Facebook ha comprato Instagram: un miliardo di dollari per un’azienda da 13 dipendenti, fondata nel 2010 e che non produce utili. È l’acquisizione più significativa nel Web dopo quella di Youtube da parte di Google (costò 1,6 miliardi di dollari).

Mark Zuckerber, il ragazzo d’oro, che si appresta a realizzare con Facebook la quotazione in borsa più sbalorditiva di sempre, ha deciso di effettuare una acquisizione significativa.

Ma quali sono i motivi di questo grande passo?

Certamente Instagram ha avuto una diffusione rapidissima, è un ottimo servizio di condivisione mobile di foto e potrebbe migliore la gestione delle immagini del sito in blu.

Le competenze di Instagram servono a Zuckerber anche per migliorare le App di Facebook che hanno avuto, fino ad ora, una vita travagliata.

Nel planisfero che forse Zuckerber ha in ufficio e davanti al quale progetta la conquista del mondo c’è un grande buco nero: la Cina. Facebook lì è vietato. Gli utenti cinesi (i più numerosi al mondo e in grande crescita economica) non hanno accesso al sito perché lo Stato lo considera uno strumento per la diffusione di idee “radicali”. Instagram, invece non è vietato in Cina; non è stato classificato come sito o servizio di opinioni. Per cui le foto potrebbero essere la chiave di ingresso nella Nazione più popolosa del mondo per il gigante Facebook.

Instagram ha oggi 30 milioni di utenti (Facebook 850 milioni) ma la rapidità della sua diffusione lascia pensare che arriverà a centinaia di milioni di utenti.

Solo qualche giorno fa è stata pubblicata la App Instagram per Android e in 5 giorni ha registrato 6 milioni di download.

Il Mark prodigio ha dichiarato “ “Per anni abbiamo cercato di focalizzare la nostra esperienza nella condivisione di foto di amici e familiari. Adesso saremo in grado di lavorare più da vicino con la squadra di Instagram per offrire la migliore esperienza nella condivisione di bellissime foto sulla telefonia mobile. La capacità di fornire la migliore condivisione di foto è una delle ragioni per cui così tante persone amano Facebook e sappiamo che varrà la pena mettere insieme due compagnie come le nostre”.

L’acquisizione, ha dichiarato ancora il numero uno di Facebook, è “un’importante pietra miliare per Facebook, perché è a prima volta che acquistiamo un prodotto e una compagnia con così tanti utenti. Non abbiamo in programma molte altre azioni del genere, anzi probabilmente non ne faremo più”.

Molti utenti temono che Instagram inglobato da Facebook possa essere “abbandonato” e perdere il suo slancio, un po’ come è accaduto a Flickr dopo l’acquisizione da parte di Yahoo!.

Ecco perché Facebook ha comprato Instagram ultima modifica: 2012-04-12T06:52:33+00:00 da Francesco Marino
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!