Accordo tra SAS e Microsoft per il futuro dell’intelligenza artificiale

La partnership tra SAS e Microsoft per disegnare il futuro degli analytics e dell’intelligenza artificiale. Un’alleanza per integrare l’intelligenza artificiale e gli analytics di SAS con le potenzialità del cloud di Microsoft Azure e facilitare la trasformazione digitale.

Microsoft e SAS annunciano oggi una partnership tecnologica e commerciale strategica per gestire facilmente SAS nel cloud e facilitare la trasformazione digitale. Grazie all’accordo, le organizzazioni potranno migrare le soluzioni di analytics di SAS su Microsoft Azure in quanto fornitore cloud preferito per il cloud di SAS. Le soluzioni e le competenze di SAS porteranno anche un valore aggiunto ai clienti di Microsoft in ambito health care, servizi finanziari e altri settori. La partnership si basa sull’integrazione di SAS con le soluzioni cloud di Microsoft, come Azure, Dynamics 365, Microsoft 365 e Power Platform, e conferma la visione condivisa delle due aziende volta alla democratizzazione dell’intelligenza artificiale e degli analytics.

intelligenza artificiale

 

L’accordo Microsoft e SAS

“Grazie a questa partnership, aiuteremo i nostri clienti ad accelerare la crescita e a trovare nuovi modi per guidare l’innovazione con un’ampia gamma di soluzioni analytics di SAS su Microsoft Azure”, ha dichiarato Scott Guthrie, Executive Vice President of Cloud and AI di Microsoft. “SAS, con la sua esperienza negli analytics, data science e machine learning è un partner strategico per Microsoft, insieme aiuteremo i clienti di decine di settori ad affrontare le sfide analitiche più critiche e complesse”. Dello stesso avviso anche Oliver Schabenberger, Chief Technology Officer and Chief Operating Officer di SAS che commenta così il nuovo annuncio: “SAS e Microsoft condividono la stessa visione per aiutare i clienti ad accelerare le iniziative di trasformazione digitale. Sappiamo entrambi che si tratta di arricchire i dati e prendere decisioni migliori. La collaborazione con Microsoft offre ai clienti un percorso più fluido verso il cloud. Ciò significa un accesso più rapido, più potente e più facile alle soluzioni SAS per analisi che tutti, indipendentemente dal livello di competenza, possono comprendere.”
“La partnership tra SAS, leader negli analytics, e Microsoft, leader nel cloud, è un’alleanza interessante” dichiara Steve White, Program Vice President, Channels and Alliances di IDC: “Con SAS che sta pianificando integrazioni con tutto il portfolio cloud di Microsoft, (Azure, Microsoft 365, Dynamics 365 & Power BI) si aprono opportunità per soluzioni congiunte”.

Microsoft e SAS: soluzioni congiunte per l’intelligenza artificiale

SAS e Microsoft stanno lavorando insieme per garantire che i prodotti e le soluzioni SAS possano essere implementati con successo e funzionare in modo efficace su Azure. La partnership includerà anche l’ottimizzazione di SAS Viya, l’ultima release cloud-native, per Azure, e l’integrazione delle soluzioni SAS nel Marketplace Azure, per offrire migliori risultati di business ai clienti. Inoltre, Microsoft e SAS esploreranno opportunità per integrare le capacità analitiche di SAS, compresi modelli specifici per diversi settori di mercato, all’interno di Azure e Dynamics 365, e creeranno nuove soluzioni congiunte integrate con i servizi SAS in più settori. Supportati da attività commerciali congiunte, ulteriori prodotti e soluzioni SAS inizieranno a essere presentati entro la fine dell’anno. Ciò consentirà ai clienti SAS e Microsoft di affrontare alcune delle sfide analitiche più critiche e complesse promuovendo al contempo innovazione continua.

Più scalabilità e flessibilità per i clienti Microsoft e SAS

Questa ulteriore integrazione consentirà ai clienti SAS di sfruttare la scalabilità e la flessibilità del cloud per progetti in ambito AI e analytics per capitalizzare su larga scala la grande quantità di dati generati dall’Internet of Things.
Lo conferma Curtis Dudley, Vice President of Data Analytics della struttura sanitaria Mercy di St. Louis (Missouri), che sta migrando i carichi di lavoro analitici SAS verso Azure: “In Mercy siamo impegnati a migliorare continuamente le cure e i risultati sui pazienti grazie alle potenzialità offerte da analytics e machine learning. Lavorando con Microsoft e SAS, possiamo trarre vantaggio dal software di analytics e dalla piattaforma cloud Azure e così rafforzare la nostra capacità di utilizzare i Real World Evidence per cure e trattamenti migliori. Siamo entusiasti di quello che può portare la partnership tra SAS e Microsoft, ovvero maggiore velocità, scalabilità e un catalogo più ampio di soluzioni in ambito analytics per offrire un nuovo modello di assistenza”.
Un altro esempio viene dalla città di Cary (North Carolina) che sta già utilizzando una soluzione congiunta IoT di Microsoft e SAS per la previsione degli allagamenti: “Tutte le comunità hanno a che fare con allagamenti localizzati e la nostra non fa eccezione – afferma Nicole Raimundo, Chief Information Officer di Cary – Utilizzando sensori, dati meteorologici, analisi IoT SAS e la piattaforma Azure IoT, prevediamo di aumentare la conoscenza della situazione dei livelli di flusso in aumento, prevedere dove potrebbero verificarsi allagamenti e migliorare la nostra risposta alle emergenze attraverso l’automazione. Cary è orgogliosa di poter condividere questi dati con le comunità vicine per aiutarle a servire meglio i propri cittadini”.

L’annuncio arriva in concomitanza con il Virtual SAS Global Forum 2020, il più importante evento internazionale in ambito analytics che quest’anno si terrà in modo virtuale a causa della pandemia COVID-19.
Per ascoltare direttamente dagli executive SAS e Microsoft maggiori dettagli sulla partnership potete collegarvi all’evento SAS Executive Welcome del 16 giugno alle 17.00 ore italiane.


Accordo tra SAS e Microsoft per il futuro dell’intelligenza artificiale - Ultima modifica: 2020-06-15T18:50:15+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!