Coronavirus, Amazon rinuncia al MWC 2020 e cresce la lista di ritiri

Il colosso dell’e-commerce si unisce a Nvidia, Ericsson e LG e annuncia che non parteciperà al Mobile World Congress che si terrà dal 24 al 27 febbraio a Barcellona.

Amazon rinuncia al MWC 2020. La notizia sarebbe stata comunicata dallo stesso colosso dell’e-commerce ad alcuni media spagnoli. Amazon è la quarta grande azienda a disertare il Mobile World Congress, la più importante fiera al mondo della telefonia, e si unisce a Nvidia, Ericsson e LG annunciando che non parteciperà all’evento di Barcellona che si terrà dal 24 al 27 febbraio.

Il motivo è strettamente legato ai timori dell’epidemia del coronavirus. La decisione di fatto è stata motivata da Amazon con l’allerta sanitaria globale per la diffusione del coronavirus. “A causa delle continue preoccupazioni per il nuovo coronavirus, Amazon si ritirerà dalla partecipazione al Mobile World Congress“, ha detto una fonte ufficiale all’agenzia Efe.

Un nuovo colpo per l’organizzazione dell’evento dopo che questa settimana il gigante americano Nvidia, la multinazionale sudcoreana LG e lo svedese Ericsson avevano annunciato il ritiro a causa del coronavirus. Tuttavia, GSMA, l’associazione organizzatrice della fiera di Barcellona, ha assicurato che il congresso si terrà “come previsto” e che saranno prese tutte le misure preventive necessarie per prevenire la diffusione del virus.

amazon rinuncia al MWC 2020

Amazon rinuncia al MWC 2020 ma nonostante le defezioni eccellenti, l’ad di Gsma, John Hoffman, citato dal quotidiano catalano La Vanguardia, ha ringraziato i partecipanti cinesi al salone, in particolare Zte e Huawei, per aver confermato la loro presenza prendendo allo stesso tempo misure rigidissime per i loro staff in trasferta a Barcellona. Gli organizzatori prevedono la presenza di 2800 espositori. Ogni anno la fiera attira quasi 110 mila persone da tutto il mondo. Il sindaco di Barcellona, Ada Colau, da parte sua ha chiesto ieri di non alimentare l'”allarme sociale” e si è detta convinta che il Mobile World Congress “potrà svolgersi in perfetta normalità“.

Oltre a tutte le misure sanitarie e di sicurezza messe in atto” si legge inoltre in una nota di Gsma, “stiamo collaborando con le autorità sanitarie spagnole, i partner della città ospitante e le altre agenzie coinvolte per rassicurare i partecipanti e gli espositori che la loro salute e sicurezza sono la principale preoccupazione“.

Update ore 11.00 – 10 febbraio 2020: anche Sony ha annunciato il ritiro, quinta azienda in coda alle sopra citate. Sony ha dichiarato che la conferenza stampa, in cui dovrebbe mostrare il suo ultimo flagship Xperia, andrà avanti come previsto, ma ora sarebbe trasmessa in streaming in diretta via Internet.

“Considerando la massima importanza per la sicurezza e il benessere dei nostri clienti, partner, media e dipendenti, abbiamo preso la difficile decisione di ritirarci dall’esibizione e dalla partecipazione al MWC 2020 di Barcellona, ​​in Spagna”, ha affermato la società.

Update ore 10.00 – 11 febbraio 2020: anche Intel, Vivo e NTT Docomo si sono uniti alla crescente lista di aziende che si sono ritirate del tutto o in parte dal Mobile World Congress di  Barcellona. In precedenza, Amazon, Ericsson, LG, Nvidia, Sony, TCL e ZTE hanno dichiarato che non parteciperanno (o ridurranno significativamente la loro presenza) a causa del focolaio di coronavirus in corso. 


Coronavirus, Amazon rinuncia al MWC 2020 e cresce la lista di ritiri - Ultima modifica: 2020-02-11T10:15:03+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!