Secondo il Rapporto sullo Stato di Internet pubblicato da Akamai, l’Italia (nel 4° trimestre 2014) scende di una posizione e diventa decima nella classifica globale, nonostante un lieve aumento dello 0,9% rispetto al trimestre precedente (Q3 2014), causato da una pesante diminuzione del 5,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (Q4 2013) assestandosi a poco più di 18 milioni e mezzo di indirizzi connessi (18.783.459).

Velocità: la velocità globale di connessione di picco è cresciuta dell’8,4%, raggiungendo i 26,9 Mbps; in Europa, al primo posto si trova la Romania con 67 Mbps.
In Italia, la velocità media di connessione registrata nel quarto trimestre 2014 è di 5,6 Mbps, in lieve aumento dello 0,8% rispetto al trimestre precedente e in aumento del 7,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il picco di velocità media di connessione raggiunto in Italia è pari a 26,9 Mbps, in aumento del 22% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e di 6,5% rispetto al trimestre precedente.

Banda larga: nell’ultimo anno, l’adozione della banda larga (>4 Mbps) in Italia è aumentata del 4,6%, raggiungendo il 61%.
Rispetto al trimestre precedente, si registra un lieve aumento dello 0,6%. Italia, Turchia, Emirati Arabi Uniti e Sud Africa rimangono gli unici Paesi a non registrare tassi di adozione dell’high broadband al di sopra del 10%. Nel trimestre in esame, l’Italia ha registrato in merito un aumento significativo del 8,6% rispetto al trimestre precedente e una crescita del 23% rispetto allo stesso periodo del 2013.
A oggi il 5,7% degli italiani utilizza connessioni al di sopra dei 10 Mbps.


Mobile: in Italia la velocità media di connessione mobile raggiunge i 5,2 Mbps con picchi medi poco oltre i 41Mbps. Possiamo aspettarci che questi dati cambino presto in futuro, grazie al fatto che molti paesi iniziano a lanciare tecnologie mobili più veloci come LTE-a.
Ad esempio, a novembre Telecom Italia ha annunciato l’avvio di un progetto che prevede l’implementazione di tecnologia Lte Advanced in 60 città italiane, con velocità di connessioni fino a 180 Megabit al secondo (e prossimamente arriverà a 225Mbps per il 2015).

Adozione del 4K: l’Italia registra solo il 2,2% delle connessioni superiori ai 15 Mbps, nonostante un aumento del 39% rispetto allo stesso periodo del 2013, e scende al 45esimo posto a livello mondiale.


Cyber attacchi: i clienti europei hanno segnalato un aumento del 18% degli attacchi DDoS nel quarto trimestre. In Italia cresce leggermente il traffico legato agli attacchi informatici, l’Italia è responsabile dell’1,1% degli attacchi generati.

Cecilia Cantadore
Diffusione Internet Italia Akamai Ipv4

Diffusione Internet Italia Akamai

Diffusione Internet Italia Akamai

Diffusione Internet Italia Akamai Broadband

Diffusione Internet Italia Akamai  4K

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!