Oggi le aziende sono chiamate ad affrontare un iter di trasformazione digitale, progettare e mettere in campo una strategia innovativa. L’esempio di Talenti.

di Massimo Canorro

Ripensare e rinnovare in modo sostanziale i propri modelli di business è un percorso complesso – a prescindere dall’ambito in cui opera l’azienda – che prevede una serie di step da affrontare, soprattutto alla luce dei mutamenti indotti dal digitale all’interno della società, nei modelli competitivi e nelle condotte di acquisto, sempre più orientate verso l’online (nel mondo digitale il cliente si è abituato, in modo inevitabile, ad un nuovo livello di servizio).
In un mercato che si evolve a ritmi serrati, affidarsi ad alte professionalità, decidendo in che modo arredare gli spazi nei quali vivere e/o lavorare, rappresenta una delle principali tendenze. Cartina di tornasole è la Talenti Outdoor Living, azienda umbra fondata nel 2004 e presente oggi in circa 40 paesi attraverso la sua rete di vendita, specializzata nella progettazione e realizzazione di arredi outdoor.

Talenti outdoor living

Forte di una serie di collezioni firmate da designer internazionali – da Marco Acerbis a Karim Rashid, da Cristian Visentin a Ramón Esteve, “grandi nomi che hanno saputo reinterpretare il concetto stesso di outdoor proponendo linee e collezioni innovative, sia dal punto di vista delle forme sia dei materiali” sottolineano dall’azienda – Talenti (che ha chiuso il 2017 superando la soglia dei 10 milioni di euro di fatturato, +35% rispetto al 2016) – presenta prodotti made in Italy (tutti sottoposti a un attento controllo qualità da parte di personale specializzato) per il dining e per il living, adatti sia per gli spazi residenziali sia per il contract.

Fabrizio Cameli, presidente e fondatore di Talenti

Spiega Fabrizio Cameli, presidente e fondatore di Talenti:Ricerca e innovazione sono fondamentali per essere davvero competitivi. Per questa ragione investiamo molto in materiali all’avanguardia e rispettosi dell’ambiente, nonché in tecniche di produzione avanzate. Senza dimenticare il fondamentale contributo umano”. Tra i leader mondiali nel settore dell’outdoor, Talenti – spiega ancora Cameli – “sta migliorando e ampliando la divisione ricerca e sviluppo attraverso altro personale specializzato e, al contempo, è concentrata nella fase di selezione dei materiali nuovi in linea con quello che è il mercato e che sarà, in proiezione, la tecnologia futuristica legata all’ambiente e all’eco-sostenibilità”.
In questo senso, incalza il presidente dell’azienda, “stiamo estendendo la ricerca e lo sviluppo delle materie prime in linea con la sostenibilità e il riciclo, focalizzandoci soprattutto su tessuti innovativi che siano biodegradabili”.

La crescita di Talenti

Con l’obiettivo di perseguire e anticipare il trend del mercato mondiale (nel settore, tra le nazioni con il maggior giro d’affari la Francia si attesta al primo posto, seguita da Emirati Arabi, Spagna, Germania, Stati Uniti; in crescita costante ci sono l’Oceania, l’Australia e la Nuova Zelanda), l’azienda con sede ad Acquasparta, in provincia di Terni, nata come produttrice di piani in pietra classica – e tutt’ora prosegue su questa strada – ha sviluppato anche un’ampia gamma di prodotti in metallo unici e creativi. E guarda oltre.
“Vogliamo continuare a crescere. Abbiamo introdotto delle stampanti 3D che ci permettono di realizzare modelli e prototipi in anteprima, controllare le criticità ed apportare modifiche prima di entrare nella fase di produzione. Questo consente di essere ancora più veloci nelle creazione delle collezioni. Un grande punto di forza, considerando che per noi la creatività è indispensabile”, riprende Cameli, sottolineando la volontà aziendale di “allargare la gamma degli articoli e la diversificazione dei prodotti. Non si tratterà più soltanto di mobili ma ci saranno anche complementi; andremo a creare dei modelli dove poter vivere all’interno, dei veri e propri moduli abitativi”.

I progetti Talenti outdoor

Tra gli importanti progetti internazionali il portfolio aziendale annovera il Remisens Hotel Giorgio II in Croazia, il NHow Hotel di Berlino, le Cameleon Boutique Hotel in Costa Rica e il recente Temptation Cancun Resort, in Messico, offrendo una proposta sempre più variegata e trasversale, in una logica design oriented (“il design sta arrivando ovunque e per ciascun luogo del vivere umano c’è sempre l’opzione smart del design contemporaneo”) capace di rispondere a ogni esigenza. Puntando su processi che possano supportare gli interlocutori nel corso dell’intera catena di valore e, in particolar modo, lungo l’intero percorso di acquisto. “Abbiamo ampliato la gamma degli architetti con lo Studio Palomba & Serafini, il nostro supporto di ricerca, sviluppo e tecnologia futuristica legata all’ambiente e al risparmio energetico. Expo 2020, l’esposizione universale di Dubai, parlerà solo di questo”.

Fabrizio Cameli, presidente e fondatore azienda Talenti

Fabrizio Cameli, presidente e fondatore di Talenti

Talenti, l’outdoor living proiettato nel futuro ultima modifica: 2018-01-25T14:00:16+00:00 da Web Digitalic

No Banner to display

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!