Google produrrà direttamente i suoi smartphone

Google si prepara a rivoluzionare il mercato dei telefonini con il rilascio di un proprio smartphone, prodotto interamente da Google: software e hardware. Un sfida diretta ad Apple, che fino ad ora era l’unica azienda a produrre sia il sistema operativo che il telefonino. Una mossa destinata a cambiare gli equilibri del settore. Google è […]

Google si prepara a rivoluzionare il mercato dei telefonini con il rilascio di un proprio smartphone, prodotto interamente da Google: software e hardware. Un sfida diretta ad Apple, che fino ad ora era l’unica azienda a produrre sia il sistema operativo che il telefonino.
Una mossa destinata a cambiare gli equilibri del settore.
Google è già in trattative con gli operatori di telefonia mobile per organizzare il lancio del primo smartphone marchiato Google. Il gigante di Mountain View vuole allargare la propria presenza nel mondo hardware, fino ad ora abbastanza limitata.

Google infatti produce Android, il sistema operativo che equipaggia i 4/5 dei telefonini attualmente venduti, e supporta direttamente una serie di smartphone realizzati da alcuni suoi partner, come LG e Huawei, apponendo il marchio Google Nexsus. Si tratta di telefonini realizzati da altri su specifiche individuate da Google. Ma la produzione e commercializzazione, anche di questa speciale linea, rimane a carico dei partner prescelti.
Google si è sempre concentrata sulla realizzazione del sistema operativo.
Ma le cose stanno per cambiare.
Entro la fine dell’anno verrà rilasciato il nuovo dispositivo che vedrà Google prendere il controllo totale su design, software, hardware e produzione.
Anche se Android equipaggia la maggior parte dei telefonini venduti, Apple domina saldamente la fascia alta del mercato, con i margini più alti ed è proprio a questa fascia che google vuole puntare.
Inoltre la proliferazione dei produttori di hardware basati su Android ha reso complicato per Google mantenere una certa coerenza del sistema operativo, perché ogni produttore applica in maniera diversa il sistema operativo, rilascia a piacimento (a volte con grande ritardo) gli aggiornamenti e sostituisce alcuni servizi previsti da Android con propri servizi.

Produrre direttamente il proprio smartphone significa per Google controllare l’applicazione del software in ogni sua parte e garantire il futuro dei propri servizi come Google Play Store.
Non a caso appena qualche mese fa è stato assunto Rick Osterloh, ex presidente di Motorola, proprio per guidare la divisione hardware. Le ambizioni sono significative in quest’area.

La mossa potrebbe però destare qualche preoccupazione presso la Commissione Europea che ha già formalizzato un’accusa di abuso di posizione dominante per Android che favorirebbe, a discapito dei servizi concorrenti, l’uso di Google search e del browser Chrome. Questo ulteriore passo in avanti di Google potrebbe essere letto come un tentativo di allargare un monopolio di fatto.
Google nexus-6p


Google produrrà direttamente i suoi smartphone - Ultima modifica: 2016-06-27T07:11:53+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!