WiFi gratis ai Comuni: il terzo bando è un successo di richieste

I beneficiari del bonus europeo saranno selezionati in base al principio “primo arrivato, primo servito”, garantendo nel contempo l’equilibrio geografico

Sono oltre 11mila le domande presentate dai Comuni europei a valere sul terzo bando di WiFi4EU, l’iniziativa promossa dall’UE per la diffusione di connessioni wifi gratis ai Comuni e precisamente negli spazi pubblici, come biblioteche, piazze e parchi.

Durante la breve finestra disponibile per inviare le candidature, fra il 19 e il 20 settembre, la Commissione Ue ha reso noto di aver ricevuto oltre 2mila richieste nei primi due secondi disponibili. I nomi dei beneficiari saranno annunciati nel mese di ottobre. Lo scorso anno alla “prima call” furono 224 i Comuni italiani (il numero massimo consentito a quel bando) che si aggiudicarono uno dei voucher da 15mila euro erogati da Bruxelles, finanziati per l’installazione di reti internet Wifi.

Nel dettaglio con la prima call WiFi4EU, pubblicata a novembre 2018 con un budget di 42 milioni di euro, sono stati assegnati 2.800 voucher, mentre con la seconda call dello scorso aprile 2019 sono stati erogati 3.400 voucher, per uno stanziamento complessivo di 51 milioni di euro.

Le prime due ‘call’ di Wifi4Eu per offrire WiFi gratis ai Comuni hanno distribuito in totale 6.200 voucher in tutta Europa, 734 dei quali sono andati a località italiane. L’ultimo bando aveva registrato la candidatura di 10mila comuni.

Advertising

wifi free ai comuni

I voucher erogati potranno essere utilizzati per coprire le spese relative all’attrezzatura e all’installazione degli hotspot wifi; i costi per la connettività (abbonamento a Internet) e la manutenzione delle attrezzature per almeno 3 anni saranno invece a carico delle amministrazioni locali.

I beneficiari si faranno carico anche dei costi relativi alle procedure d’appalto per individuare l’azienda cui affidare il servizio di installazione della rete wifi. Le imprese di impianti wifi interessate ad offrire i propri servizi ai Comuni possono registrarsi nella sezione dedicata del portale WiFi4EU.

E sempre i beneficiari della WiFi gratis ai Comuni saranno selezionati in base al principio “primo arrivato, primo servito”, garantendo nel contempo l’equilibrio geografico. Per il terzo bando ad ogni paese partecipante sono garantiti un minimo di 15 buoni e possono potenzialmente vincere un massimo di 142 buoni. Speriamo che l’Italia ottenga ancora il massimo dei buoni come già accaduto al primo bando.


WiFi gratis ai Comuni: il terzo bando è un successo di richieste - Ultima modifica: 2019-09-27T09:30:12+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!