Tutte le novità del VMworld 2020

Tutte gli annunci del VMworld 2020, l’appuntamento di VMware per presentare le nuove soluzioni dedicate alle aziende

Il VMworld 2020 è stato un evento in cui sono state annunciate molte novità, in un’edizione virtuale in cui l’innovazione non si è fermata.

“Il 2020 è stato un anno straordinario e impegnativo, abbiamo dimostrato a noi stessi che l’empatia combinata all’urgenza è una combinazione potente” ha dichiarato Pat Gelsinger, CEO di VMware durante il suo keynote al VMworld 2020. Un’edizione completamente virtuale quella di quest’anno a causa dell’attuale emergenza sanitaria, in occasione della quale VMware ha presentato un’ampia gamma di soluzioni e servizi per aiutare i clienti a sopravvivere e crescere in uno degli scenari di mercato più turbolenti e difficili di sempre, con novità che riguardano il digital workspace, le piattaforme cloud, la modernizzazione delle app, il networking e la sicurezza.

VMworld 2020

Pat Gelsinger, CEO di VMware al VMworld 2020

VMworld 2020: le novità

Soluzioni Future Ready Workforce per una forza lavoro distribuita

Future Ready Workforce combina le funzionalità della piattaforma Secure Access Service Edge (SASE), di Digital Workspace e di Endpoint Security leader del settore per aiutare l’IT a gestire e ottimizzare l’accesso sicuro a qualsiasi applicazione, su qualsiasi cloud e da qualsiasi dispositivo, fornendo al contempo un’esperienza utente semplice, ad alte prestazioni e più sicura per la forza lavoro distribuita. “Le organizzazioni stanno affrontando uno scenario del tutto eccezionale”, ha dichiarato Rajiv Ramaswami, Chief Operating Officer, Products and Cloud Services di VMware: “Con le soluzioni VMware Future Ready Workforce aiutiamo le aziende a consentire alle persone di lavorare da qualsiasi luogo con sicurezza intrinseca, offrendo una user experience positiva e minore complessità operativa”.

VMworld 2020 Project Monterey: cloud ibrido

In tema di architettura e cloud ibrido, VMware al VMworld 2020 annuncia Project Monterey, incentrato sull’evoluzione della sua architettura per il data center, il cloud e l’edge per rispondere alle mutevoli esigenze delle applicazioni di prossima generazione, incluse le applicazioni di AI, machine learning e 5G. La nuova iniziativa estende la VMware Cloud Foundation a supporto della tecnologia SmartNIC per prestazioni più elevate, sicurezza distribuita e operations coerenti per tutte le applicazioni. Il tutto con il supporto dell’ecosistema dei partner: VMware sta collaborando con Intel, NVIDIA e Pensando per sfruttare le rispettive tecnologie SmartNIC nell’ambito di questo progetto, mentre le system company Dell Technologies, HPE e Lenovo forniranno sistemi integrati basati su Project Monterey.

La partnership con NVIDIA per portare l’AI a ogni azienda

Oltre al Project Monterey, la collaborazione di VMware con NVIDIA si estende all’ambito dell’AI: grazie a questa partnership, il set di software AI disponibile sull’hub NVIDIA NGC sarà integrato in VMware vSphere, VMware Cloud Foundation e VMware Tanzu. Ciò consentirà alle aziende di estendere l’infrastruttura esistente, gestire tutte le applicazioni con un unico set di operations e implementare un’infrastruttura AI-ready dove i dati risiedono, attraverso il data center, il cloud e l’edge, contribuendo ad accelerare l’adozione dell’AI da parte delle aziende.

Tanzu Editions per semplificare la modernizzazione delle applicazioni

A solo un anno dal suo debutto, il portfolio Tanzu, pensato per accelerare gli sforzi di modernizzazione dell’infrastruttura dei clienti e delle app, si espande ulteriormente, con un ampliamento dell’ecosistema di partner. Sono stati infatti annunciati gli aggiornamenti del supporto di Tanzu per VMware Cloud on AWS, Azure VMware Solution e Oracle Cloud VMware Solution. Viene, inoltre, avviata una partnership con GitLab, la piattaforma DevOps fornita come applicazione singola, per semplificare la pipeline di sviluppo e far convergere gli sviluppatori delle applicazioni e i team delle operations verso l’obiettivo condiviso di cicli di rilascio rapidi e sicuri.

VMworld 2020: il Multi-Cloud del futuro

VMware al VMworld 2020 continua a puntare sulla sua strategia multi-cloud per permettere alle aziende sfruttare il potenziale di qualsiasi cloud, offrendo al tempo stesso una migliore sicurezza e operations semplificate. Fra le novità annunciate in questo settore rientrano le nuove funzionalità per VMware Cloud on AWS (fra cui il supporto per VMware Tanzu, VMware Transit Connect e i miglioramenti di VMware HCX), VMware Azure e VMware Cloud on Dell EMC. È stata inoltre annunciata l’intenzione di acquisire SaltStack per rafforzare il portfolio di Cloud Automation.

VMware Virtual Cloud Network, una rete pronta per il futuro

La nuova realtà, fatta di lavoro da remoto, architetture applicative native cloud e ambienti di calcolo multi-cloud ed edge, introduce una complessità per la quale la rete tradizionale non era progettata. Nel processo di modernizzazione della rete, VMware sta portando innovazioni per la Virtual Cloud Network in tre aree: automazione che abilita l’esperienza del cloud pubblico; connettività delle applicazioni moderne e dei servizi di sicurezza, soluzioni che ri-immaginano ciò che è possibile nella sicurezza della rete.

VMworld 2020: la sicurezza

In tema di sicurezza, oltre alle funzionalità estese per VMware SASE Platform, Workspace Security VDI e Workspace Security Remote, sono state presentate VMware Carbon Black Cloud Workload, una soluzione di protezione avanzata pensata appositamente per la sicurezza dei carichi di lavoro moderni, un’offerta ampliata per VMware NSX Advanced Threat Prevention che riunisce sandbox, analisi del traffico di rete e funzionalità di rilevamento e risposta per la rete, e le integrazioni one-click con Zscaler per consentire ai clienti comuni di impedire alle minacce zero-day di impattare sugli endpoint e permettere un vero accesso condizionale zero trust alle applicazioni interne.

La rafforzata partnership con Lumen Technologies

VMware e Lumen Technologies rafforzano la loro attuale partnership puntando ad aiutare le aziende ad espandersi attraverso data center, cloud ed edge, spostando le applicazioni aziendali che richiedono una bassa latenza e una localizzazione efficiente più vicino alle interazioni digitali.
Il portafoglio di soluzioni edge di Lumen costruito e integrato con VMware Cloud Foundation, consentirà alle aziende di implementare innovazioni con una latenza di millisecondi a oltre 2.200 data center pubblici e oltre 170.000 sedi aziendali in fibra in tutto il mondo.


Tutte le novità del VMworld 2020 - Ultima modifica: 2020-10-02T08:13:22+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Packaging Premiere

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!