Voce di Amazon Alexa: delusione ed eccitazione con i toni realistici

Grazie alle chatbot derivate dallo sviluppo dell’intelligenza artificiale l’assistente intelligente parlerà “con sentiment”

Amazon ha annunciato ieri di aver introdotto due nuove funzionalità di Alexa che consentirebbero agli sviluppatori di offrire un’esperienza vocale più naturale e intuitiva. La voce di Amazon Alexa mostrerà più  emozione dalla voce vagamente robotica che lo caratterizzava.

Amazon Alexa potrebbe parlare con tono felice/eccitato se usato quando rispondete correttamente a una domanda a quiz, e con tono deluso/empatico quando usato per chiedere un punteggio sportivo della squadra del cuore ed ha perso.

Inoltre, puoi anche fare in modo che Alexa risponda in uno stile parlato che si rivolge maggiormente a un tipo specifico di contenuti, tra cui notizie e musica. Il tutto per il momento solo negli Stati Uniti.

Inoltre gli utenti australiani potranno abilitare uno stile di conversazione specifico per l’Australia. Per far si che funzioni, la voce di Amazon Alexa si avvale di una tecnologia Neural TTS (NTTS), che è la tecnologia di sintesi vocale di Amazon che consente “un discorso dal suono più naturale”.

Voce di Amazon Alexa cover

Sebbene le registrazioni vocali appena modificate non siano in grado di articolare bene le emozioni, suonano molto meglio rispetto alla sua voce robotica monotona.

Durante lo svolgimento di test sulla nuova voce di Amazon Alexa lo stile delle notizie è stato percepito come più naturale del 31% rispetto alla voce standard di Alexa e lo stile musicale è stato percepito come più naturale dell’84%”, afferma il blog di Amazon. Inoltre, secondo i primi feedback dei clienti, la soddisfazione generale dell’esperienza vocale è aumentata del 30% quando Alexa ha risposto con emozioni.

Il tutto grazie alla strada spianata dall’intelligenza artificiale in cui una delle sue forme più popolari di innovazione include i chatbot. E sebbene i chatbot abbiano trovato la loro strada in una serie di applicazioni, una delle loro principali sfide è sempre stata quella dell’incapacità di conversare come fa un essere umano. ma ora Amazon si sta avvicinando alla perfezione.


Voce di Amazon Alexa: delusione ed eccitazione con i toni realistici - Ultima modifica: 2019-11-28T09:30:45+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!