Google Cultural Institute, Musica e Opera in stile Street View

È nato il nuovo canale culturale di Google che intende promuovere l’arte, la musica e l’opera in collaborazione con istituzioni di tutto il mondo

È nato il nuovo canale culturale di Google che intende promuovere l’arte, la musica e il teatro di tutto il mondo. Grazie alla collaborazione con più di 60 istituti culturali in giro per il pianeta, il Cultural Institute permetterà a tutti gli utenti di vivere un’esperienza nuova e totalmente digitale nel godere online di spettacoli di teatro, danza e musica. Ci si potrà servire di video a 360°, immagini panoramiche in stile Street View e tante mostre digitali che porteranno nelle case di tutti i palcoscenici più famosi al mondo come il Carnegie Hall, la Filarmonica di Berlino , l’Opera Garnier di Parigi. Per l’Italia saranno online il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro di San Carlo, il Teatro della Pergola ed il Museo del Violino.
Google Teatro dell'Opera di Roma
Grazie alla collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma si potrà godere di un esperienza unica e della magia di uno degli storici teatri italiani. Grazie alla tecnologia video a 360 gradi e a Google Cardboard, un semplice visore 3D, gli amanti dell’opera potranno gustarsi in modalità realtà virtuale la messa in scena e il dietro le quinte della performance “Ascesa e caduta della città di Mahagonny”. Inoltre immagini in alta risoluzione e una mappatura di immagini Street View che permetteranno al visitatore di scoprire gli interni del Teatro a 360 gradi.
Per concludere non poteva mancare una ricca mostra digitale sulla storia della stagione estiva del Teatro con immagini inedite dei vari protagonisti (da Bob Dylan a Elton John, dal Pink Floyd Ballet a Carla Fracci) che si sono susseguiti su uno dei palcoscenici più importanti d’Italia.


Google Cultural Institute, Musica e Opera in stile Street View - Ultima modifica: 2015-12-03T14:00:45+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Skin Fujitsu

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!