Forbes ha stilato le liste dei 30 under 30 2018, i 30 europei al di sotto dei 30 anni che stanno cambiando il mondo. La classifica riguarda diversi settori, dall’arte all’industria, dalla finanza alla scienza, ma anche in ambito giuridico, umanitario e persino culinario! In lista ci sono 300 giovani provenienti da 34 paesi.

30 under 30 forbes 2018 europe

Indice dei contenuti

30 under 30 Forbes 2018 Europe

Forbes ha proposto le 30 menti europee che stanno compiendo grandi passi nel settore tecnologico, fondando startup o mettendosi al servizio di grandi aziende. Ma non è tutto, abbiamo anche il piacere di mostrarvi tutti gli italiani che secondo Forbes cambieranno il mondo in diversi settori: Industry, Arte, Social, Cucina ecc. insomma i 30 under 30 italiani.

Forbes 30 under 30 2018 tecnologia

Silas Adekunle (26 anni) – Cofondatore, Reach Robotics (Regno Unito)

Reach Robotics ha30 under 30 2018 tecnologia sviluppato una piattaforma di realtà aumentata, Mekamon, che si combina con la robotica per portare in vita i personaggi dei video game. La startup ha sviluppato una app per controllare i robot e Silas Adekunle sta preparando il lancio del suo prodotto nel mercato di massa. Gli investitori – tra i quali spicca London Venture Partners – hanno investito $10 milioni in Reach Robotics e ora l’azienda ha 32 dipendenti full-time per wuesti motivi è stato inserito nella classifica 30 under 30 Forbes 2018 Europe.

 

Alesis Novik (28 anni) e Andrius Sutas (26 anni) – Cofondatori di AimBrain (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaAndrius Sutas è il CEO do AimBrain, una piattaforma BIDaaS (Biometric Identity as-a-Service) per istituti finanziari che egli ha cofondato con il CTO Alesis Novik entrambi inseriti nella lista 30 under 30 Forbes 2018 Europe. La loro tecnologia combina riconoscimento vocale, biometrica facciale e comportamentale con un sistema di deep learning, il tutto per creare un profilo accurato degli utenti. Questo aiuta a individuare e smascherare le transizioni fraudolente. L’azienda lavora con grandi nomi della finanza in tutto il mondo, ciascuna con migliaia o milioni di utenti. Nel 2017 AimBrain, con sede a Londra, ha raccolto £4.36 milioni da BGF Ventures, Episode 1, Entrepreneur First (EF) e altri business angel.

 

Haytham Assem (29 anni) – Chief Scientist, IBM Ireland (Irlanda)

Haytha30 under 30 2018 tecnologiam Assem è il più giovane Master Inventor nella storia di IBM, titolo che si è guadagnato nel 2015. Ha pubblicato numerose ricerche e ha partecipato a più di 35 brevetti in diversi settori, dalla smart city all’intelligenza artificiale. Attualmente è un manager tecnico e un chief scientist di IBM a Dublino. Ha ricevuto 12 IBM Invention awards e anche per la sua inventiva è tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe.

 

 

Michael Paterson (28 anni) e Sulta Saidov (27 anni)- cofondatori di Beamery (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaCon sede a Londra Beamery aiuta alcune delle più importanti aziende del mondo, tra cui Facebook, Balfour Beatty e Vmware, ad aggiudicarsi i talenti migliori. L’azienda ha costruito una piattaforma che aiuta le aziende ad attrarre e a comunicare con i candidati, anche quelli che non stanno cercando lavoro. L’idea alla base di Beamery, che ha portato i suoi fondatori nella lista  30 under 30 Forbes 2018 Europe è di trattare i candidati come clienti. L’azienda è nata nel gennaio 2014, oggi conta 3 uffici tra Europa e USA con oltre $8 milioni raccolti, incluso il finanziamente della Series A di Index Ventures nel 2017.

 

 

Benjamin Bilski (29 anni) – Cofondatore, The NAGA Group (Germania)

Ben30 under 30 2018 tecnologiajamin Bilski ha sviluppato una serie di prodotti fintech offerti da NAGA GROUP. L’azienda ha raccolto 12,5 milioni di euro dal fondo cinese Fosun International nel 2017 e si è quotata alla Borsa di Francoforte raccogliendo $3,1 milioni. NAGA ha 150 dipendenti full time e recentemente è stata valutata $280 million.

 

Jenna Brown (28 anni) – Cofondatore, Shipamax (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaShipamax risolve i problemi di gestione e comunicazione per le flotte di mezzi che ogni giorni spostano prodotti agricoli, metalli, gasolio, ecc. Gli operatori possono usare la piattaforma di comunicazione creata dalla startup per condividere informazioni. Dopo avere raccolto $2,5 milioni via Founders Fund’s FF Angel, la cofondatrice e il CEO Jenna Brown ora inserita tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe,  conta sugli investitori di AME Cloud e Cherubic Ventures. L’azienda è anche parte di Y Combinator.

 

Shane Curran (18 anni) – Fondatore, qCrypt (Irlanda)

30 under 30 2018 tecnologiaShane Curran, ancora studente ma è già tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe, è il fondatore e CEO di qCrypt, azienda focalizzata su soluzioni di sicurezza per il business che sviluppa sistemi di crittografia che riconoscono gli attacchi in modo veloce e resistente. Curran, che mentre gestisce la sua piccola azienda va ancora a scuola, si aspetta entrate per $5 milioni nel 2018.

 

 

Oliver Dlouhý (30 anni) – Fondatore di Kiwi.com (Repubblica Ceca)

30 under 30 2018 tecnologiaOliver Dlouhý è fondatore e proprietario al 24,5% del sito di prenotazione viaggi Kiwi.com, che ha il suo headquarter in Repubblica Ceca e uffici in tutto il mondo. L’azienda ha più di 1.700 dipendenti, nel 2017 ha avuto guadagni per $9 milioni e vendite per $805 milioni. Le entrate di Kiwi.com sono triplicate su base annuale e l’azienda ha ottenuto $1.5M dagli investitori.
Dlouhý entrato per poco nei 30 under 30 Forbes 2018 Europe, ha lanciato Kiwi.com nel 2012 con l’idea di fornire agli utenti i voli e gli itinerari di viaggio più economici, ottenuti attraverso l’utilizzo di un algoritmo che combina in modo unico gli itinerari.

 

Aleksandra Doniec (29 anni) – Malware Intelligence Analyst, Malwarebytes (Polonia)

30 under 30 2018 tecnologiaAleksandra “Hasherezade” Doniec è una dei ricercatori di malware più conosciuti in Europa. Lavora in Malwarebytes, azienda lanciata da un altro giovane che in passato è stato tra i “30 Under 30”, Marcin Kleczynski. Il suo lavoro ha recentemente aiutato ad affrontare il ransomware NotPetya che ha colpito sistemi in tutto il mondo. Ha scritto numerosi script e fornito strumenti preziosi alla comunità dei ricercatori di sicurezza. Tra i suoi successi contro il cyber crimine, ha condotto una dettagliata analisi del malware Kronos.

 

 

Marijn Flipse (24 anni) – Cofondatore, Bolt Mobility (Olanda)

30 under 30 2018 tecnologiaChiamata “la Tesla olandese a due ruote”, Bolt Mobility vuole affermarsi nel mercato degli scooter elettrici. L’azienda ha raccolto €6,3 milioni tramite crowdfunding. A 24 anni, Marijn Flipse è cofondatore e COO della startup e uno dei 30 under 30 Forbes 2018 Europe. Il loro primo prodotto, AppScooter, sarà lanciato nel 2019—proprio prima che molti governi in Europa bandiscano gli scooter più inquinanti dalle strade.

 

 

Veronique Barbosa (28 anni), Matty Cusden-Ross (24 anni), Tom Reay (29 anni) – Cofondatori, Flux (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaFlux ha sviluppato un’applicazione per il mondo retail che collega lo shopping al conto bancario dell’utente. Il servizio in automatico emette ricevute, punti fedeltà e sconti in modo che i consumatori non debbano scaricare nient’altro. Dal suo lancio nel 2017, Flux ha stretto partnership con Barclays Bank, Monzo Bank e Starling Bank, e con la catena di caffetterie EAT. Flux è recentemente stato autorizzato come il primo U.K. Account Information Service Provider dal regolamento Open Banking.

 

 

Dhruv Ghulati (26 anni) – CEO, Factmata (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaDhruv Ghulati scelto tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe è CEO e cofondatore di Factmata insieme a due professori delle Università di Sheffield e UCL, oltre che uno dei primi sviluppatori di Wikipedia. La mission di Factmata è quella di combattere la cattiva informazione sul web, usando l’intelligenza artificiale e le communities. La piattaforma sfrutta sia il controllo umano che l’intelligenza artificiale per identificare abusi e contenuti violenti, spam, propaganda e fake news. Factmata sta inoltre sviluppando uno strumento per I giornalisti e per i lettori, per verificare le informazioni in tempo reale. Fondata nel gennaio 2017, l’azienda di Ghulati ha già raccolto $1 milione dal miliardario Mark Cuban, dal fondatore di Zynga, Mark Pincus e da altri investitori.

 

Jordan Hatch (23 anni) – Head of Web Technology, Department for International Trade (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaJordan Hatch aveva solo 17 anni e andava ancora a scuola quando ha contribuito a creare il primo sito ufficiale del governo britannico, gov.uk, poi ha fatto lo stesso per il sito del governo australiano, non stupisce che sia tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe. Più di recente, è stato nominato Head of Web Technology at the Department for International Trade in the U. K. Government, si occupa di fornire la tecnologia che serve per supportare la Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e la strategia commerciale futura. Hatch è stato anche il giovane consulente del Vice-President della Commissione Europea, Neelie Kroes, quando ha fondato Code Week, un’iniziativa in tutta Europa per coinvolgere i giovani nel mondo della tecnologia. Code Week è al suo quinto anno di attività e recentemente dall’Europa si è allargata anche all’Africa.

 

Jonas Huckestein (29 anni) – Cofondatore, Monzo (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaJonas Huckestein è il cofondatore e il CTO di Monzo. Con sede a Londra, conta 500.000 persone che regolarmente spendono e controllano le loro spese tramite la piattaforma mobile di Monzo. L’azienda ha raccolto $150 milioni ed è stata valutata $370 milioni, diventando una delle startup tecnologiche dalla crescita più veloce in Europa.

 

 

Pekka Laurila (29 anni) e Rafal Modrzewski (28 anni) – Cofondatori, ICEYE (Finlandia)

30 under 30 2018 tecnologiaICEYE ha sviluppato una costellazione di micro-satelliti radar che forniscono un’immagine realistica dello spazio. La tecnologia proprietaria della startup permette di catturare le immagini anche in condizioni di scarsa luminosità, dando accesso alle immagini ovunque sulla Terra e in qualsiasi momento. Il primo micro-satellite di Iceye è stato lanciato nello spazio nel gennaio 2018. Questi successi hanno portato i due fondatari tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe.

 

 

Birk Jernström (29 anni) – Cofondatore, Tictail (Svezia)

30 under 30 2018 tecnologiaTictail è una piattaforma gratuita di e-commerce per brand indipendenti. L’azienda ha raccolto $32 milioni e ospita più 125.000 business. Birk Jernström ha lanciato la prima versione di Tictail e l’ha poi arricchita dal punto di vista della monetizzazione, lanciando TicTail payments. Ora Birk Jernstrom entra a far parte dei 30 under 30 Forbes 2018 in quanto responsabile delle operations per Tictail in Europa.

 

 

Nick Larsson (27 anni) – Head of Growth & Partnerships, Truecaller (Svezia)

30 under 30 2018 tecnologiaNick Larsson è responsabile dello sviluppo di Truecaller, azienda basata a Stoccolma. Nel suo ruolo, Larsson guida l’espansione e l’internazionalizzazione delle attività. Truecaller è una app che permette di identificare le chiamate sconosciute, filtrare gli indesiderati e stare in contatto con le persone che contano. Conta 250 milioni di utenti. Ha inoltre stretto importanti partnership con aziende tecnologiche come Huawei, Samsung e Google. Dalla sua fondazione, nel 2009, Truecaller ha raccolto $80 milioni da Sequoia Capital, Atomico, Kleiner Perkins Caufield & Byers.

 

Ishaan Malhi (28 anni) – Fondatore, Trussle (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaTrussle è il primo broker online di mutui in U.K. Sfrutta un algoritmo proprietario per comparare 11.000 prodotti finanziari di 90 realtà differenti per trovare la soluzione migliore per chi deve comprare casa. Il servizio monitora le proposte di mutuo quotidianamente e individua le più convenienti. Ishaan Malhi scekto per i 30 under 30 Forbes 2018 ha fondato l’azienda nel 2015 dopo un suo insuccesso personale, nel cercare un mutuo conveniente.

 

 

Maria Markstedter (26 anni) – Fondatore, Azeria Labs (Germania)

30 under 30 2018 tecnologiaRiconoscendo il ruolo centrale dei sistemi con architetture ARM nella proliferazione dei dispositivi IoT, Maria Markstedter ha fondato Azeria Labs nel maggio 2017 per aiutare le persone a integrare tecnologie di sicurezza e capire come individuare vulnerabilità. ARM Ltd l’ha nominata Security Innovator, dandole accesso a tutte le tecnologie per test e sperimentazioni. È anche tra le organizzatrici di Blackhoodie, conferenza per sole donne ideata da Marion Marschalek (Forbes 30 under 30 EU 2016). Ed è stata recentemente invitata a far parte del Review Board della conferenza hacker di Black Hat hacker.

 

Josef Prusa (27 anni) – Fondatore, Prusa Research (Repubblica Ceca)

30 under 30 2018 tecnologiaNegli ultimi cinque anni, Josef Prusa ha reso la sua azienda di stampa 3D tra le più importanti al mondo un successo che lo ha portato dritto tra i 30 under 30 di Forbes 2018. Con Conan O’Brien e Wil Wheaton come fans, Prusa ha fornito stampanti e consumabili a decine di migliaia di stampatori in oltre 130 paesi. Nel 2017, l’azienda ha registrato entrate per €33M ed è stata valutata per €236 milioni nel 2016. Ma l’azienda non si limita a vendere ad altri. All’interno di quella che Prusa chiama “The Farm”, più di 300 stampanti sono al lavoro per costruire parti e componenti di nuove macchine di stampa.

Alan Nichol (28 anni) e Alexander Weidauer (29 anni) – Cofondatori, Rasa (Germania)

30 under 30 2018 tecnologiaPiattaforma AI conversazionale per le imprese che aiuta clienti UBS, Hevetia ed ERGO a costruire i propri bot e assistenti virtuali. La startup ha otto dipendenti full-time e lavora con migliaia di programmatori.

 

 

Thomas Roth (26 anni) – Chief Technology Officer, Gryphon Secure (Germania)

30 under 30 2018 tecnologiaThomas Roth ha iniziato la sua carrier a 16 anni, quando è stato assunto da un’azienda svizzera come software developer, non stupisce quindi che a 26 sia tra i 30 under 30 Forbes 2018 Europe. Da quando aveva 19 anni, ha pubblicato ricerche indipendenti sulla secuirity e si è guadagnato riconoscimenti in tutto il mondo. Attuaolmente è il CTO della startup canadese Gryphon Secure, che crea soluzioni di comunicazione ad alto livello di sicurezza.

 

 

Johannes Schildt (29 anni) – Cofondatore, KRY (Svezia)

30 under 30 2018 tecnologiaJohannes Schildt è CEO e cofondatore di Kry, azienda che si occupa di tecnologia per il mondo medicale ed healthcare. Il suo primo progetto consentiva alle persone di ottenere la consulenza di un medico in video, tramite smartphone, nell’orario e nel luogo che preferivano. L’azienda ha raccolto investimenti per €26,1 milioni da Accel Partners, Index Ventures, Creandum e Project A.

 

 

Julian Schrittwieser (25 anni) – Senior Software Engineer, DeepMind (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaJulian Schrittwieser è un senior software engineer e fa parte del team di DeepMind AlphaGo, autore di una recente ricerca AlphaGo Zero paper. È lo sviluppatore di punta di AlphaGo Zero, lavora su diversi campi: dallo sviluppo di algoritmi alla creazione di nuovi hardware, dalle architetture per il mondo gaming alla scienza.

 

 

Thomas Shadwell (23 anni) – Security Engineer, Twitch (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaThomas Shadwell è uno dei più giovani ingegneri del team cybersecurity di Twitch, piattaforma di video streaming (in diretta) di proprietà di Amazon. Si occupa di disegnare I sistemi di difesa di Twitch e di proteggere gli utenti dagli hacker. Al di fuori di Twitch, Shadwell ha lavorato per proteggere coloro che non usano il servizio di Amazon

 

 

Christine Spiten (27 anni) – Cofondatore, Blueye Robotics (Norvegia)

30 under 30 2018 tecnologiaChristine Spiten ha cofondato e ha definite le line strategiche di Blueye, una startup che sviluppa e vende droni sottomarini che si guidano tramite smartphone e possono spingersi nelle esplorazioni fino a 150 metri sotto il livello del mare. Fondata nel 2015, la startup ha uno staff di 19 persone full-time e ha ricevuto 600 pre-ordini per i suoi droni. Five NGOs ha usato I loro prototipi per mappare l’oceano in Norvegia, Usa e Australia.

 

 

Markus Villig (24 anni) – Fondatore, Taxify (Estonia)

30 under 30 2018 tecnologiaMarkus Villig ha lanciato il competitor di Uber, Taxify, quando aveva solo 19 anni. Il suo obiettivo iniziale era quello di focalizzarsi sui taxi di Tallin, in Estonia, ma la sua attività negli ultimi quattro anni è cresciuta molto. Il servizio ha più do 5 milioni di clienti e più di 100.000 taxisti. Taxify è ora attivo I npiù di 20 paesi in tutto il mondo (Italia compresa). Persino il cinese Didi Chuxing ha investito strategicamente nella app, che ha già raccolto più 50M euro.

 

 

Imogen Wethered (29 anni) – Cofondatore, Qudini (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaCon sede a Londra, Qudini è una piattaforma basata sul cloud che permette ai brand con punti vendita fisici di gestire le code, prendere appuntamenti, organizzare eventi online. Imogen Wethered ha cofondato l’azienda nel 2012 quando aveva 23 anni e aveva appena finito l’università ora a 29 entra nei 30 under 30 Forbes 2018 Europe. Circa 16 milioni di clienti sono entrati a far parte della piattaforma, tra questi ci sono aziende importanti come NHS, Thomas Cook, Telefonica Global, John Lewis e IKEA.

 

 

Stephen Whitworth (27 anni) – Cofondatore, Ravelin (Regno Unito)

30 under 30 2018 tecnologiaRavelin, con sede a Londra, è un’azienda che previene truffe e frodi grazie al machine learning. La tecnologia impara le abitudini e I comportamenti dei consumatori e riesce a individuare transazioni anomale in modo accurato. L’azienda ha segnato £4,6 milioni di investimenti nel 2015 e 2016, grazie – tra gli altri – ad Amadeus Capital Partners, Playfair Capital e Passion Capital.

 

 

Denys Zhadanov (29 anni) – Vice President, Readdle (Ucraina)

30 under 30 2018 tecnologiaDa un appartamento in affitto in Ucraina e senza capitali iniziali, Readdle ha costruito un potente ecosistema di app di produttività come Spark, Documents, Scanner Pro, Calendars e PDF Expert, più di un buon motivo per essere annoverato tra i 30 under 30 Forbes Europe 2018. Le app di Readdle contano più di 75 milioni di download in tutto il mondo. (La app sono state nominate “App of the Year” da Apple nel 2015 e si sono guadagnate le prime posizioni degli App Store). Denys Zhadanov ha detto di voler ispirare la nuova generazione di imprenditori, specialmente quelli ucraini, con soluzioni democratiche per il business.

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!