Nuova Vespa Elettrica: più potente, silenziosa e connessa

Presentata ad Eicma Milano 2019 è la versione da 70 Km/h nata per un utilizzo prettamente urbano

Debutto all’Eicma 2019 di Milano per la nuova Vespa Elettrica. Più silenziosa, ecologica, innovativa e oggi ancora più potente. Frutto dell’esperienza maturata dal Gruppo Piaggio sulla Power Unit e sulla batteria agli ioni di litio, Vespa Elettrica è ora disponibile anche nella nuovissima versione da 70 km/h.

Le maggiori prestazioni di cui è capace la nuova Vespa Elettrica da 70 km/h, omologata come motociclo, derivano da una ottimizzazione generale di tutti i componenti. Power Unit, Vehicle Management System e pacco batterie. Ne deriva una velocità massima superiore senza intaccare le doti di accelerazione tipiche di Vespa Elettrica e mantenendo pressoché invariata l’autonomia. In modalità ECO, con velocità limitata a 45 km/h, Vespa Elettrica 70 km/h garantisce infatti la medesima autonomia massima fino a 100 km, mentre in modalità Power è possibile percorrere fino a 70 km.

nuova vespa elettrica profilo

La batteria mantiene inalterati dimensioni e peso della versione originale, ma è stata oggetto di modifiche ai componenti interni con l’obiettivo di erogare una potenza continuativa più elevata.

Vespa Elettrica 70 km/h si distingue inoltre per alcuni dettagli stilistici specifici. La molla dell’ammortizzatore anteriore è verniciata di rosso, tinta che viene ripresa anche sui fregi presenti sulla cover della Power Unit e sulla targhetta “Elettrica”.

Il cuore della nuova Vespa Elettrica

Nuova Vespa Elettrica ha una Power Unit in grado di erogare una potenza continua di 3,6 kW e una potenza di picco di 4 kW. Valori che, uniti a una coppia motrice alla ruota nell’ordine dei 200 Nm, consentono di ottenere prestazioni superiori a quelle di un tradizionale scooter 50 cc, soprattutto per quanto riguarda l’accelerazione e lo spunto in salita che beneficia della tipica erogazione brillante dei motori elettrici.

La batteria della Vespa Elettrica

nuova Vespa elettrica batteria

Vespa Elettrica garantisce una autonomia massima fino a 100 km e la batteria agli ioni di litio, esattamente come quella che equipaggia i moderni smartphone, non necessita di particolari precauzioni.

Per la ricarica della batteria è sufficiente svolgere il cavo situato nel vano sottosella, dove solitamente è situato il tappo del serbatoio carburante, e collegare la spina a una normalissima presa elettrica a muro, oppure a una delle colonnine di ricarica sempre più diffuse nelle grandi città. Il tempo standard necessario per una ricarica completa è pari a 4 ore (con tensione di 220 V).

La batteria garantisce un’ottima efficienza fino a 1000 cicli di ricarica completi: ciò si tramuta in una percorrenza variabile tra i 50.000 e i 70.000 km, equivalenti a circa dieci anni di utilizzo di un mezzo nato per il commuting urbano.

Nuova Vespa, ancora più connessa

nuova vespa elettrica connessa

Nuova Vespa Elettrica non è solo un veicolo silenzioso, ecologico e tecnologicamente avanzato; è anche, e soprattutto, connesso: le numerose funzionalità offerte da VESPA MIA, il sistema multimediale che consente di collegare lo smartphone al veicolo, possono essere gestite attraverso un’interfaccia uomo-macchina che incorpora una strumentazione digitale con display TFT a colori di 4,3 pollici, sempre ben leggibile grazie al sensore crepuscolare che adatta sfondo e colore dei caratteri a seconda delle condizioni di luce rilevate (modalità diurna/notturna) e alla possibilità di regolarne la luminosità su 4 livelli.

Per Vespa Elettrica è disponibile anche il supporto per smartphone, dotato di un pratico sistema di fissaggio allo specchio retrovisore e proposto in vari formati compatibili con i più diffusi dispositivi. L’offerta di accessori è completata dall’antifurto meccanico sella-manubrio e da una linea di antifurti meccanici personalizzati.


Nuova Vespa Elettrica: più potente, silenziosa e connessa - Ultima modifica: 2019-11-06T11:30:47+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente