MakerBot: finalmente una nuova stampante 3D (professionale)

MakerBot è tornata a gran voce nel panorama dell’hardware 3D, ma le novità la allontanano sempre più dal mondo consumer e la portano invece verso ambienti professionali, in particolare a quelli dell’ambito dell’istruzione e dei prototipi.

MakerBot è tornata a gran voce nel panorama dell’hardware 3D, ma le novità la allontanano sempre più dal mondo consumer e la portano invece verso ambienti professionali, in particolare a quelli dell’ambito dell’istruzione e dei prototipi.
Questa svolta è parte di un processo generale di riposizionamento” ha dichiarato il CEO di MakerBot Jonathan Jaglom.

La compagnia ha reso pubblica una nuovissima stampante 3D ad uso professionale: la MakerBot Replicator+. Si avvale di un nuovo tipo di materiale da stampa che si chiama Tough PLA, particolarmente forte e versatile rispetto al PLA e all’ABS. La Replicator+ è dotata di un nuovo software che include anche una app per il mobile, e una stampante dalle dimensioni ridotte specifica per le scuole.
Questi nuovi strumenti fanno parte di una gamma di prodotti che sono passati in mano alla Jabil – società americana specializzata nella produzione di componenti elettronici – per essere prodotti, già a partire dallo scorso aprile.
La Replicator+ di MakerBot assomiglia molto alle stampanti della vecchia linea Replicator, ma la novità sostanziale consiste nei miglioramenti di tipo ingegneristico che hanno permesso delle stampe 3D più stabili e anche più grandi. Le dimensioni di entrambe le gamme di strumenti sono simili, ma è lo spazio destinato alla stampa ad essere più grande del 25%. Migliorate anche la velocità di realizzazione e la riduzione significativa del rumore quando il dispositivo è in funzione.
Si tratta della prima stampante desktop in 3D che non richieda uno strato di nastro blu sulla superficie di stampa. La Replicator+ avrà in dotazione una piastra flessibile con una superficie grippata, infatti, per rimuovere una stampa finita, basterà piegare la piastra e la stampa sarà facilmente rimovibile.
MakerBot ha risolto alcune questioni che i clienti avevano riscontrato già nei modelli consumer della stampa ABS. Il materiale ABS è più resistente rispetto al PLA che è a base di mais, ma in fase di estrusione risente di un sentore ben più tossico. Il Tough PLA vuole essere un materiale innovativo che unisce la resistenza dell’ABS allo stile eco-friendly di PLA. Al momento funziona in esclusiva sul Replicator+.

Per gli scopi didattici il Replicator Mini+ rappresenta la versione più economica della gamma. Come accade per il livello pro, il Mini ha un’estetica simile, ma promette una velocità di stampa più rapida, un volume di resa maggiore e processi non troppo rumorosi. La MakerBot si è concentrata anche su un ulteriore aspetto, ovvero, la facilità d’uso. Sempre per gli insegnanti sono state semplificate alcune funzionalità della app, con manuali d’uso corredati di video. I docenti potranno fare delle ricerche di progetti pre-esistenti nel MakerBot oppure navigare dentro a Thingiverse Education, un database di progetti e lezioni gratuite mirati a rendere sempre più veloci le stampe in 3D.
Il software MakerBot Print supporta i formati 20 CAD, così da favorire la riduzione del divario tra creazione progettuale e resa della stampa.
Entrambe le nuove stampanti 3D sono già in vendita. La Replicator+ parte da $1,999 (corredato di MSRP a $2,499) mentre la Replicator Mini+ parte da $999 (con MSRP $1,299). Se foste interessati all’acquisto del materiale di stampa Tough PLA avrete bisogno di un estrusore specifico per la linea Replicator, in vendita abbinata a 3 rotoli di Tough PLA al costo di $379.


MakerBot: finalmente una nuova stampante 3D (professionale) - Ultima modifica: 2016-09-22T09:31:13+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!