Il paese più felice del mondo: la classifica, 1a Finlandia, e l’Italia?

La classifica del Paese più felice al mondo nell’anno della pandemia premia la la Finlandia: è il paese più felice al mondo, mentre l’Italia guadagna tre posizioni ma non rientra nemmeno nelle prime venti

Il paese più felice del mondo? la classifica dice la Finlandia. A decretarlo è la speciale classifica del World Happiness Report di quest’anno, secondo i dati raccolti dal Gallup World Poll. World Happiness Report, la ricerca che redige annualmente la classifica dei Paesi più felici al mondo, quest’anno si è trovata ad affrontare una sfida unica. Ovvero analizzare gli effetti della pandemia sul benessere soggettivo delle persone. Il  20 marzo, ricorre la Giornata internazionale della felicità.

Il Paese più felice del mondo classifica

Il Paese più felice del mondo, la classifica vede al 1° posto la Finlandia

Il paese più felice del mondo: la classifica

Per il terzo anno consecutivo la Finlandia è  al primo posto nella classifica paese dove si è più felici al mondo. E l’Italia? Magra consolazione. Siamo al 25esimo posto. Ma risaliamo tre posizione rispetto al 2019. L’Italia infatti sale dal 28esimo al 25esimo posto, nonostante l’anno terribile che ci lasciamo alle spalle.

La classifica dei paesi più felici al mondo

1 Finlandia
2 Islanda
3 Danimarca
4 Svizzera
5 Olanda
6 Svezia
7 Germania
8 Norvegia
9 Nuova Zelanda
10 Austria
11 Israele*
12 Australia
13 Irlanda
14 stati Uniti
15 Canada
16 Repubblica Ceca*
17 Belgio
18 Regno Unito
19 Provincia di Taiwan in Cina
20 Francia
21 Arabia Saudita
22 Slovacchia *
23 Croazia*
24 Spagna 24
25 Italia 25
26 Slovenia
27 Emirati Arabi Uniti
28 Estonia*
29 Lituania*
30 Uruguay*
31 Kosovo *
32 Cipro
33 Kirghizistan *
34 Lettonia*
35 Bahrein
36 Kazakistan
37 Malta
38 Chile*
39 Polonia*
40 Giappone
41 Brasile *
42 Serbia*
43 Ungheria*
44 Maurizio
45 Mongolia*
46 Messico*
47 Argentina *
48 Tailandia*
49 Moldova *

In termini statistici la differenza è minima ma diventa interessante considerando che l’Italia è stato uno dei paesi con la più ampia incidenza di vittime per Covid in relazione al numero di abitanti (insieme a Stati Uniti, Regno Unito, Belgio, Spagna e Repubblica Ceca, tra gli altri). Il Report è supportato da varie organizzazioni, tra le quali, in Italia, per il quinto anno la Fondazione Ernesto Illy e Illycaffè.

Il paese più felice del mondo, perché Finlandia sì, Italia no?

Ma perché i finlandesi sorridono di più? Secondo il Report il posizionamento della Finlandia è da attribuire principalmente alla fiducia della popolazione nei confronti della propria comunità, elemento che ha contribuito al benessere delle persone.

L’Italia guadagna posizioni, tuttavia a differenza di altri Paesi, secondo i ricercatori del World Happiness Report, la risposta al virus è stata insoddisfacente, principalmente per una scarsa adesione dei cittadini alle misure richieste e i pochi controlli, nonostante le misure stringenti.

La pandemia ci ricorda tutte le minacce ambientali che ci affliggono – ha commentato l’economista e saggista statunitense Jeffrey D. Sachs, presidente di United Nations Sustainable Development Solutions Network – l’urgente necessità di collaborare e le difficoltà di ottenere tale collaborazione in ogni singolo Paese e globalmente.

Il report ha cercato di rispondere inoltre ad una domanda fondamentale. Perché i tassi di mortalità sono così diversi nel mondo? Il dato è infatti molto più alto in America e in Europa rispetto ad Asia, Australia e Africa.

I fattori determinanti includono: l’età della popolazione, l’essere un’isola o meno, la prossimità ad altre zone altamente infette. Alcune differenze culturali, inoltre, hanno ulteriormente contribuito a modificare il tasso.

Classifica paese più felice del mondo: motivazioni

 

La fiducia nelle istituzioni pubbliche; la conoscenza maturata in epidemia precedenti; la disuguaglianza nel reddito; la presenza di una donna come capo del governo e persino la probabilità di ritrovare i beni smarriti, come un portafoglio.

La questione della salute mentale è stata una delle grandi ricadute della pandemia, ma anche del conseguente lockdown. Quando la pandemia è iniziata, c’è stato un significativo e immediato declino nei livelli di salute mentale in diversi Paesi.

Le stime variano molto a seconda dei criteri di misurazione adoperati, ma il dato qualitativo è simile. Nel Regno Unito, per esempio, a maggio 2020 il tasso generale di salute mentale è stato di 7.7% inferiore rispetto a quanto previsto se non ci fosse stata la pandemia. Il numero di problemi legati alla salute mentale è stato superiore del 47%.

Ed infine il distanziamento sociale. La pandemia ha avuto un significativo effetto sul lavoro, limitando i contatti tra colleghi e causando un aumento del senso di solitudine e di isolamento soprattutto in chi già ne pativa gli effetti.


Il paese più felice del mondo: la classifica, 1a Finlandia, e l’Italia? - Ultima modifica: 2021-03-20T10:50:23+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Cyber Security

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!