.

 

 

> I prezzi (aggiornamento)

In Italia l’iPhone 6 costerà 729 euro iva inclusa con memoria da 16 GB, 839  per il 64 GB e  949 euro iva inclusa per il top di gamma da 18 GB.  L’ iPhone 6 Plus costerà in Italia 839 euro da 16 GB , 949 euro da 64GB e 1.059 per il modello da 128 GB. 

>Apple Pay
È la novità più rivoluzionaria perché è fatta della stessa materia di cui è fatta Apple: idee, hardware e software. È un nuovo sistema di pagamento che promette di essere più veloce della carta di credito e anche più sicuro.
Si paga cliccando su tasto home dell’iPhone 6 con il riconoscitore di impronte digitali e puntando verso uno speciale ricevitore. In un secondo la transazione è fatta. Apple entra nel grande mondo dei pagamenti. Lo ha sottolineato molto Tim Cook “It’s all about wallet” ha detto.
Ma come funziona questa piccola magia? Con la fotocamera dell’iPhone 6 si scatta una foto alla carta di credito, vengono così letti tutti i numeri e i codici. L’utente deve poi autorizzare il telefono a pagare ed il gioco è fatto.
Dal punto di vista della sicurezza la transazione di Apple Pay non trasferisce i codici statici della carta di credito (Numero della carta e numero di sicurezza) ma speciali codici variabili. Se si perde il telefono basta usare la App Find my iPhone e si blocca la possibilità di pagare.

>One More thing: Apple Watch

https://youtu.be/y-waTi8BPdk
È arrivato, il più atteso di tutti, la nuova categoria di prodotto tanto aspettata, il primo nuovo segmento dell’era di Tim Cook che ha detto “Abbiamo lavorato molto a lungo e molto duramente per creare Apple Watch” e si vede. È un orologio, un sistema di comunicazione, un dispositivo per lo sport, per la salute.  È appena nato Apple Watch ed è già una linea di 3 modelli: Watch, Sport ed Edition, due differenti dimensioni dello schermo e tre tipologie di cinturini.
Il primo wearable design di Apple rappresenta un completo redisign del sistema operativo. Ci sono le App ma si governano in maniera diversa. Innanzitutto le icone sono rotonde e si muovo in maniera fluida, come montate su una sfera, lungo lo schermo. Gran parte dei comandi si danno con rotella. Il profeta del touch screen ha riconosciuto che non si può governare un piccolo schermo con gli stessi gesti con cui si usa uno smartphone.
Il design è di lusso, probabilmente è il primo wearable device che la gente vorrà sfoggiare, non solo indossare.

La versione Edition è in oro, con vetro allo zaffiro, il più prezioso.
È dotato di molti sensori per lo sport e di due differenti App: Fitness e Workout, una per la vita di tutti i giorni e l’altra per lo sport. Fa anche da cardio frequenzimetro e da gps. Per funzionare ha bisogno di essere abbinato all’iPhone (non è un dispositivo stand alone). Non tutte le funzioni sono state svelte nel dettaglio: si sa che potrà essere usato per controllare la Tv, come mirino per le foto da iPhone e molto altro.
Sarà disponibile all’inizio del 2015. Il prezzo parte da 349 dollari.



Apple presenta iPhone 6, iPhone 6 Plus e Apple Watch, inizia una nuova era - Ultima modifica: 2014-09-09T22:30:21+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!