Superbowl 2020, la clamorosa gaffe di Trump su Twitter

Imbarazzante errore del presidente degli Stati Uniti che poi si corregge ma viene “frizzato” dalla rete.

Si è giocato nella notte tra domenica e lunedì 3 febbraio il Superbowl 2020 una delle manifestazioni sportive più seguite negli Stati Uniti e non solo, per l’enorme impatto derivante da sponsor, spettacoli e personaggi di spicco dello showbiz internazionale. Per la cronaca la 54esima edizione del Superbowl se la sono aggiudicata i Kansas City Chiefs battendo i San Francisco 49ers 31 a 20.

Superbowl 2020, che figuraccia Donald Trump

Ma a far cronaca nel post partita è stata la clamorosa gaffe del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, nel momento in cui arrivano le congratulazioni ai campioni. “Siamo orgogliosi di voi” twitta il presidente americano pochi istanti dopo la fine del match. “Congratulazioni ai Chiefs per la grande partita e la fantastica rimonta, avvenuta sotto una grande pressione“, aggiunge il tycoon scivolando però in una gaffe, citando lo stato del Kansas mentre Kansas City si trova nello Stato del Missouri! …  a pochi chilometri dal confine col Kansas.

tweet Trump con gaffe

Il tweet viene cancellato in fretta, ma non abbastanza per evitare migliaia di screenshot. Trump ha rapidamente eliminato il post errato ma, ovviamente, gli screenshot vivono per sempre.

Il tweet presidenziale è stato rapidamente corretto. Il tycoon è stato in qualche modo uno dei protagonisti del Superbowl con uno spot elettorale di 60 secondi sui suoi successi nel riforma della giustizia penale. Gli ha risposto Michael Bloomberg con una pubblicità di un minuto contro la violenza con le armi da fuoco.

Congratulazioni alla squadra di Kansas City per un grande gioco e un fantastico ritorno sotto immensa pressione“, si legge. “Siamo orgogliosi di voi e del Grande Stato del Missouri. Siete veri campioni!

Sugli spalti dell’Hard Rock Stadium di Miami per seguire l’evento sportivo dell’anno molti vip tra cui Beyoncè e Jay Z. Prima dell’ingresso in campo delle due squadre è stato omaggiato Kobe Bryant con un momento di silenzio. Poi la voce di Demi Lovato ha intonato l’inno nazionale americano, aprendo ufficialmente la festa sugli spalti e sul campo.


Superbowl 2020, la clamorosa gaffe di Trump su Twitter - Ultima modifica: 2020-02-03T11:23:55+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!