Secondo la Commissione Europea, l’ITC è in rapida crescita e creerà almeno 120.000 posti di lavoro ogni anno, ma a causa delle differenze tra domanda e offerta, entro il 2020 ci si potrebbe ritrovare di fronte ad uno scenario in cui vengano richiesti almeno 900.000 operatori del settore, senza però che si possa rispondere adeguatamente a tale domanda. Le nuove tecnologie emergono di giorno in giorno e per i programmatori di software è difficile investire in quelle e che potrebbero cessare di esistere in tempi brevi. Ma TIOBE ha stilato la sua classifica dei linguaggi di programmazione sulla base della loro popolarità, ed ecco la top 20 del 2017 che – di sicuro – potrà farvi comodo:

Linguaggi di programmazione dal n. 20 al n. 1

20. Scratch

Scratch è appena entrata nella top 20 dopo essere stata usata a lungo a soli scopi educativi. Si tratta di un linguaggio di programmazione di software gratuito creato nei Media Lab del MIT e ha un archivio di circa 20 milioni di progetti realizzati con Scratch, con un numero sempre crescenti di utenti mensili.

19. Objective-C

Objective-C era in terza posizione nel Marzo del 2015. Questo linguaggio era stato progettato per la costruzione di applicazioni per OS X e iOS ed era lo strumento principale per gli sviluppatori per dispositivi iPhone e iPad. Il mercato Android in continua crescita ha portato ad un declino progressivo della domanda di sviluppatori Objective-C, di pari passo con la crescita di Swift.

18. PL/SQL

PL/SQL è un linguaggio procedurale costruito su SQL che fornisce la possibilità di creare applicazioni sempre più complesse e potenti all’interno di un database Oracle. La gestione di database relazionali (relational database management systems – RDBMS) diventa lo storage principale per la conservazione della maggior parte delle applicazioni di software e web.

17. MATLAB

MATLAB è tra i migliori ambienti software per scienziati e ingegneri. Sviluppato da MathWorks, rappresenta una base solida di calcolo in cima ad una matrice (elemento di base di MATLAB) e include inoltre un intero ambiente di computing.

16. Visual Basic

Visual Basic è stato progettato da Microsoft nel 1991. La sua base multiuso – e di facile utilizzo – ha consentito l’emergere di una serie di piattaforme applicative aziendali con squadre di sviluppatori VB. L’introduzione al framework .NET ha permesso agli sviluppatori di prima generazione di sfruttare la potenza della nuova piattaforma, sfruttando la propria esperienza senza dover imparare un nuovo linguaggio da zero.

15. R

R è integrato ad un ambiente software utilizzato per il calcolo statistico e la grafica. È in grado di eseguire calcoli numerici attraverso pacchetti aggiuntivi. Essendo open source è vantaggioso per le organizzazioni che si specializzano nella ricerca e sviluppo, o che vanno cautamente in ambiti come la proprietà intellettuale e la governance dei dati.

14. Go

Go è uno dei linguaggi di programmazione sviluppato da Google, nel 2007. È stato progettato per la creazione di applicazioni semplici, veloci e affidabili; riceve un sostegno costante da parte di Google e viene incorporato a diversi progetti della società; essendo open source ha una nutrita comunità di contributor.

13. Assembly language
Il linguaggio Assembly è tra i linguaggi di programmazione di basso livello, spesso usato come strato intermediario tra i linguaggi di livello più alto più popolari e il codice macchina. La forte domanda per Assembly da parte degli sviluppatori deriva dai suoi vantaggi in termini di prestazioni e dalla possibilità di programmare una vasta gamma di dispositivi con accesso diretto al registro e una flessibilità unica per le manipolazioni di hardware dirette.

12. Swift

Si tratta del successore di Objective-C che non fa che accrescere in popolarità. Swift è adatto alla costruzione di applicazioni per iOS, macOS, watchOS e tvOS. In termini di adozione, è più sintatticamente flessibile rispetto a Objective-C, ed è stato progettato in funzione dei dispositivi moderni come gli smartwatch e le smart TV.

11. Ruby

Il linguaggio Ruby era nella top 10 a Maggio dello scorso anno, ed è ancora uno tra i preferiti delle startup. Il framework Ruby on Rails è noto per le innovazioni delle applicazioni web. Grazie alla crescita di Node.js è stato uno dei motivi per cui c’è stata una dispersione di una nuova generazione di sviluppatori tra le comunità più competitive.

10. Perl

Perl è apparso per la prima volta nel 1987 ed è servito come base solida per i sistemi web legacy e sistemi operativi basati su UNIX. La sua facilità d’uso è messa in discussione da una parte di sviluppatori. Gli esperti di sicurezza e di networking professionale si affidano a Pearl per la prototipazione rapida. I programmatori e i data scientist lo usano spesso per l’analisi statistica o per l’automazione di script.

9. Delphi/Object Pascal

Delphi è il successore di Turbo Pascal, il sistema di sviluppo software utilizzato con il linguaggio di programmazione Pascal. Pascal è stato ampiamente utilizzato per ambienti di training per l’insegnamento delle migliori pratiche di programmazione, in particolare, per gli ingegneri in erba. La sua adozione all’interno delle scuole e delle università, assieme alla sua flessibilità, lo ha reso interessante anche per le imprese e per quelle applicazioni di software che lo supportano.

8. Visual Basic .NET
Visual Basic .NET è un nuovo linguaggio di programmazione che gira su framework .NET progettato da Microsoft. Il gioco di parole ha accolto una vasta comunità di programmatori della vecchia scuola, i quali hanno fatto una transizione verso il nuovo ambiente, riducendo la curva di apprendimento, rispetto allo studio di un nuovo linguaggio da zero.

7. JavaScript

JavaScript è uno dei linguaggi di programmazione più diffusi al giorno d’oggi. Inizialmente venne progettato per il web, ma è diventato le fondamenta degli ambienti server come Node.js, e per decine di framework per applicazioni mobili, ma anche per software desktop. JavaScript è apparso per la prima volta in Netscape Navigator, nel 1995, ponendo le basi per le pagine web dinamiche del moderno web.

6. PHP

PHP è attualmente utilizzato dall’82,5% di tutti i siti web. La sua ubiquità e la distribuzione attraverso provider di hosting, oltre al la perfetta integrazione con il MySQL RDBMS e applicazioni di avvio hanno portato ad una massiccia domanda di sviluppatori web PHP in tutto il mondo. PHP era il terzo linguaggio più popolare a Marzo 2010.

5. Python

Python è un linguaggio di programmazione che vanta innumerevoli applicazioni in vari scenari. Si tratta di un linguaggio di scripting incorporato e versatile, ma anche della base solida di molti framework web per le operazioni automatizzate (quelle in 3D comprese), per la programmazione di strumenti desktop e per l’esecuzione di attività scientifiche di dati e di calcolo. La flessibilità di Python consente di creare applicazioni per i vari sistemi operativi, tra cui Android.

4. C#

C# è il linguaggio di programmazione principale definito da Microsoft come l’alfiere per le applicazioni .NET. Viene ampiamente utilizzato come strumento principale per gli strumenti di Microsoft, le applicazioni desktop e i componenti del sistema operativo Windows. Microsoft nel 2014 l’ha reso open source, mossa che è stata accolta con favore dalla comunità che ora lo sta adottando per scopi diversi.

3. C++

C ++ ha oscillato tra il terzo e il quinto posto dei linguaggi di programmazione più popolari per oltre un decennio. Rappresenta la base di diversi linguaggi di programmazione, ma anche la scelta di programmazione principale per molte delle applicazioni desktop più utilizzate; una scelta per i driver delle periferiche, per i motori dei giochi, per gli strumenti audio e di elaborazione delle immagini e molto altro ancora. Windows è in gran parte scritto in C ++, e anche il KDE per Linux è programmato in C ++.

2. C

Il linguaggio di programmazione C è stato classificato come il linguaggio più popolare al mondo a Marzo 2015. Le applicazioni e l’affidabilità di C sono quasi infinite, ed è da sempre stato un linguaggio tra i più popolari. C è il predecessore di C ++ ed è una versione semplificata e meno funzionale. Questo permette di poterlo far funzionare su di un ampio insieme di dispositivi hardware e in scenari con prestazioni critiche quando si opera con volumi di traffico di dati, o di audio e video non indifferenti. Il kernel di Linux è scritto in C, che viene utilizzato per i kernel dei maggiori sistemi operativi.

1. Java

Java è stato il rivale principale di C in termini di popolarità. Ha vinto il premio come “linguaggio di programmazione del 2015” e, secondo Oracle, è utilizzato attivamente da 9 milioni di sviluppatori. La popolarità di Java è dovuta ad una combinazione di diversi tasti, ed inoltre è il linguaggio di programmazione che sta dietro al sistema operativo mobile Android, oltre ad essere un potente linguaggio per i siti web come LinkedIn. Attualmente è di proprietà di Oracle e viene utilizzato per tutti i tipi di applicazioni.

tiobe top 20 linguaggi programmazione 2017

I 20 linguaggi di programmazione più popolari nel 2017 ultima modifica: 2017-03-06T17:18:18+00:00 da Web Digitalic
Oracle Cloud Show 2017

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!