Il futuro della stampa 3D è già qui, e ora per le tasche di tutti. Per coloro che sono intenzionati a entrare a far parte di questa nuova rivoluzione del produrre oggetti e non dispongono di ingenti somme, è stata lanciata una nuova start-up australiana sul sito di crowdfunding Kickstarter che potrebbe risolvere i problemi a tanti.
Si chiama Eora 3D scanner, si collega allo smartphone, scansiona tutto quello che gli si mette davanti e costa meno di quello che si pensi. La campagna di raccolta fondi ha già superato 211.000 dollari rispetto agli 80.000 che i fondatori avevano fissato come obiettivo per mandare in produzione il questo prodotto.
Il nuovo scanner è disponibile sia con telefoni iOS che Android e il funzionamento è molto semplice. Come si vede anche dal video, basta scaricare un’app gratuita, avviare la scansione e inviare alla stampante il documento salvato nell’apposita gallery.

Inoltre Eora 3D può anche vantare di essere un oggetto di design. Si tratta di un cilindro d’alluminio nella cui parte superiore è stato inserito il sensore scanner e che è dotato di morsetto laterale scorrevole nel quale incastrare il telefonino. A detta degli ideatori, le caratteristi lo scanner ha un raggio d’azione di circa 1 metro e una precisione nei dettagli di dimensioni di meno di 100 micron o dello spessore di un foglio di carta.
La notizia sorprendente è il costo di questa novità. Eora 3D è venduta per soli 330 dollari oppure, per coloro che contribuiscono tramite Kickstarter, a soli 199 dollari. I presupposti per la stampa 3D a portata di mano, e di tasca, per tutti ci sono, non rimane che scoprire se sarà un successo su scala mondiale.

Arriva lo scanner 3D nello smartphone: Eora 3D scanner ultima modifica: 2015-10-23T11:15:39+00:00 da Francesco Marino
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!