In arrivo l’alert di Twitter sui contenuti sensibili

Twitter ha iniziato a testare una nuova caratteristica con la quale i profili di chi pubblica ” contenuti sensibili ” possono essere flaggati.

Twitter ha iniziato a testare una nuova caratteristica con la quale i profili di chi pubblica ” contenuti sensibili ” possono essere flaggati.
Cliccando su uno di questi profili da un link di Twitter, oppure visitando la pagina del profilo di questi utenti, non verranno immediatamente visualizzati i contenuti condivisi, ma apparirà un avviso attraverso il quale si verrà avvisati affinché si faccia attenzione per via dei contenuti in cui ci si potrebbe imbattere. Il messaggio appare con una finestra pop-up. E visitando direttamente in profilo, il messaggio di avviso rimarrà visibile fino a quando non si cliccherà per accedere o per negare l’accesso.

Attualmente non è del tutto chiaro in che modo vengano flaggati alcuni contenuti. Twitter sostiene che dipenda dalle impostazioni personali di ogni utente.

Attualmente, l’azienda consente la visualizzazione e la presenza sul social di contenuti sensibili violenti o di nudo, ma delinea una distinzione tra nudo e pornografia e poi tra contenuto violento e violenza eccessiva in un video o in un immagine. Non vengono menzionate le parolacce, il razzismo, il bigottismo e altri tipi di violazioni. I contenuti sensibili non si limiteranno alla “violenza o nudità”.

Gli utenti potranno “segnalarsi volontariamente” attraverso le impostazioni della privacy.

Inoltre, gli altri utenti di Twitter potranno segnalare i tweet per la revisione direttamente al team Twitter. In questo caso, Twitter etichetterà il contenuto in modo appropriato oppure lo rimuoverà. Sarà inoltre possibile che Twitter regoli le impostazioni per conto vostro, in modo che i tweet futuri vengano contrassegnati di conseguenza, se ritenuto necessario. In caso di violazioni ripetute, Twitter regolerà le impostazioni in modo specifico selezionando restrizioni specifiche per gli utenti.

Il processo di segnalazione di interi profili sensibili segue un insieme di linee guida e processi, compreso il fatto che Twitter possa assumere un ruolo attivo nell’individuare gli account sensibili sulla base dei contenuti di un account. La funzione è ancora in fase di test, ma un portavoce di Twitter ha confermato questa nuova funzionalità, commentando così “Questa azione vuole essere un passo ulteriore come parte dei nostri sforzi per rendere Twitter sempre più sicuro.”

Nei giorni scorsi, Twitter ha adottato una serie di misure per affrontare i problemi di sicurezza e degli abusi che avvengono sulla sua rete e ha messo a punto nuovi filtri per nascondere i contenuti molesti, evidenziando i risultati di ricerca più sicuri, proponendo un “time out” per i bulli, modificando l’interfaccia di un utente per nascondere i tweet di bassa qualità, una maggiore trasparenza in materia di segnalazione abusi e anche algoritmi intelligenti per identificare e gestire contenuti offensivi.

Avvisare gli utenti su una selezione di account non rappresenta necessariamente un cambiamento volto a reprimere gli abusi, ma piuttosto a rendere il network più “amichevole”.


In arrivo l’alert di Twitter sui contenuti sensibili - Ultima modifica: 2017-03-10T16:33:10+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente
Evento Online

Fai diventare la tua impresa smart

Iscriviti all'evento online: dallo smart working alla digital transformation: gli esperti di tecnologia e lo chef Simone Rugiati, approfondiranno le sfide e le opportunità che abbiamo davanti, come imprese e come Paese, per passare dall’emergenza alla ripresa e per fare un salto culturale e tecnologico verso il futuro. Per costruire, insieme, l’Italia di domani.

You have Successfully Subscribed!