Pinterest Istant Ideas: 3 funzioni per la ricerca visuale

Pinterest ha annunciato il lancio di tre nuovi prodotti, tutti progettati per invogliare gli utenti a tornare più e più volte sulla piattaforma.

Pinterest ha annunciato il lancio di tre nuovi prodotti, tutti progettati per invogliare gli utenti a tornare più e più volte sulla piattaforma, al fine di scoprire nuove idee, fare acquisti e scoprire novità sempre più vicine a quelle che potrebbero incontrare i loro gusti e le loro preferenze. Alla base dell’aggiornamento ci sono le immagini, sia quelle che possono essere catturate tramite il proprio smartphone, sia quelle che possiamo trovare in rete. Pinterest è sempre più sinonimo di ricerca visiva, il che lo specializza e lo differenzia rispetto alle altri social. Con 150 milioni di utenti, Pinterest punta a convincere la gente a iniziare una navigazione che porta a scoprire idee e prodotti che non conosceva, ma che magari vorrebbe.

Pinterest sta cercando di colmare il gap che intercorre tra la visualizzazione iniziale di un’immagine da parte di un utente e il passaggio a prodotti che si possono acquistare online. L’aggiunta di queste nuove funzionalità di ricerca in-image è un altro passo avanti che potrebbe essere paragonabile ad uno Shazam delle foto.

Evan Sharp, co-fondatore e CPO di Pinterest racconta: “La tecnologia delle informazioni di un tempo usava le parole per collegare le idee fra loro, come con i collegamenti ipertestuali. I motori di ricerca che abbiamo costruito fino ad oggi si sono basti su questo principio, per mezzo delle parole si ottengono risposte alle domande. Ma quando si tratta di ricerca di idee, le parole non sono mai la strada giusta. A volte non si sa davvero che cosa si stia cercando fino a quando non ci si imbatte in qualcosa cui non pensavamo nemmeno”.

Partiamo dal prodotto più importante, Lens, un sistema di machine vision che offre agli utenti non solo di individuare oggetti nel mondo reale, ma anche suggerimenti che consentono collegamenti a e-shop presenti in Rete. Si potrà quindi usare la macchina fotografica per far identificare a Lens, automaticamente, gli oggetti presenti in un’immagine. Si può spaziare tra alimenti, animali, figure geometriche, insomma qualsiasi oggetto. In questo modo si attiva la modalità di ricerca di tutto quello che potrebbe essere correlato ad essi. Attualmente Lens è stata lanciata in beta su iOS e Android negli USA.
In questo modo Pinterest potrebbe catturare il momento esatto in cui un potenziale acquirente venga stimolato a procedure con un acquisto d’impulso. Quel momento potrebbe essere incredibilmente fugace e abbasserebbe l’attrito che si ha invece nel vedere un prodotto nel mondo reale e poi fare un acquisto. Ciò agevolerebbe le aziende e i loro canali di e-commerce.
Ma Pinterest sta aggiornando anche la ricerca visuale in ambito di ricerca di prodotti specifici, isolando i singoli prodotti in un’immagine. Ad esempio, se fossimo alla ricerca di una t-shirt tramite pin e la stessa società vendesse anche giacche e cappellini, tutto verrebbe visualizzato in un box. Gli utenti potranno passare da un articolo all’altro in modo ininterrotto, rimanendo sulla piattaforma.

Istant Ideas, si chiama così la seconda nuova feature, aggiunge un cerchio tematico nella parte inferiore di ogni pin e consentirà di andare direttamente ad altri elementi correlati che potranno essere salvati nelle Pinboard personali.

E poi c’è Shop the Look uno strumento che identifica gli elementi di un pin che possono essere acquistati online e suggerisce il link per valutare il prezzo e procedere, eventualmente, con l’acquisto. Shop the Look utilizza una combinazione tra machine learning e fattore umano, ed è disponibile per brand come CB2, Macy’s, Target, Neiman Marcus e Wayfair.

Alcuni di questi strumenti sono in servizio, sebbene in modi differenti, anche su alter piattaforme. Houzz mostra alcuni oggetti nella stanza di chi potrebbe acquistarli. Una startup come Clarifai equipaggia le piccole imprese con strumenti di ricerca visuale simili. E poi c’è Google che da sempre investe pesantemente nella ricerca visuale, ma che dovrà necessariamente indirizzarla allo stesso modo di Pinterest se vorrà che diventi uno strumento utile a potenziali inserzionisti.

In ambiente di marketing la pin rinnovate di Pinterest rappresentano una potenziale miniera d’oro. Pinterest ha la capacità di coinvolgere gli utenti – in modi diversi e su vari livelli – sia che si tratti di far scoprire nuove idee che trovare un prodotto specifico. Pinterest ha tutte le carte in regola per potersi trasformare in una timeline dello shopping. Stessa cosa che fa sempre più insistentemente Facebook, sempre più orientato verso lo shopping online.

I cambiamenti che vi abbiamo raccontato andranno a convergere verso una combinazione di nuovi prodotti dedicati alle pubblicità – come la novità della ricerca tra gli annunci- che miglioreranno l’offerta proposta agli inserzionisti, in modo da differenziare le campagne visuali dagli annunci tradizionali. Pinterest cresce in fretta, e sebbene sia in ritardo con la diffusione delle novità – rispetto ai target fissati per i primi mesi del 2015 – ora dovrà solo capire come regolare nuovamente le aspettative sul tipo di pubblicità e su quali prodotti di consumo si voglia orientare il marketing.

Il CEO e co-fondatore di Pinterest, Ben Silbermann, commenta: “Questi nuovi prodotti porteranno almeno 100 miliardi di idee su Pinterest, e messe insieme potranno creare una nuova esperienza di scoperta senza precedenti in Rete. Più gente li userà, migliori saranno i risultati e – di pari passo – maggiori saranno le idee che potremo proporre”.


Pinterest Istant Ideas: 3 funzioni per la ricerca visuale - Ultima modifica: 2017-02-10T12:00:54+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!