Nuovi dettagli emergono riguardo il minuzioso lavoro di Samsung sullo smartphone pieghevole: ecco il brevetto che mostra un diverso tipo di dispositivo pieghevole.

Render Samsung pieghevole

Non riusciremo ad avere pace finché non sarà ufficiale, eppure il silenzio di Samsung riguardo la sua nuova creatura viene spesso permeato da novità e voci di corridoio.
Questa volta parliamo dello smartphone pieghevole di Samsung, ma in particolare di un nuovo brevetto registrato che non ha proprio nulla a che fare con il prototipo presentato agli inizi di novembre.

L’ultimo brevetto noto del pieghevole

Quando sembrava che il concept dello smartphone pieghevole di Samsung stesse finalmente prendendo forma nell’ideale collettivo, ecco nuovi render che rimescolano di nuovo le carte in gioco.
È Let’sGoDigital, ancora una volta, a dare rilievo ai brevetti pubblicati solo il 29 novembre dal WIPO, ovvero il World Intellectual Property Office.
Dalle immagini si evince che si tratta di device pieghevoli che presentano diverso funzionamento, e in effetti sono molto lontani da ciò che abbiamo visto l’8 novembre.

Il dispositivo pieghevole emerso nelle ultime ore è sostanzialmente diverso dal prototipo mostrato durante la conferenza di Samsung, e consta di due display posizionati l’uno accanto all’altro. Sembrerebbero due smartphone affiancati, ma nel complesso trattasi di un unico device tenuto insieme da un sistema magnetico.

Brevetto pieghevole Samsung

I due display ravvicinati, comunque, restituiscono un’immagine continua: sul pannello sinistro vengono visualizzati dati come l’orario, lo stato della batteria, notifiche e segnale, mentre quello destro rimane libero. Quest’ultimo, potrebbe essere sfruttato anche come una tastiera virtuale, rendendo il primo lato lo schermo su cui comparirà ciò che viene scritto: una sorta di laptop in miniatura, insomma.

Osservandolo da chiuso, comunque, questo singolare smartphone pieghevole presenta un terzo display dalle dimensioni più ridotte, che dovrebbe attivarsi una volta piegato lo smartphone.

Inoltre, i dettagli che emergono da questo brevetto appena reso pubblico riguardano la presenza del jack per le cuffie da 3.5 millimetri e due fotocamere, di cui una anteriore accompagnata dai consueti sensori, ed una posteriore affiancata da un flash.

Non è il Galaxy F

Sebbene si tratti di una scoperta che rimette ancora una volta in discussione la presenza estetica e le dinamiche di funzionamento dello smartphone pieghevole in arrivo, con alte probabilità questo design non rispecchia l’ormai noto come Galaxy F.
Il brevetto, infatti, è stato registrato lo scorso maggio, e potrebbe rappresentare soltanto una delle strade battute da Samsung alla ricerca della soluzione pieghevole ideale da proporre al grande pubblico.

Tuttavia, non è da escludere che in futuro potremmo vedere un dispositivo “multi-angolo” di questo tipo: del resto, Samsung agli inizi del 2019 darà soltanto il via ad una gamma di pieghevoli che potrebbe presentare, però, svariate declinazioni.

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!