I ricercatori dell’Università di Washington hanno dimostrato che sia possibile generare trasmissioni Wi-Fi attraverso segnali che sono in grado di consumare energia 10,000 inferiore rispetto alle tecnologie convenzionali delle quali tutti noi usufruiamo abitualmente. Tale tecnologia è stata soprannominata “Passive Wi-Fi” – Wi-Fi passivo – e potrebbe rappresentare un’autentica svolta nei prossimi anni.

Il Wi-Fi Passivo funziona disaccoppiando le operazioni digitali e analogiche coinvolte nella trasmissione radio. Siccome sono i componenti radio analogici quelli che necessitano di così tanta energia, i ricercatori hanno spostato al di fuori di un dispositivo di rete collegato che invia un segnale ad una stanza o un ambiente. Questo segnale viene poi assorbito e riflesso tramite un interruttore digitale su componenti digitali che hanno una potenza decisamente inferiore, al fine di inviare i tradizionali pacchetti Wi-Fi. Quindi, il risparmio di energia continua ad impilarsi fino quando ci sono più dispositivi che utilizzano i componenti di potenza molto bassi nella gamma di un singolo trasmettitore di potenza superiore.

“Tutta la rete, è costituita da parti collegate fra loro ad un unico dispositivo e in questo modo si consuma moltissima energia. I dispositivi passivi riflettono soltanto per generare i pacchetti Wi-Fi, che diverrebbero un modo ad alta efficienza energetica per comunicare. Siamo in grado di ottenere la connessione Wi-Fi a fronte di un consumo energetico 10.000 volte inferiore rispetto a qualsiasi altro prodotto presente sul mercato” ha dichiarato Shyam Gollakota, assistente alla cattedra di scienze informatiche e ingegneria dell’Università di Washington.

Questa tecnologia è in grado di trasmettere segnali Wi-Fi ad una velocità che raggiunge gli 11 megabit al secondo e questi possono essere decodificati su uno qualsiasi dei miliardi di dispositivi con connettività Wi-Fi esistenti, compreso il vostro smartphone. Nel campus dell’Università di Washington, il Wi-Fi Passivo ha raggiunto una serie di comunicazione di 100 piedi (30 metri), che è certamente meglio di molti router di casa.

Di certo è impressionante, e ciò significa che il Wi-Fi Passivo sia in grado di inviare i dati consumando 1.000 volte meno energia rispetto agli standard a basso consumo energetico già esistenti, come ad esempio Bluetooth e Zigbee. Questo sistema è potenzialmente non solo un punto di svolta per i dispositivi collegati familiari, ma un’apertura in un mercato di prodotti connessi completamente nuovi.
Il Wi-Fi Passivo è presentato ufficialmente nel corso del Simposio USENIX, dedicato alla progettazione e implemento dei sistemi di networking che verranno presentati il prossimo marzo in California.

Arriva il Wi-Fi Passivo che consuma 10.000 volte meno energia ultima modifica: 2016-12-14T16:40:43+00:00 da Web Digitalic
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!