Quante volte avete sentito parlare di sicurezza online? Quante volte siete stati vittime di (o avete sventato per tempo) tentativi di phishing? E avete mai sentito parlare di furti di identità, ad esempio sui social media? Molto probabilmente sì.

di Emanuela Zaccone

Questa è #ARUBAIT, la rubrica realizzata in collaborazione con Aruba.it sui trend più interessanti del mondo della tecnologia e del web. Qui i consigli per scegliere i social media per le aziende

Quello di cui però si discute ancora poco è la responsabilità di ciascuno nel rendere sicura la propria presenza online e nel tutelare la privacy. Sono spesso le piccole azioni o quelle inconsapevoli a fare la differenza.

Ecco dunque 6 buone pratiche da tenere in mente per navigare online in sicurezza:

1. Sicurezza: Scegliete password non banali e cambiatele spesso:

Nei casi di vulnerabilità uno dei dati sconcertanti è legato alle password più diffuse. Non sono infrequenti casi del tipo “password123” o “qwerty” o addirittura “password”. Non è esattamente una scelta intelligente. Meglio piuttosto prediligere password alfanumeriche che usino maiuscole, minuscole ed eventuali caratteri speciali consentiti. Inoltre, evitate di usare le stesse parole chiave per più servizi e cambiatele spesso.

2. Impostate livelli di privacy sufficienti sui social media per la vostra sicurezza:

ognuno dei canali che utilizziamo consente di scegliere diversi livelli di visibilità dei nostri profili e dei relativi contenuti. In alcuni casi, come per Facebook, è possibile definire quali informazioni saranno mostrate a specifici gruppi di utenti e stabilire ogni volta per ciascun contenuto pubblicato quale livello di privacy impostare. Sono strumenti utilissimi per limitare l’accesso a ciò che riteniamo più opportuno mantenere privato o che preferiamo condividere esclusivamente con gli amici.

3. Guardate con attenzione alle mail, soprattutto a quelle che vi chiedono di fornire dati personali, password, pagamenti.

Nonostante sia una delle minacce informatiche più conosciute, il phishing resta un pericolo a livello globale. I mittenti delle email di phishing sembrano essere organizzazioni conosciute, come banche o portali di servizi web, e hanno apparentemente uno scopo informativo: avvisano di problemi riscontrati con account personali e forniscono suggerimenti su come risolvere le problematiche, invitando a cliccare link malevoli. Spesso si punta il dito contro il provider, ma i filtri devono essere già messi a monte da ognuno di noi.

4. Scegliete con criterio i dati con cui registrarvi:

quante volte vi è capitato di dovevi iscrivere a un sito per usufruire di servizi specifici, come ad esempio il wi-fi di un hotel? Se è necessario impostare una password, sceglietene una nuova, non la stessa che usate per social media o email personale.

5. Non salvate mai username e password su computer non vostri.

Quasi tutti i browser chiedono se sia intenzione dell’utente memorizzare i dati per successivi accessi. Evitate di farlo su computer di altri.

6. Non diffondete dati o immagini di dettaglio sulla vostra casa:

potrebbe far sorridere ma non sono pochi i casi di furti legati ad “annunci di vacanza”. Se in più avete anche reso noto dove vivete con esattezza, allora diventa davvero semplice fare il paio tra le diverse informazioni. In molti consigliano anche di evitare di postare foto delle chiavi della propria abitazione (magari in un momento di gioia per l’acquisto della nuova casa), poiché riproducibili.

C’è poi una regola chiave, che vale soprattutto per i social media: mettete al sicuro la vostra vita privata filtrandola. Non tutto ciò che viviamo deve necessariamente essere raccontato sui social media: è precisa responsabilità di ciascuno stabilire cosa e come condividerlo. Il criterio è semplice: non condividere con altri ciò che non vorreste gli altri sapessero, commentassero o condividessero.

Infine, una buona norma “sociale”: se notate qualcosa di strano, ad esempio account social di amici che si comportano diversamente dal solito o pubblicano contenuti nettamente strani, non esitate a segnalarlo ai vostri conoscenti.

E voi come vi mantenete al sicuro?

Arubait navigare online in sicurezza 6 regole

Navigare online in sicurezza: 6 regole da seguire ultima modifica: 2017-06-29T14:00:11+00:00 da Web Digitalic
Depositphoto Agosto 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!