Acquisizione Uber: SoftBank Group Corp. e un gruppo di investitori stanno cercando di acquistare una partecipazione in Uber Technologies Inc. con uno sconto considerevole rispetto alla valutazione della società di $69 miliardi, cercando di ottenere azioni Uber a un prezzo scontato per quello che sarebbe uno dei più grandi acquisti di azioni in una società privata.

Acquisizione Uber : una cordata con a capo SoftBank

SoftBank e altri partner, tra cui società di investimento come Dragoneer Investment Group e General Atlantic, stanno offrendo più di $6 miliardi per una partecipazione basata su stime di valutazione sulla compagnia nell’ordine dei $48 miliardi, circa il 30 percento in meno della valutazione che ha ottenuto nel suo ultimo giro di raccolta fondi, secondo quanto affermato da persone che hanno familiarità con le vicende relative all’accordo.

Assicurare l’investimento della giapponese SoftBank è stata una delle massime priorità per il nuovo Amministratore Delegato di Uber Dara Khosrowshahi, che vede l’accordo come una possibilità per sedare le divergenze e associarsi con un nuovo potente alleato. Uber ha avuto un anno terribile, con le dimissioni del suo co-fondatore ed ex CEO e l’azienda che ha dovuto ammettere di aver nascosto un’intrusione che ha messo a repentaglio i dati personali di 57 milioni di clienti e conducenti.

“L’aspettativa di SoftBank di poter convincere gli azionisti a liberarsi delle loro azioni per circa $50 miliardi si basa su tutte le notizie negative“, afferma Kirk Boodry, analista di New Street Research.

Perché SoftBank punta all’acquisizione Uber

Se l’accordo di acquisizione Uber fosse perfezionato con successo, la coalizione guidata da SoftBank acquisterebbe almeno il 14% delle azioni dagli investitori di Uber esistenti. L’acquisto, insieme ad un ulteriore investimento diretto di $1 miliardo nella società, renderebbe il gruppo uno dei maggiori azionisti di Uber, hanno affermato alcune persone informate dei termini dell’accordo in discussione. La coalizione guidata da SoftBank riceverebbe due posti nel Consiglio se la vendita di azioni fosse completata.

L’offerta dà agli azionisti esistenti un modo per vendere azioni e sbloccare parte del valore. Khosrowshahi ha detto che si aspetta di quotare Uber entro il 2019.

L’offerta pubblica dovrebbe essere avviata a brevissimo, hanno detto alcune persone informate. Mentre alcuni investitori Uber hanno accettato di vendere le azioni, questa parte del processo potrebbe durare fino a 20 giorni lavorativi.

Un portavoce di Uber ha rifiutato di commentare la notizia.

Con l’acquisizione di Uber da parte di SoftBank cambierà la struttura

L’espansione del Consiglio d’Amministrazione dell’azienda e altre riforme di governance sono state associate alla vendita delle azioni, alzando la posta in gioco. L’accordo non è ancora stato fatto. Gli azionisti dovrebbero vendere alla valutazione di $48 miliardi. Mentre l’offerta di SoftBank di circa $33 per azione è del 30 percento inferiore rispetto alla valutazione di Uber nel suo round di raccolta fondi più recente, il prezzo rappresenterebbe un guadagno significativo per molti investitori iniziali. Se gli azionisti non fossero d’accordo a vendere in numero sufficiente, SoftBank potrebbe o alzare il prezzo o ritirarsi dall’accordo.

Le azioni di Uber sotto esame

SoftBank sta tenendo d’occhio le azioni di Uber dopo un 2017 ricco di ostacoli: oltre all’intrusione e le dimissioni dell’ex CEO Travis Kalanick, la società di trasporto privato ha perso terreno contro il suo più grande concorrente americano e sta affrontando una causa di alto profilo con Waymo, l’unità di auto-guida di Alphabet Inc.

SoftBank, guidata dal miliardario giapponese Masayoshi Son, ha raccolto quest’anno 93 miliardi di dollari, risultando essere quindi il più grande fondo di investimento tecnologico di sempre. Egli sta intensificando gli investimenti al di là del suo tradizionale business nel wireless con offerte in e-commerce, robotica, semiconduttori e satelliti. SoftBank detiene già partecipazioni nella cinese Didi Chuxing, India Ola e Southeast Asia’s Grab, tre delle più grandi società di trasporto privato al mondo, dopo Uber.

Un accordo di SoftBank con Uber potrebbe portare a fusioni tra concorrenti in alcuni paesi.

“È successo in Cina, è successo in Russia, in India e nel Sud-est asiatico, è logico razionalizzare l’ambiente competitivo “, afferma Boodry; “andare avanti con il ride-sharing in un ambiente senza molta pressione competitiva sembra essere un buon affare”, ha proseguito.

acquisizione uber softbank

SoftBank ha offerto il 30% in meno del valore di mercato per le azioni Uber

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!