Hyundai DAL-e: il robot che vende auto sfruttando l’intelligenza artificiale

Il robot della casa coreana è dotato di una tecnologia di intelligenza artificiale all’avanguardia per il riconoscimento facciale e di un sistema di comunicazione automatico basato su una piattaforma di comprensione del linguaggio

Una nuova frontiera all’assistenza dei clienti in concessionaria la propone Hyundai puntando sui robot. Un vero e proprio umanoide in grado di accogliere le persone interessate all’acquisto di un auto nello showroom. Si chiama Hyundai DAL-e, è l’acronimo di “Drive you, Assist you, Link with you-experience”, ed è progettato per aprire la strada al futuro dei servizi automatizzati al cliente.

Le azioni un tempo più banali, come quella di entrare in un negozio e chiedere informazioni su un prodotto, sono diventate più complicate. La pandemia ha ridotto le relazioni sociali e non stupisce che Hyundai abbia pensato ad una macchina capace di dialogare con gli umani. Il DAL-e è dotato di una tecnologia di intelligenza artificiale all’avanguardia per il riconoscimento facciale e di un sistema di comunicazione automatico basato su una piattaforma di comprensione del linguaggio.

Hyundai DAL-e, il debutto a Seoul

Hyundai DAL-e dettaglio

Il 25 gennaio, Hyundai Motor Group ha annunciato l’inaugurazione della DAL-e in uno showroom Hyundai Motor nel sud di Seoul, dove il robot ha iniziato le sue operazioni pilota. Si prevede dopo una fase di test che venga utilizzato in vari campi che richiedono interazioni quotidiane con i clienti, come altri showroom di Hyundai Motor Company e Kia Corporation.

Con il suo corpo umanoide troncato che emana un fascino accogliente (misura 1.160 x 600 x 600 mm e pesa 80 kg), il DAL-e è significativamente più leggero e compatto rispetto ad altri robot di servizio e guida sul mercato.

È dotato di caratteristiche fisiche amichevoli ed emotive per strette interazioni con i clienti. Nel caso in cui un cliente entri nello showroom senza indossare una maschera, l’androide lo riconosce e consiglia al cliente di indossarne una. In termini di capacità di comunicazione, può avviare un dialogo automatizzato e fluido con i clienti fornendo informazioni utili su prodotti e servizi e rispondendo ai comandi touch verbali e sullo schermo.

Hyundai DAL-e

In termini di mobilità, il DAL-e può muoversi liberamente e accompagnare i clienti nei punti designati utilizzando le sue quattro ruote omnidirezionali. Inoltre, fornisce informazioni divertenti, come la spiegazione di veicoli e tecnologie collegandosi in modalità wireless a un grande schermo presso la sede, invitando i visitatori a scattare foto con esso e fornendo feedback gestuali utilizzando le sue braccia mobili.

Nella sala espositiva in cui è pilotato, Hyundai DAL-e è accreditato di facilitare il flusso di lavoro del personale e di offrire un aiuto pratico ai clienti, compresi quelli che non preferiscono essere assistiti da personale umano alla luce del Covid-19 circostanze, così come coloro che visitano la sede durante le ore di punta come il fine settimana.

Hyundai Motor Group prevede di aggiornare continuamente il DAL-e sulla base dei dati delle operazioni pilota, perfezionando le sue capacità operative come un robot Android avanzato .

Il DAL-e è una piattaforma di servizi di nuova generazione in grado di offrire servizi clienti automatizzati in qualsiasi momento. Si prevede che diventerà un messenger in grado di fornire messaggi coerenti ai clienti in modo più intimo e personale rispetto ai robot convenzionali”, ha affermato Dong Jin Hyun, Vicepresidente e Responsabile del Robotics Lab di Hyundai Motor Group. “Con continui aggiornamenti e miglioramenti, DAL-e fornirà esperienze fresche e piacevoli ai nostri stimati clienti in un ambiente senza contatto. Il nostro obiettivo è consentire a DAL-e di impegnarsi in una comunicazione fluida e divertente con i clienti e di offrire loro servizi di valore“.


Hyundai DAL-e: il robot che vende auto sfruttando l’intelligenza artificiale - Ultima modifica: 2021-01-27T14:16:31+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!