Voxel printing, la tecnologia che stampa i dati in 3D

La visualizzazione ha una nuova frontiera. Si tratta della tecnologia di stampa voxel che consente di rappresentare i dati in forma multimaterica.

La visualizzazione ha una nuova frontiera. Si tratta della tecnologia di stampa voxel che consente di rappresentare i dati in forma multimaterica.
La manifattura additiva riesce ora a stampare fisicamente e riprodurre dati diversi tra loro, provenienti dal cloud, dai grafici, da volumetrie… La tecnologia di stampa voxel converte i set di informazioni in un materiale che “fluttuando”, si deposita creando forme particolari anche molto belle da vedere. Il materiale usato infatti è un fotopolimero, una resina trasparente che può essere utilizzata anche in più colori simultaneamente. La sua trasparenza permette di visualizzare meglio i punti in cui si connettono i dati diversi tra loro, le line e le curve che seguono. Il progetto, firmato The Mediated Matter Group, gruppo di ricerca che fa capo al MIT, dimostra che le informazioni che spesso si fermano a essere visualizzate in uno schermo, possono essere convertite in un oggetto fisico. Creare queste “opere” di dati risolverebbe il problema di alterazione e perdita delle informazioni.

Voxel printing

Voxel printing

Voxel printing


Voxel printing, la tecnologia che stampa i dati in 3D - Ultima modifica: 2018-12-23T11:59:11+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!