Data Pitch: le startup e le PMI (piccole e medie imprese) possono richiedere finanziamenti fino a € 100.000 per affrontare le sfide che i dati portano nel settore pubblico ed enterprise.
Tra i partner sostenitori di Pitch provenienti da tutta Europa figurano: Deutsche Bahn (Germania), IMIN (Regno Unito), SpazioDati (Italia), Sonae Retail (Portogallo) e Uniserv GmBH (Germania). Le iniziative di maggior successo riceveranno inoltre esperienze di mentoring e opportunità di investimento attraverso un programma della durata di sei mesi.

Data Pitch: il progetto

Nei prossimi tre anni il Data Pitch fornirà a fino 50 startup e PMI europee un sostegno economico di livello mondiale, inclusi: finanziamenti gratuiti fino a € 100.000, supervisione e consulenze di esperti, opportunità di investimento e accesso ai dati provenienti da imprese consolidate e dal settore pubblico.

Il progetto triennale sarà consegnato dall’Università di Southampton, dall’Istituto Open Data, dalla società di innovazione portoghese Beta-i e dalla piattaforma francese di dati Dawex, inoltre sarà finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020 e seguirà il successo del programma Open Data Incubator for Europe (ODINE).

Come candidarsi

Le candidature per il programma – della durata di sei mesi – e che inizierà da febbraio 2018 sono aperte: startup e le PMI hanno tempo fino al 1° ottobre per presentare la propria domanda di ammissione. Le sfide riguarderanno le problematiche dei settori Retail, Sport e Ricreazione, Analisi dei dati, Trasporti, Gestione dei dati, Salute e Benessere, Empowering degli Utenti Online, Lifelong Learning, Living, Manifattura Smart, Logistica & Maintenance e Turismo.

Elena Simperl, professore presso l’Università di Southampton e direttore del progetto Data Pitch, ha dichiarato: ‘Data Pitch sta facendo qualcosa di molto diverso e importante per l’economia digitale. È infatti il primo acceleratore di dati creato per riunire organizzazioni provenienti da tutta Europa che possiedono dati e che vorrebbero vedere risolti alcuni dei loro problemi di business, per mezzo di start-up che hanno idee fresche per i prodotti e servizi di dati “.

Tatiana Tarasova di Spaziodati ha dichiarato: “La nostra motivazione principale che ci ha spinti a far parte del Data Pitch è stata condividere i nostri dati con altri appassionati di dati e esperti di tecnologia, sfidandoli con domande fondate sui nostri casi aziendali. Le soluzioni a questi problemi miglioreranno la nostra catena di valori dei dati e aiuteranno i nostri clienti a prendere decisioni di vendita e marketing più informate. DataPitch è un’opportunità per tutti noi di connetterci alle startup e alle PMI, condividendo le nostre idee e sostenendo l’innovazione dei dati”.

I partner del progetto

L’Università di Southampton è un istituto leader nella ricerca e nell’insegnamento e vanta una reputazione a livello mondiale nella ricerca e per le borse di studio di alto livello in discipline quali: ingegneria, scienze, scienze sociali, sanità e scienze umanistiche. Con oltre 24.000 studenti, oltre 6000 dipendenti e un fatturato annuo che supera i 500 milioni di sterline, l’Università di Southampton è riconosciuta come una delle migliori istituzioni del paese per l’ingegneria, l’informatica e la medicina, unendo l’eccellenza accademica ad un approccio innovativo e imprenditoriale alla ricerca e all’apprendimento.

L’Open Data Institute (ODI) è un’organizzazione indipendente senza scopo di lucro che riunisce il governo, l’industria e l’università per realizzare i vantaggi degli open data. L’ODI collega, equipaggia e ispira le persone in tutto il mondo per innovare con i dati attraverso corsi di formazione, eventi e consulenze.

Con sede a Lisbona, Beta-i è una delle principali organizzazioni imprenditoriali e di innovazione in Europa. Aiuta le startup nella loro crescita e punta su programmi di accelerazione e innovazione, organizzando eventi, promuovendo investimenti e creando grandi spazi di lavoro in un hub dedicato.

Dawex è un mercato globale di dati nel quale le aziende possono incontrare, acquistare e vendere dati. Qualsiasi tipo di dati, qualsiasi settore, ovunque nel mondo. Grazie al mercato Dawex, i fornitori possono evidenziare il valore dei loro dati pur mantenendo un controllo completo sulla distribuzione e la configurazione dei diritti di utilizzo. Dawex consente di individuare le fonti di dati più pertinenti, programmare gli scambi di dati ricorrenti nel tempo e ricevere notifiche relative a nuove opportunità.

Horizon 2020 è il più grande programma comunitario europeo di ricerca e innovazione, con quasi 80 miliardi di euro di finanziamenti resi disponibili in circa 7 anni (dal 2014 al 2020), oltre agli investimenti privati.

Data Pitch: i numeri

1176 PMI e startup
57 progetti di successo
18 paesi
268 posti di lavoro creati
16 milioni di vendite e investimenti sbloccati

Storie di successo:

Green City Solution: con l’inquinamento atmosferico che causa una morte su sette in tutto il mondo e con il 90% della popolazione urbana che respira aria inquinata ogni giorno, una vasta parte della popolazione mondiale è a rischio di ridurre la durata della vita attraverso problemi di salute come l’asma e le malattie cardiache, ma la qualità dell’aria affligge in particolare i bambini.

Green City Solution ha sviluppato CityTree come parte di ODINE: City Tree è una parete verticale di muschio che aiuta a purificare l’aria inquinata. Utilizza gli open data per informare dove installare la parete e raccoglie dati dai sensori per misurarne l’impatto. La parete è una combinazione brevettata di tecnologia Bio e IoT che utilizza tipologie speciali di muschio per filtrare inquinanti come particolato. A differenza di altri sistemi filtranti, questi inquinanti trasformano in biomassa. CityTree dispone di pannelli fotovoltaici solari e di un sistema di irrigazione controllato dai sensori per massimizzare l’efficienza, la sostenibilità e la raccolta dei dati. Può filtrare tanto inquinamento quanto 275 alberi urbani.

BikeCitizens: offre servizi intelligenti tra cui un pianificatore di rotta e una funzionalità di condivisione delle biciclette per rendere più facile il ciclismo urbano. Il team austriaco ha ricevuto finanziamenti da ODINE un finanziamento da € 99.000 per sviluppare la sua app ciclistica e altri strumenti, sviluppandoli per città con più di 100.000 abitanti. Gli strumenti della squadra sono ora disponibili in più di 400 città in tutto il mondo tra cui: uno strumento per il ciclismo urbano, una mappa dei cittadini di bici e il pianificatore di rotta, la funzione # 5minsbybike, così come molti altri strumenti.

Plume Labs: La missione di Plume è quella di rendere l’aria che respiriamo più trasparente aumentando la consapevolezza nei confronti del più grande pericolo ambientale a livello mondiale: l’inquinamento. Il team raccoglie informazioni sull’inquinamento atmosferico da 200 città in tutto il mondo e rende disponibili le informazioni online. L’anno scorso, la squadra ha addestrato un gruppo di dieci piccioni per prendere il volo su Londra, con sensori di piccole dimensioni progettati per annunciare informazioni in tempo reale sui livelli locali di inquinamento atmosferico. La campagna è stata usata per pubblicizzare un progetto di Crowdfunding per Plume Labs: per testare un nuovo sensore wearable della qualità dell’aria.

 

 

 

Data Pitch: aperte le iscrizioni, fino a 100mila euro di finanziamenti per startup e Pmi ultima modifica: 2017-07-06T12:04:24+00:00 da Web Digitalic
IQ Test WIFI

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!