Twitter ha pubblicato il suo biennale rapporto sulla trasparenza 2018, delineando le attuali tendenze nelle richieste governative di informazioni, richieste di rimozione di contenuti e altre questioni relative alla privacy riguardanti il network.

Rapporto sulla trasparenza 2018: i dettagli sulla privacy

La relazione di quest’anno segna la tredicesima volta nella storia dell’azienda che Twitter ha divulgato i dettagli sulle sue pratiche in materia di privacy. Il nuovo rapporto approfondisce anche il tipo di dati che Twitter sta rendendo pubblicamente disponibili.

In un post pubblicato contemporaneamente al Rapporto sulla Trasparenza, Twitter spiega che per la prima volta in assoluto, insieme alle richieste governative di informazioni e rimozione di contenuti, l’azienda ha incluso statistiche sull’applicazione delle policy di Twitter.

Questo rapporto copre la prima metà del 2018 e l’ultima metà dell’anno sarà oggetto di un aggiornamento in un secondo momento, che in genere viene pubblicato nel primo trimestre dell’anno successivo. I dati nel rapporto includono le richieste fatte a Twitter, Periscope e persino l’ormai defunto Vine.

Twitter rapporto sulla trasparenza 2018: le richieste da parte dei Governi

Forse il dettaglio più scioccante di tutto ciò è il gigantesco aumento di richieste di informazioni da parte di governi.
“Twitter ha ricevuto circa l’80 percento in più di richieste legali globali che hanno avuto un impatto su circa il doppio del numero di account, rispetto al precedente periodo di riferimento”, in base al rapporto.

Tuttavia, proprio come nell’ultimo periodo di riferimento, circa l’87% di tali richieste proveniva da due soli paesi: Russia e Turchia. Complessivamente le richieste legali finalizzate al rimuovere contenuti provenivano da 38 paesi diversi per un totale di 27.811 account Twitter.

Quando si tratta di richieste di informazioni, Twitter ha ricevuto un aumento del 10% rispetto al periodo precedente.

twitter rapporto di trasparenza 2018 richiesta rimozione

Twitter rapporto sulla trasparenza 2018: dagli Usa più richieste di informazioni

Gli Stati Uniti sono responsabili per il maggior numero di richieste di informazioni con 2.231 richieste su un totale di 9.226 account. Questo dato rappresenta circa un terzo di tutte le richieste di Twitter per la prima metà dell’anno, secondo il Rapporto sulla Trasparenza 2018.

Twitter ha rispettato il 76% delle richieste di informazioni negli Stati Uniti. Ci sono state anche 99 richieste di rimozione di contenuti dagli Stati Uniti riguardanti 228 account, ma Twitter non ha rispettato tali richieste.

twitter rapporto di trasparenza 2018 richieste informazioni

Twitter rapporto sulla trasparenza 2018: le violazioni del copyright

Oltre 58.000 notifiche di rimozione per violazione del copyright sono state ricevute entro i primi sei mesi dell’anno, con un impatto su 197.607 account. Twitter ha rimosso contenuti nel 70 percento di questi casi.

twitter rapporto di trasparenza 2018 notifiche copyright

Twitter 2018: le violazioni delle policy

Il rapporto di Twitter suddivide i dati di applicazione delle regole in 6 categorie : abuso, sfruttamento sessuale dei minori, condotta ostile, informazioni private, contenuti opinabili e minacce violente. In totale, sono stati segnalati 6.229.323 account per violazioni delle regole di Twitter. L’azione, che include la sospensione, è stata intrapresa su 605.794 di tali account.

In totale, Twitter ha effettivamente sospeso un totale di 487.363 account per violazioni delle norme relative a contenuti a sfondo sessuale riguardanti minori. Tuttavia, il 97% di tali sospensioni è stato segnalato in modo proattivo grazie a PhotoDNA e ad altre tecnologie. Circa il 91% dei 205.156 account che hanno violato le politiche sui contenuti considerati a sfondi terroristici sono stati anche segnalati proattivamente.

Twitter i dati sulla manipolazione della piattaforma

Insieme alla violazione delle policy, Twitter, anche in merito a dati sulla manipolazione della piattaforma ha fatto il suo debutto in questo Rapporto sulla Trasparenza, mostrando per la prima volta tali dati. Ci sono stati 232.453.596 account approcciati, o rilevati proattivamente per essere stati soggetti ad attività di spam o di manipolazione nella prima metà del 2018. Inoltre, ci sono stati 4.020.893 segnalazioni di spam da parte degli utenti di Twitter.

L’intero Rapporto sulla Trasparenza 2018 di Twitter può essere visualizzato qui. 

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!