Bending Spoons, chi è la società milanese dell’app Immuni

Scopriamo la società italiana scelta dal governo Italiano per l’app Immuni, applicazione a supporto al contenimento dell’emergenza coronavirus.

Bending Spoons è la società milanese la cui app chiamata Immuni è stata scelta dal governo Italiano per il supporto al contenimento dell’emergenza Covid-19 (qui come funziona l’app Immuni). L’azienda ricorda che la Presidenza del Consiglio dei Ministri è il licenziatario dell’uso del prodotto. Bending Spoons agisce completamente gratuitamente, finanziando autonomamente i propri costi e non ricevendo alcun corrispettivo per il suo impegno. Ma scopriamo qualcosa di più su questa giovane società che sviluppa app utilizzate da milioni di persone in tutto il mondo.

Perché Bending Spoons

Togliamoci una curiosità. Bending Spoons letteralmente in italiano significa “cucchiai da piegare”. Il perché del nome e poi del logo dell’azienda, un simbolo di infinito aperto formato da due cucchiai piegati, nasce dal film “Matrix”: “In una scena del film un bambino piega un cucchiaio con il pensiero. Il senso di questo nome si ricollega alla convinzione che per poter avere un impatto determinante per la realtà il modo migliore è guardarla da un punto di vista completamente diverso dagli altri” spiega Matteo Danieli, 34 anni, co-fondatore e responsabile del prodotto.

La storia della società Bending Spoons

Bending Spoons è stata fondata nel 2013 da quattro ragazzi italiani e un polacco, amici, coetanei e compagni di studi. Bending Spoons S.p.A. è un’impresa italiana attualmente proprietaria di una dozzina di applicazioni le quali registrano oltre 200 milioni di download complessivi, 270.000 nuovi utenti al giorno e 45,5 milioni di fatturato nel 2018. Un team composto attualmente da 150 persone che si sta differenziando in un mercato come quello delle app, in crescita esponenziale ma al tempo stesso altamente
competitivo, scommettendo su un portfolio di titoli che interessa ambiti diversi tra loro (wellness e fitness, ritocco di foto, montaggio di video, sicurezza informatica, intrattenimento). Tutti caratterizzati dall’avere bacini di utenti massivi e globali.

Una scelta in controtendenza rispetto ad altri big player che invece si concentrano su un’unica app o un gruppo di app collegate. Questa strategia permette alla società milanese di sfruttare economie di scala e di allocare in maniera flessibile i capitali.

Oltre a una strategia inedita, il vantaggio competitivo più importante sono state le persone. Per assemblare una squadra d’eccellenza e per dare ai tanti talenti in fuga dall’Italia un motivo per restare la società fondata a Copenaghen nel 2013 ha scelto di tornare in Italia a distanza di un anno. A Milano.

Ogni componente del team è stato inserito dopo una fase di attenta valutazione. Tra le aziende o gli istituti da cui provengono i membri della squadra ci sono Google, Apple, McKinsey e il CERN. L’obiettivo di Bending Spoons? Diventare gli indiscussi numeri uno al mondo nello sviluppo e nel marketing di app.

L’amministratore delegato Luca Ferrari afferma: “Sono molto orgoglioso della passione, abnegazione e competenza dei nostri ingegneri, scienziati e di tutto il team Immuni. Abbiamo fatto, e faremo, del nostro meglio“.


Bending Spoons, chi è la società milanese dell’app Immuni - Ultima modifica: 2020-04-20T09:14:26+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!