Arriva la conferma del fondatore della famosa applicazione di messaggistica istantanea: Telegram non riceve più aggiornamenti su iOS per volere di Apple.

telegram bloccata apple

Gli utenti che utilizzano in maniera regolare Telegram sul proprio iPhone o iPad devono essersene accorti da un pezzo: risale al 24 Marzo l’ultimo aggiornamento di Telegram per iOS, e da metà Aprile Apple non ha più concesso gli update per l’app di IM.

Dopo il ritiro di Telegram X dall’App Store, arriva questa conferma come un fulmine a ciel sereno, e ad annunciarla è nientemeno che il CEO di Telegram, Pavel Durov, che sul suo canale di Telegram ha voluto mettere le cose in chiaro per spiegare agli utenti del servizio il motivo per cui si stanno verificando dei problemi con gli utenti del brand di Cupertino, e scusarsi.

Il freno tirato agli aggiornamenti di Telegram stanno non solo causando qualche fastidio a coloro che ne usufruiscono da iOS a causa dell’impossibilità di correggere i normali bug cui un’applicazione di questo tipo può essere soggetta, ma addirittura l’app non risulta al momento compatibile con l’ultima versione di iOS rilasciata, ovvero la 11.4, dal momento che non può essere scaricato l’update necessario poiché impedita l’immissione in App Store.

I presunti motivi del blocco

Ma cosa può essere successo di tanto grave da indurre Apple a tagliare gli aggiornamenti di un’applicazione ormai così diffusa?

A monte di questa incredibile questione sembrano esserci ragioni politiche: è lo stesso Durov a palesare una curiosa coincidenza per quanto riguarda il blocco agli aggiornamenti di Telegram da parte di Apple, che sembra risalire proprio agli stessi giorni in cui Telegram è stata bannata dalla Russia.

Ebbene, l’applicazione non può essere utilizzata in maniera corretta nella sua terra natìa da quasi un mese e mezzo, a causa delle richieste da parte dei servizi segreti russi che hanno richiesto a Durov e ai suoi le chiavi per decrittare le conversazioni criptate di tutti i suoi utenti.

Si legge nel messaggio di Durov:

Apple ha impedito gli aggiornamenti di Telegram su iOS in tutto il mondo, da quando le autorità russe hanno ordinato ad Apple di rimuovere Telegram dall’App Store.
La Russia ha bannato Telegram nel suo territorio in Aprile perché ci siamo rifiutati di fornire le chiavi di decrittazione delle conversazioni di tutti i nostri utenti alle agenzie di sicurezza.”

Sfortunatamente,” – continua – “Apple non è al nostro fianco.

Privacy e GDPR

I motivi del rifiuto di Durov di fornire gli strumenti necessari a decodificare le conversazioni di tutti gli utenti di Telegram fanno capo a questioni di privacy alla base del concept dell’applicazione:

Crediamo di aver fatto l’unica cosa possibile, preservando il diritto dei nostri utenti alla privacy in un paese problematico.

E proprio a proposito di privacy, il fondatore di Telegram esprime la sua difficoltà dal momento che, a causa del blocco degli aggiornamenti, l’applicazione non risulta completamente conforme al nuovo GDPR in vigore.
Purtroppo, per la non conformità sono previste sanzioni molto dure da parte della Commissione Europea: non resta che sperare in una risposta chiarificatrice di Apple che metta fine al blocco degli aggiornamenti dell’applicazione.

 

AGGIORNAMENTO: Apple sblocca Telegram

 

Apple sblocca Telegram: approvato l’aggiornamento della APP


 

 

Telegram Web porta le tue chat in qualsiasi postazione

 

Telegram arrivano le chiamate vocali e sono crittografate

 

 

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!