Cmc: verso un nuovo modello digitale con Dedagroup

Dedagroup ha supportato Cmc nell’implementazione delle iniziative di Change Management: dalla gestione documentale a una nuova cultura della collaborazione

Fondata a Ravenna da 35 muratori nel 1901, Cooperativa Muratori e Cementisti è oggi la quinta azienda di costruzione in Italia, la prima cooperativa in Europa e una delle poche aziende italiane abilitata a concorrere come general contractor agli appalti internazionali di maggiori dimensioni. Con un fatturato di oltre 1,1 miliardi di euro e 7000 persone impiegate nel mondo, Cmc realizza opere tecnologicamente complesse nel settore trasporti, idroelettrico e lavori in sotterraneo.
Presente in 40 Paesi e 4 nazioni, doveva gestire la crescita del volume d’affari e l’internazionalizzazione spinta, in un contesto di mercato regolamentato e ciclo di vendita condizionato da meccanismi di gara. Il suo sistema documentale, però, era ancora basato quasi totalmente sulla carta e con un supporto informatico di base. Questo non era più adeguato a sostenere la complessità crescente dell’ecosistema di relazioni.

Cambiamento tecnologico e organizzativo
Cmc ha deciso di introdurre un sistema documentale unico di gruppo e di affiancarvi un progetto di consulenza documentale e di Change Management. Con un obiettivo preciso: allineare il cambiamento tecnologico con l’evoluzione dei processi organizzativi, armonizzando tutti gli aspetti aziendali coinvolti e realizzando un percorso di cambiamento largamente compreso, recepito e agito.

Il progetto: percorso di sviluppo partecipato
Dedagroup ha supportato Cmc nella definizione e implementazione delle iniziative di Change Management, contribuendo a progettare e sviluppare le iniziative a breve, medio e lungo termine per meglio realizzare i miglioramenti di business abilitati dalla nuova tecnologia digitale e dal sistema di gestione documentale; in linea con il piano strategico aziendale.
Cmc ha beneficiato delle metodologie di gestione documentale e di Change Management proposte da Dedagroup, adattandole alle sue esigenze. Hanno contribuito non solo i responsabili dei diversi processi e i manager, ma anche gli utenti e i rappresentanti di ruoli e mansioni diverse.
I processi di gestione documentale sono stati ottimizzati per migliorare le operazioni di business e saranno il nuovo standard per i progetti in partenza. Le aspettative sono di riduzione dei tempi di approvazione e di una maggiore efficienza operativa.
Al “fattore umano”, elemento chiave in un’iniziativa di trasformazione digitale, il progetto ha dedicato grande attenzione, con iniziative di comunicazione e formazione.

Il futuro: un modello nativamente digitale
Una volta implementato il progetto in tutte le sue fasi, Cmc si prefigge di raggiungere un nuovo modello nativamente digitale di condivisione dei documenti: integrato con i sistemi aziendali e capace di fornire a una pluralità di reparti l’accesso alle informazioni che servono, quando servono. Un cambio culturale, che favorisca una comprensione diffusa delle scelte strategiche e la loro trasformazione in scelte operative a tutti i livelli dell’organizzazione e in ogni luogo in cui essa opera.

Dedagroup cmc Cooperativa Muratori e Cementisti


Cmc: verso un nuovo modello digitale con Dedagroup - Ultima modifica: 2016-11-10T12:34:28+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Cyber Security

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!