Lusso è spesso sinonimo di “esclusività” eppure anche i grandi marchi a cinque stelle non vogliono perdere le opportunità offerte dal marketing virale e social. L’apparente contraddizione in effetti non deve trarre in inganno. Lo sanno bene Tiffany & Co e Burberry che possono ritenersi più che soddisfatti dei risultati ottenuti utilizzando strumenti aperti e condivisi sulla rete.

Tamba, azienda UK specializzata in marketing digitale, con una recente indagine ha ben rappresentato il fenomeno.

La sensazione di esclusività può essere felicemente rifondata grazie a una corretta strategia di social media marketing e mobile basata sui forti legami emotivi con i propri clienti e l’identificazione con il brand.

E in effetti pare che condividere (soprattutto se si acquista) piaccia… sarà snob, ma ben il 30% di coloro che hanno fatto shopping di lusso ama raccontarlo sui social network. E il 69% predilige Facebook.

Non stupisce quindi che il 69% dei marchi del lusso abbia attivato un profilo su Facebook, il 46% un account su Twitter e il 34% proponga una app per mobile. Un investimento destinato a ottimi ritorni anche a fronte del 13% degli acquirenti di che interagisce via Facebook con l’azienda di riferimento e il 14% attraverso il proprio smartphone, prima dell’acquisto.

I consensi in rete – tra acquirenti e non – non si fanno attendere e Burberry può già vantare più di 12 milioni di fans su Facebook, Dior e Gucci 7,8 milioni, Prada ‘solo’ 1,7 milioni.

Brand del lusso e social

Fonte: Tamba

Il lusso più esclusivo diventa condiviso… solo sui social! ultima modifica: 2012-05-14T12:16:29+00:00 da Web Digitalic
Cloud Aruba GDPR

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!