Tutti hanno un superpotere, almeno uno. Come mai è stato possibile prima, oggi si può creare qualunque cosa la tecnologia consenta, senza doversi sobbarcare tutto l’harware e il software prima necessario. Si può avere il succo d’arancia senza dover comprare le arance, lo spremiagrumi e utilizzare del tempo per spremerle.
Perché, di fatto, fino a pochi anni fa era così: per creare un qualunque servizio tecnologico bisognava comprare tutto il necessario e investire del tempo. Il cloud ha cambiato le cose, il cloud è il succo, si può avere solo quello che serve, nella quantità desiderata.
Non è un cambiamento da poco, perché modifica radicalmente il modo di pensare all’innovazione e all’IT, in diversi aspetti. Innanzitutto si può avere accesso alla migliore tecnologia del mondo senza doversela comprare (a caro prezzo), si può decidere in qualunque momento di aumentare (o diminuire) le risorse utilizzate (storage, potenza di calcolo ecc.), non ci si deve preoccupare di far funzionare tutti gli elementi che compongono l’ambiente tecnologico (che di solito non è semplice). Gran parte del tempo e delle risorse è stato sempre impiegato per far funzionare le cose: pc, server, reti, connessioni; con il cloud queste attività vengono demandate e le aziende possono liberare la loro risorsa più preziosa: il tempo, per creare, per immaginare nuove attività.
Il cloud trasforma tutte le persone che si occupano di IT da tecnici a designer. Perché si ha accesso a tutte le tecnologie disponibili, senza averne la complessa gestione, e solo la fantasia è il limite alla creazione di nuovi servizi.
Il cloud si adatta alle esigenze di qualunque entità, muta in base alle richieste, si trasforma nel tempo per adattarsi all’ambiente in cui i suoi “poteri” vengono utilizzati, esattamente come la nostra copertina.
La cover di questo mese rappresenta quel pizzico di magia che c’è nel cloud e la sua capacità di cambiare, continuamente. Mettete al sole Digitalic vedrete apparire i disegni nascosti, la scritta Digitalic diventerà blu sotto i raggi UV. Portate la rivista al buio e vedrete la nuvola illuminarsi di una luce azzurra intensa. Questa copertina, insomma, si trasforma e si adatta in base alle condizioni in cui la si utilizza, proprio come il cloud.

Digitalic n.39  Cover Cloud

Digitalic n. 39: Cloud, il potere nelle tue mani – La cover che cambia ultima modifica: 2015-04-21T16:27:09+00:00 da Francesco Marino
IQ Test WIFI

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!