Chrome su Android a 64 bit: in arrivo la versione beta del browser

La versione del browser di Google numero 85 supporterà tutte le applicazioni a 64 bit rendendo l’esperienza d’uso più ricca

Mountain View è al lavoro per distribuire la prima versione stabile a 64-bit del browser Chrome per Android. Un upgrade tecnologico utile a migliorare il punteggio nei benchmark e si presume nell’utilizzo di tutti i giorni. La prima versione di Google Chrome a supportare i 64-bit fu addirittura Android 5.0 Lollipop nel 2014. Con un ritardo di “appena” sei anni, Google si appresta finalmente a distribuire una versione di Chrome su Android a 64 bit in grado di portare il funzionamento di una buona fetta di app da 32 a 64 bit.

Chrome 83 e 84 sono app a 32-bit, mentre una variante a 64 bit è stata avvistata per la versione alpha (canary) di Chrome 85. A quanto pare Google sarebbe impegnata a testare anche una beta del browser a 64-bit con un numero limitato di dispositivi. All’arrivo di Chrome 85, o magari con la release successiva, la build stabile a 64-bit dovrebbe essere l’offerta di default per i gadget basati su Android 10 e versioni successive. Del resto tutte le app del Google Play Store dovranno essere aggiornate alla versione a 64-bit entro il 1 agosto 2021.

chrome su android a 64 bit

I test sono stati condotti su telefoni Samsung e OnePlus di fascia alta, assieme a qualche Google Pixel 3 con Android 11 e dei Google Pixel 4 XL. Per provare in prima persona la versione 85 per sviluppatori di Google serve almeno Android 10. Altrimenti si dovrà attendere agosto 2020, quando verrà lanciata una versione stable per tutti i dispositivi che la supportano. Per Google e anche per molti sviluppatori di terze parti, questo aggiornamento migliorerà le prestazioni del browser rendendo l’esperienza d’uso “più ricca”


Chrome su Android a 64 bit: in arrivo la versione beta del browser - Ultima modifica: 2020-07-06T14:40:44+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!