di Lino Garbellini

In un’epoca in cui le referenze digitali contano più di qualsiasi curriculum, curare lo specchio on-line della propria vita lavorativa è fondamentale.

1) Il curriculum
Eliminate dal proprio profilo le frasi fatte e i termini abusati. Inserire alcuni esempi che dimostrino chiaramente la propria motivazione. Quali risultati si sono ottenuti grazie alla motivazione? La motivazione personale ha aiutato a sostenere un programma? È possibile dimostrare tutto questo semplicemente caricando nel curriculum esempi significativi a dimostrazione dei risultati ottenuti con il proprio lavoro.

2) La foto del profilo e il titolo
Un profilo con foto ha una probabilità 14 volte superiore di essere visualizzato. Quindi, assicuratevi che vi rappresenti al meglio dal punto di vista professionale. Riguardo al titolo del profilo invece è necessario mettere in evidenza le novità. Per esempio, se siete alla ricerca di un’opportunità professionale, inserirla nel titolo, è un ottimo metodo per farsi notare.

3) Lavoro, ma non solo
Quale modo migliore per dimostrare d’essere una persona “motivata” se non quello di includere le esperienze di volontariato e le cause importanti che si sono sostenute e che si sostengono? Il 41% dei professionisti intervistati da LinkedIn negli Stati Uniti ha affermato di considerare ai fini della valutazione dei candidati, le esperienze di volontariato al pari di quelle del lavoro retribuito.

4) Valorizzate le competenze
Esporre le proprie competenze nel profilo aumenta di 13 volte le probabilità che questo sia visualizzato. L’elenco delle competenze rappresenta in modo semplice e sintetico il proprio brand professionale. Per essere sicuri di comparire nei risultati di ricerca e di offrire un quadro completo di tutto quello che si è capaci di fare, è necessario inserire anche le competenze di nicchia insieme a quelle di alto livello.

5) Fare parlare i propri sostenitori
Fare in modo che siano le referenze di colleghi ed ex colleghi a parlare del proprio personal branding professionale è il modo migliore per avere successo sul network.

5 consigli per migliorare il profilo LinkedIn (da LinkendIn) ultima modifica: 2015-03-16T12:23:11+00:00 da Francesco Marino
CeBit 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!