Facebook Messenger diventa più semplice, Facebook sta lanciando un Messenger ridisegnato incentrato sulla semplicità: la potente utility torna alle origini.

Facebook Messenger diventa più semplice: ecco come sarà

Facebook sta rilasciando una versione riprogettata del nuovo Facebook Messenger che tenta di riportare l’attenzione sulle chat. Dopo anni di espansione incentrata sui ricavi in bot, giochi, pagamenti e altre distrazioni, la società sta riportando Messenger ai principi fondamentali. Mentre tutti questi widget extra sono ancora presenti nell’app, sono stati per lo più nascosti in posti dove è possibile ignorarli tranquillamente. Il nuovo Messenger promuove ancora i suoi obiettivi di business in tutta l’app, ma nel complesso è un gradito ritorno a un’epoca in cui l’app era prima di tutto un’app leggera e chiara.

“Messenger è davvero potente”, afferma David Breger, product manager dell’app, “ma se guardi qualcosa di simile, non so se la prima parola che useresti per descriverla sia ‘semplice’”. Breger sta parlando della vecchia versione dell’app, che è, nell’ultimo mezzo decennio, divenuta sempre più complessa.

Il nuovo Facebook Messenger elimina le complessità

Vale la pena di parlare brevemente di quanto sia diventato complesso Facebook Messenger. C’erano schede per giochi, per le persone e per le imprese. C’erano schede per i tuoi amici che attualmente avevano l’app aperta, per i tuoi gruppi e per le tue chiamate precedenti. Il pulsante per l’invio di un nuovo messaggio era diventato un quadratino vicino alla barra di ricerca, mentre il settore più importante era riservato a un pulsante per scattare foto e video.

Facebook Messenger ha avuto, per un periodo, anche una versione di storie che si era “annidata” in cima alle chat. Ogni volta che si condivideva una foto privata, Messenger suggeriva di pubblicarla pubblicamente. La funzione è stata infine eliminata a favore di Storie su Facebook postate su più pagine, ma il cattivo gusto della presentazione dell’app persisteva.

Messenger è nato come un modo semplice per gli utenti di Facebook di inviare messaggi a un altro, ma, nel 2014, Messenger è diventata un’app mobile autonoma, gestita dall’ex presidente di PayPal, David Marcus. I dirigenti di Facebook avevano preso atto del successo incredibile che in Cina WeChat aveva avuto nel diventare un portafoglio digitale e un sistema di identità, e avevano cercato di imitarla.

“Abbiamo sviluppato molte funzionalità nel corso degli anni, ma [Messenger] non è così semplice come l’app che era quando iniziammo il nostro viaggio”, ha affermato Stan Chudnovsky, che ha rilevato il controllo di Messenger all’inizio di quest’anno quando Marcus è andato a dirigere la nuova divisione blockchain di Facebook. “Avevamo una decisione da prendere: possiamo continuare ad accumulare o possiamo costruire nuove fondamenta che ci consentano di costruire semplicità e potenti funzionalità in cima a qualcosa di nuovo e qualcosa che risale alle sue radici”.

Nuovo Facebook Messenger

Facebook Messenger più semplice: le funzioni

Gli sforzi di Facebook sono comunque comprensibili: l’obiettivo di Messenger è quello di costruire una grande azienda intorno al mondo, costoso da gestire, delle applicazioni di messaggistica. È una cosa difficile da fare, basti vedere gli sforzi di Snap. Inoltre, mentre gli utenti potrebbero lamentarsi in generale della funzionalità di Messenger, l’app viene utilizzata da oltre 1,3 miliardi di persone al mese. A questi livelli, ogni funzione è utilizzata da milioni di persone e ciò rende estremamente difficile tutto.

Qualcosa, però, doveva essere fatto. Quando Facebook ha intervistato di recente i suoi utenti, il 70 percento ha dichiarato che la qualità più importante di una buona app di messaggistica è la sua semplicità e, con questo in mente, Facebook è tornato al tavolo da disegno e, dove non è stato possibile eliminare completamente le funzionalità, ha cercato di consolidarle.

Il nuovo Messenger, che Facebook ha presentato in anteprima a maggio alla sua conferenza per gli sviluppatori, consolida ciò che un tempo occupava nove schede in tre. Il design fa un uso leggermente maggiore dello spazio bianco, sebbene si vedono lo stesso numero di chat su una sola schermata (sei). Il grande pulsante foto/video in basso è sparito ed è stato sostituito da un’icona della fotocamera più piccola accanto all’icona per l’invio di un nuovo messaggio di testo.

Nuovo Facebook Messenger – la scheda centrale

La scheda centrale funziona come una rubrica. Le persone che utilizzano attivamente Messenger nello stesso momento in cui apri l’app compariranno per primi nell’elenco dei contatti. Una cosa che è rimasta affine tra il vecchio Messenger e il nuovo è che cerca sempre di farti iniziare nuove conversazioni con gli amici e quindi usare di più l’app. Questa è l’unica spiegazione plausibile che si può dare per il badge nella scheda persone che dice quanti amici sono attivi in un dato momento. Non è chiaro che utilità possa avere sapere che un dato numero di amici sta utilizzando Messenger in un dato momento.

Nuovo Facebook Messenger – le Storie

Una delle cose più confuse del nuovo Messenger è che mostra due volte le Storie di Facebook: una volta sopra le chat, dove sono mescolate con le foto degli amici che sono attivi su Messenger e poi di nuovo nella scheda dei contatti. In un redesign che è volto alla semplicità, la ridondanza delle Storie sembra difficile da giustificare.

Nuovo Facebook Messenger

Nuovo Facebook Messenger – la scheda “scopri”

L’ultima scheda si chiama “scopri” ed è qui che si trovano aziende e giochi in una sezione etichettata “per te”. All’interno della scheda Scopri c’è una scheda secondaria denominata “attività commerciali” che presenta una directory di brand.

Oltre a consolidare le schede, il team di Messenger ha apportato una serie di modifiche alle singole chat. Ora si può cambiare il colore di una chat in modo che diventi una sfumatura, così che il colore cambi mentre si scorre verso l’alto o verso il basso. Si può anche dare a chiunque in qualsiasi chat un nickname. C’è un nuovo utile gesto per iniziare le telefonate e le chat video: basta scorrere verso destra sul nome di una persona e vengono visualizzate le icone pertinenti. Nei prossimi mesi, Messenger prevede anche di aggiungere una modalità scura dell’aspetto dell’app.

Le chat sono ancora cariche di funzionalità: ogni chat dà la possibilità di inviare testo, emoji, adesivi, memo vocali, foto e video; toccando la nuova icona a quattro punti si vede tutto ciò che si è accumulato in quello che sembra un po’ come il cassetto della spazzatura di Messenger: condivisione della posizione, giochi, gif, bot e promemoria.

Nuovo Facebook Messenger

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!