Smartphone che durano 10 anni: nuove leggi europee contro l’obsolescenza

L’Unione Europea sta pensando a delle leggi per allungare la vita degli smartphone. Una novità positiva per gli utenti e per l’ambiente.

Gli smartphone solitamente durano da due a tre anni: è infatti di circa 24,7 mesi il lasso di tempo in cui gli utenti utilizzano il proprio telefono cellulare prima di decidere di cambiarlo, secondo una ricerca del sito statunitense Cnbc. La pandemia e la crisi delle materie prime hanno allungato i tempi di utilizzo, ma molti clienti decidono comunque di cambiare smartphone ogni anno oppure all’uscita di un nuovo prodotto come l’ultimo iPhone. Al fine di evitare questo ricambio frequente che non fa bene all’ambiente e allungare la vita dei diffusi dispositivi, i legislatori dell’Unione Europea hanno proposto una nuova legge che prolungherebbe la durata dei prodotti elettronici e renderebbe più facile per gli utenti riparare, aggiornare e mantenere i propri telefoni.

L'Unione Europea sta pensando a delle leggi per allungare la vita degli smartphone. Una novità positiva per gli utenti e per l'ambiente.

Iniziativa europea per l’ambiente

Nell’ambito del Piano d’azione per l’economia circolare 2020 e in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo, l’iniziativa Ue mira a modificare il processo di progettazione di telefoni e tablet per renderli più efficienti dal punto di vista energetico, nonché a migliorare la capacità dei consumatori di riparare i propri dispositivi e rendere possibile riutilizzare e riciclare i dispositivi. Le normative vorrebbero di fatto rendere i telefoni facilmente modificabili dagli stessi utenti, così da poter cambiare solo una parte difettosa oppure aggiornare un singolo componente. Un elemento della proposta offre alle aziende produttrici la scelta tra soddisfare requisiti più severi per le batterie o ripristinare le batterie sostituibili. I nuovi requisiti richiedono che i dispositivi mantengano almeno l’83% della capacità nominale dopo 500 cicli di carica e l’80% dopo mille cicli. La bozza di legge è appena entrata in un periodo di revisione: è prevista l’adozione negli ultimi mesi del 2022, con risultati attesi circa un anno dopo.

Smartphone duraturi ed efficienti

Il miglioramento della durata dei dispositivi ridurrebbe la quantità di rifiuti tecnologici e farebbe risparmiare denaro ai consumatori. Per merito dei requisiti proposti nell’Ue, gli smartphone potrebbero rimanere con i proprietari per il doppio del tempo attuale, con una possibile durata estesa di circa 10 anni. Oggi che molti cittadini europei hanno app per le controllare le proprie finanze e per lavorare a distanza sul telefono, significa che gran parte dei dati sensibili sono racchiusi nei dispositivi portatili. Tenere i telefoni più a lungo comporta perciò un migliore controllo sui dati e meno interruzioni nel modo in cui si interagisce con la tecnologia. Per non parlare del fatto che gli smartphone rappresentano il 10% dei rifiuti elettronici globali, con la stragrande maggioranza della tecnologia inutilizzata che finisce in discarica anziché essere riutilizzata o riciclata.

 

La proposta del New York Times

Se uno smartphone fosse progettato per durare un decennio, sarebbe facile sostituire una parte quale una batteria scarica o uno schermo rotto. Inoltre, ci sarebbero gli aggiornamenti software dal produttore del telefono disponibili a tempo indeterminato. Su questi concetti verte un editoriale del quotidiano New York Times che ha condiviso le proposte dell’Ue ed ha esortato i produttori ad evitare l’obsolescenza programmata, ovvero la funzione per cui smartphone e tablet diventano più lenti nel tempo così da spingere gli utenti a comprare oggetti nuovi. “Le aziende tecnologiche potrebbero fare un lavoro migliore nel rendere i loro telefoni più facili da riparare e rispettosi dell’ambiente e dei nostri portafogli. Un passo importante è mantenere i nostri dispositivi come facciamo con le auto: si dovrebbe portare un dispositivo rotto in un’officina prima di ricorrere alla sostituzione. Un’altra azione è rifiutare il clamore del marketing su ogni funzionalità incrementale introdotta con ogni nuovo telefono” ha scritto il giornale statunitense. Grazie a queste iniziative, gli smartphone sono destinati a diventare maggiormente duraturi e sostenibili.


Smartphone che durano 10 anni: nuove leggi europee contro l’obsolescenza - Ultima modifica: 2022-10-08T18:14:45+00:00 da Andrea Indiano

Giornalista con la passione per il cinema e le innovazioni, attento alle tematiche ambientali, ha vissuto per anni a Los Angeles da dove ha collaborato con diverse testate italiane. Ha studiato a Venezia e in Giappone, autore dei libri "Hollywood Noir" e "Settology".

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!