Star Wars: gli ultimi Jedi sono tra noi, anche nei social. Qui 10 esempi di personaggi usciti direttamente da guerre stellari che possiamo trovare online.

di Emanuela Zaccone*
Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando dico Star Wars ? “Luke sono tuo padre!”?

Gli ologrammi?

Yoda?
Pensateci: che siate o meno fan della saga, che abbiate o meno visto tutti i film, assocerete subito un’immagine specifica a questo semplice binomio. Ciò significa che, in qualche modo, gli episodi sono entrati a far parte del nostro immaginario collettivo.
Lo stesso può dirsi per una lunga serie di altre pellicole, come Ritorno al Futuro o Blade Runner: Cosa hanno in comune? Ci offrono tutte un’idea di futuro, più o meno vicina e aderente alla realtà attuale. Sono state scritte pagine e pagine su come Star Wars & Co. abbiano anticipato le tecnologie che sono entrate a far parte del nostro presente.
A volte però le cose sono più semplici di come le immaginiamo, soprattutto si presentano in forma diversa. Cessiamo dunque per un attimo di concentrarci sugli oggetti e focalizziamoci sugli effetti: quanto di Star Wars oggi è già mainstream grazie al digitale e soprattutto ai Social Media? Quanti personaggi sono parte della nostra quotidiana esperienza online?

Questa è la mia top 10 dei tipi da Star Wars

 

1) “Help me Obi-Wan Kenobi!” è perfetto come hashtag: è vero, Oculus, Hololens, NextVR & Co. possono offrire un’esperienza che ci avvicina al realismo degli ologrammi di Star Wars. Ma non sono ancora tecnologie alla portata di tutti. Cosa farebbe Leia oggi? Probabilmente invece di mantenere privato il messaggio attiverebbe la sua rete di amici per lanciare l’hashtag #helpmeobi Già lo immagino in trending topic.

2) La cantina di Mos Esley è Facebook: il parallelo sembrerà riduttivo, ma Facebook è la cantina. Il luogo principe della mescolanza, della diversità, dei contatti inattesi, dei flame, dei sussurri (via Messenger) e del rumore. Il posto in cui bisogna essere, almeno una volta. Anche solo per vedere che aria tira.

3) R2D2 è YouTube: le sa tutte. Chiedetegli di fare qualcosa e lui ne sarà capace, chiedetegli istruzioni e vi mostrerà come fare. È l’evoluzione dei tutorial YouTube.

4) C-3PO è il nostro necessario supporto online: serve davvero che vi dica che la sua migliore espressione contemporanea è un mix tra Google Translator e le chat di assistenza ai clienti?

5) Chewbacca è il lurker che diventa alleato: quello che osserva, osserva, osserva e poi – improvvisamente – si butta nella mischia e fa piazza pulita. È il tipico utente che vorreste avere accanto quando scoppia un flame su Facebook.

6) Endor è Google+: terra – nel nostro caso luna – poco abitata forse, ma rilevante. Se non altro perché di Google, se no altro perché gli Ewok, gli ultimi da cui te lo spetteresti, giocano un ruolo odi rilievo. Un po’ come dovrebbe fare G+ per il posizionamento.

7) Boba Fett è un LinkedIn head hunter: non solo per analogia con il suo mestiere nell’universo di Star Wars ma anche per la metodicità, la dedizione e l’affidabilità del suo lavoro. Praticamente una certezza.

8) L’imperatore Palpatine è un giocatore di MMPOG (Massive Multiplayer Online Role Playing Game): fa, disfa, costruisce, stringe alleanze (più o meno trasparenti). Me lo immagino su Twitch.

9) Yoda è il guru su Twitter: frasi brevi, chiare, che trasudano esperienza ed hanno u alto tasso di “retwittabilità”. Pensate a un guru – di qualunque settore, ma funziona meglio con i cosiddetti “life coach” – e al suo comportamento su Twitter e adesso ripensate a Yoda. Uguali no? Inoltre invertire l’ordine delle parole (e tralasciarne qualcuna) lo aiuta di certo a risparmiare caratteri.

10) Han Solo ibernato nella grafite è Instagram: l’azione bloccata nel tempo, i contorni ben definiti, un soggetto apparentemente casuale (sì, non ha scelto lui di essere ibernato) che dà vita ad una composizione perfetta. Da mostrare a tutti. Peccato solo per il formato non quadrato.

Star Wars gli utili Jedi online

Darth Vader e Luke sono fuori classifica: il secondo perché a ben vedere rappresenta l’utente medio che scopre l’ampia gamma di possibilità offerta dal digitale (la Forza), Darth perché in fondo, sui Social e online abbiamo tutti un lato oscuro.
Insomma, se c’è una sola caratteristica che riassuma il concetto di digitale è la dematerializzazione: alla fisicità si sostituiscono i bit, che possono dare origine a infiniti mondi diversi.
Allo stesso modo non esiste un’idea univoca di futuro: cerchiamo il nuovo senza rendere giustizia alla migliore virtù del presente, al capacità di adattarsi. Ed essere già futuro.
May the force be with you.

 

*Emanuela Zaccone, Digital Entrepreneur, Co-founder e Social Media Strategist di TOK.tv. Ha oltre 7 anni di esperienza come consulente e docente in ambito Social Media Analysis e Strategy per grandi aziende, startup e università. Nel 2011 ha completato un Dottorato di Ricerca tra le università di Bologna e Nottingham con una tesi su Social Media Marketing e Social TV.

Star Wars - Milano

Star Wars gli ultimi Jedi sono online: 10 esempi per dimostrare che Forza è tra noi ultima modifica: 2017-10-10T10:41:11+00:00 da Francesco Marino
Accenture Carmelo

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!