Arriva il WPA3, la nuova certificazione per la sicurezza del wireless. I dispositivi Wi-Fi utilizzano lo stesso protocollo di sicurezza da oltre un decennio. Ma oggi le cose cominciano a cambiare: la WiFi Alliance, che supervisiona l’adozione dello standard Wi-Fi, sta iniziando a certificare i prodotti che supportano il nuovo standard, il successore del protocollo di sicurezza WPA2 in uso dal 2004.

wpa3

WPA3 nuova certificazione nella sicurezza del WiFi

Il nuovo protocollo WPA3 offre una serie di protezioni aggiuntive per i dispositivi connessi tramite WiFi. Un grande miglioramento del nuovo protocollo rende più difficile per gli hacker craccare la password cercando di indovinarla svariate volte e un altro limita ciò che gli hacker di dati possono vedere anche dopo aver scoperto il passcode. Nulla cambierà sotto il profilo di quello che gli utenti vedranno nell’uso standard: si continuerà a digitare una password per connettersi a una rete.

WPA3 uscita

L’implementazione del protocollo di sicurezza WPA3 non avverrà notte-tempo in un lampo e, in realtà, sarà un processo lungo molti anni. Innanzitutto, bisognerà acquistare un nuovo router che supporti il WPA3 (o sperare che il vecchio modello venga aggiornato al fine di supportare il nuovo standard). Lo stesso vale per tutti i gadget tecnologici; bisognerà, col tempo, comprarne di nuovi che supportino il WPA3, o sperare che i vecchi vengano aggiornati. Fortunatamente, i dispositivi che lo supportano  potranno ancora connettersi con dispositivi che utilizzano lo standard WPA2, quindi gli strumenti tecnologici in uso non dovrebbero smettere improvvisamente di funzionare perché è stato introdotto in casa qualcosa di nuovo.

WPA3 come funziona

La prima grande nuova funzionalità del WPA3 è la protezione contro gli attacchi offline, che consentono di indovinare la password. È qui che un utente malintenzionato cattura i dati dallo stream Wi-Fi, li riporta su un computer privato e cerca di indovinare più volte le password fino a trovare una corrispondenza. Con il WPA3, gli hacker dovrebbero solo essere in grado di fare una singola ipotesi tramite i dati offline prima che il tentativo diventi inutile; dovranno invece interagire con il dispositivo WiFi dal vivo ogni volta che vogliono fare una supposizione. (E questo è più difficile dal momento che hanno bisogno di essere fisicamente presenti, e i dispositivi possono essere configurati per proteggere contro le ipotesi di ripetizione.)

WPA3 privacy

L’altra importante aggiunta, come evidenziato dall’Alleanza, è la segretezza. Questa è una funzione legata alla privacy che impedisce che i dati più vecchi vengano compromessi da un attacco successivo. Quindi, se un utente malintenzionato cattura una trasmissione Wi-Fi crittografata e riesce a craccare la password, non sarà più in grado di leggere i dati vecchi e sarebbe solo in grado di vedere le nuove informazioni che stanno attualmente scorrendo sulla rete.

Queste modifiche si applicano agli usi domestici e personali del WiFi. Il WiFi com’è utilizzato in una configurazione aziendale, come in un grande ufficio in cui a ogni utente viene fornita una password diversa, sta ricevendo anche aggiornamenti, ma disporrà di un diverso set di protezioni.

WiFi Alliance

La WiFi Alliance prevede che il lancio di WPA3 inizierà l’anno prossimo. Per ora, non sarà obbligatorio nei nuovi prodotti. Ma anche la prossima generazione di WiFi – 802.11ax – sta iniziando a emergere e dovrebbe raggiungere l’adozione di massa verso la fine del 2019; man mano che tali dispositivi diventeranno disponibili, l’Alleanza si aspetta che il ritmo dell’adozione aumenti. L’Alliance afferma che, con l’aumentare del tasso di adozione, il WPA3 diventerà un requisito per la certificazione di un dispositivo WiFi.

Anche se il WPA2 ha più di un decennio, da allora non è rimasto invariato. Il protocollo è ancora mantenuto e aggiornato per affrontare nuovi exploit e nuove protezioni; l’Alleanza afferma che il WPA3 riceverà la stessa attenzione.

WPA3 certificazione

Oltre all’avvio della certificazione WPA3, l’Alleanza ha annunciato anche una nuova funzionalità WiFi opzionale chiamata Easy Connect. La funzionalità Easy Connect ha lo scopo di semplificare il processo di collegamento dei gadget tecnologici della casa intelligente al router, il che può risultare complicato quando non si dispone di schermi o pulsanti. Se il dispositivo (e il router a cui si sta connettendo) supporta la modalità Easy Connect, sarà possibile scansionare un codice QR code con il telefono per farsi inviare automaticamente le credenziali WiFi al nuovo dispositivo.

WPA3 standard

Sotto il profilo dello standard, molte aziende hanno già annunciato il loro supporto, tra cui la Qualcomm, che ha già iniziato a creare un chip per telefoni e tablet che supporta l’802.11ax e il WPA3.

 

WPA3, nuovo standard per la sicurezza Wi-Fi

Google WiFi in Italia: il router che porta il segnale in tutti gli ambienti

L’UE finanzierà il WiFi gratuito per le città europee

WPA3 la nuova certificazione nella sicurezza del WiFi ultima modifica: 2018-06-28T12:37:10+00:00 da Web Digitalic

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!