Google ha annunciato di aver avviato l’implementazione dell’indicizzazione mobile-first per i suoi risultati di ricerca. L’azienda sta migrando i siti che seguono le best practice per l’indicizzazione mobile-first per utilizzare la versione mobile della pagina anziché la versione desktop.

Google implementa l’indicizzazione Mobile-first della ricerca

Google ha iniziato a sperimentare un indice mobile-first fin da novembre 2016. Fino ad allora, i sistemi di scansione, indicizzazione e ranking del motore di ricerca utilizzavano esclusivamente la versione desktop del contenuto di una pagina.

Google ha riscontrato che fare affidamento per l’indicizzazione solo sulla versione desktop causava alcuni problemi per l’uso mobile a causa del fatto che il contenuto del desktop a volte differisce dai contenuti mobile. Dato che ora la maggior parte degli utenti è di fatto mobile-first, la nuova indicizzazione mobile-first mira a utilizzare la versione mobile della pagina per essere sicura di indicizzare in maniera ottimale i siti web.

Questa sarà però una transizione graduale. Google dice che la classifica dei siti nel motore non fa parte dell’innovazione, al momento:

L’indicizzazione mobile-first riguarda il modo in cui raccogliamo i contenuti, non su come viene classificato il contenuto. I contenuti raccolti dall’indicizzazione mobile-first non hanno un vantaggio rispetto ai contenuti mobile che non sono ancora stati raccolti in questo modo o sui contenuti desktop. Inoltre, se hai solo contenuti desktop, continuerai a essere presente nel nostro indice.

Google indicizzazione Mobile-first ricerca

Google un solo indice di ricerca che favorisce i siti mobile

Vale anche la pena notare che Google non sta implementando due indici di ricerca, come precedentemente proposto. Non esiste un “indice mobile-first” separato dall’indice principale che esiste da quando il motore di ricerca ha iniziato a eseguire la scansione delle pagine. Google sta semplicemente passando dall’indicizzazione delle versioni desktop alle versioni mobile dei contenuti.

I siti che Google migra verso l’indicizzazione per dispositivi mobili verranno avvisati tramite la Search Console di Google. I proprietari dei siti vedranno una “velocità di scansione significativamente maggiore” dallo smartphone Googlebot e Google inizierà a mostrare la versione mobile delle pagine nei risultati di ricerca e nelle pagine memorizzate nella cache.

Google Search Console mobile-first

Google ha rilasciato una versione aggiornata di Search Console all’inizio dell’anno. Le prestazioni hanno giocato un ruolo importante nell’aggiornamento, e ora anche il mobile sta ricevendo le dovute attenzioni.

Il quadro più ampio è che Google vuole “incoraggiare i webmaster a rendere i loro contenuti ottimizzati per i dispositivi mobili”. Anche se l’indicizzazione mobile-first non influisce sulla classifica, quantomeno al momento, Google valuta ancora tutti i contenuti del suo indice per determinare quanto siano mobile.

Google classifica già i siti “ottimizzati per i dispositivi mobili” e classifica gli interstitial mobile in modo negativo. A luglio, il motore di ricerca di Google inizierà a classificare anche le pagine per mobile più veloci.

Se sei un amministratore del sito o uno sviluppatore web, consulta la documentazione di Google per ulteriori informazioni.

 

Google implementa l’indicizzazione Mobile-first della ricerca ultima modifica: 2018-03-28T07:21:55+00:00 da Web Digitalic

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!