Scooter sharing elettrico: un nuovo servizio di condivisione a Milano

Arriva dalla Spagna Acciona con 300 scooter elettrici equiparabili ai 125cc

Il servizio di scooter sharing elettrico Acciona sbarca a Milano, con  una flotta di circa 300 unità disponibili. Dopo sei città europee, Acciona ha scelto il capoluogo lombardo come prima città per espandersi in Italia.

Una sfida interessante quella lanciata dall’emergente azienda spagnola costola di una società di Madrid attiva nell’ingegneria civile, nelle infrastrutture e nelle energie alternative. Dopo essersi espansa in diverse città iberiche e a Lisbona, oggi approda a Milano con una flotta di scooter full electric.

Secondo Riccardo Valle, Responsabile per l’Italia del servizio di mobilità di Acciona, il Comune di Milano è il luogo perfetto per lanciare il proprio servizio, e vogliono offrire una soluzione perfetta per i cittadini ma anche per i turisti. La flotta di partenza prevede 300 veicoli elettrici, ma sempre secondo Valle l’azienda è pronta ad aumentare il numero nei prossimi mesi.

Con così tanta concorrenza Acciona ha pensato di fornire qualcosa in più a livello di innovazione per farsi notare. Promette infatti che il rifornimento degli scooter verrà da sole fonti rinnovabili e l’assistenza sarà effettuata soltanto con veicoli a zero emissioni.
Un approccio ambientalista evidenziato anche dalla possibilità all’interno dell’App del noleggio di calcolare la quantità di CO2 risparmiata per ogni tragitto.

scooter sharing elettrico

Il funzionamento è quello tipico di altri servizi simili. Tramite l’app dedicata per smartphone, i clienti possono visualizzare la posizione degli scooter, tutti all’interno della cerchia filoviaria di Milano (linee 90/91), prenotarli per 15 minuti e poi muoversi liberamente per tutto il territorio. L’unico vincolo è chiudere le corse all’interno della stessa area, e negli stalli dedicati ai ciclomotori.

Lo scooter sharing elettrico di Acciona è riconoscibile per la sua livrea biancorossa, sono dotati di due modalità di marcia, a costi effettivi di utilizzo diversi. In modalità “S” (Standard) si può viaggiare fino ai 50 km/h, con una spesa di 0,25 euro/minuto se saranno confermati i prezzi spagnoli. Per spostamenti più lunghi, che richiedono un po’ di sprint in più, c’è la modalità “C” (Custom), con la velocità che sale a 80 km/h e la tariffa a 0,27 euro/minuto.


Scooter sharing elettrico: un nuovo servizio di condivisione a Milano - Ultima modifica: 2020-02-19T12:00:21+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!