Coronavirus: quanto danno in beneficenza i ricchi Elon Musk, Bill Gates, Tim Cook e altri Big

Elon Musk, Bill Gates, Tim Cook e gli impresari più famosi della Silicon Valley stanno contribuendo con ingenti somme di denaro ed idee per aiutare nella lotta contro il coronavirus.

Quanto danno in beneficenza per la lotta al Coronavirus i super ricchi del mondo? Per l’emergenza Coronavirus Elon Musk, Bill Gates, Tim Cook, Mark Zuckerberg e altri. si sono dimostrati milionari ma non egoisti: i personaggi più importanti del mondo tecnologico sono scesi in campo contro il coronavirus. Per alleviare il periodo nefasto caratterizzato dall’epidemia di Covid-19, i Ceo delle aziende tech maggiormente conosciute si stanno impegnando nel fare donazioni di denaro e non solo: dalle mascherine ai tamponi, con un occhio di riguardo anche all’atteso vaccino per il coronavirus, questi personaggi hanno deciso di mettere mano al proprio immenso portafoglio.

Donazioni Coronavirus - Elon Musk - Bill - Gates - Mark Zuckerberg

Bill Gates il più generoso contro le malattie infettive

In un’ipotetica classica dei milionari benefattori un posto di riguardo spetta a Bill Gates. Il creatore di Microsoft da anni ha abbandonato i ruoli aziendali per dedicarsi ai poveri di tutto il mondo. Con la fondazione creata insieme alla moglie Melinda, Gates si è messo al lavoro per finanziare studi contro la malaria e altre malattie. Riguardo il coronavirus, ha annunciato all’inizio di febbraio che donerà cento milioni di dollari per il trattamento e la protezione contro la recente pandemia. Gli scienziati al lavoro nella sua organizzazione sono, secondo le indiscrezioni, i più vicini alla scoperta di un vaccino.
Sulla stessa lunghezza d’onda un impresario “moderno” che non manca di ricevere critiche per il suo modo di lavorare: l’ideatore di Twitter Jack Dorsey si è fatto notare, questa volta in modo positivo, quando ha detto che avrebbe trasferito un miliardo di dollari del suo capitale per finanziare i soccorsi per il Covid-19. Ciò ha immediatamente reso Dorsey uno dei più importanti filantropi degli Stati Uniti in questo momento di crisi.

Amazon e Facebook contro il coronavirus

Anch’egli non esente da critiche, Jeff Bezos di Amazon ha provato a redimersi con cospicue donazioni durante la pandemia. L’uomo più ricco del mondo ha contattato l’amministrazione Trump per offrire assistenza e la sua azienda ha in programma di assumere centomila lavoratori al fine di gestire il picco degli acquisti online in atto per il coronavirus. Una notizia positiva in un momento in cui il lavoro scarseggia, tuttavia molti dipendenti di Amazon si stanno lamentando per l’assenza di protezioni e mascherine. Inoltre Bezos ha dichiarato di aver donato cento milioni di dollari a Feeding America, uno dei maggiori enti di beneficenza degli Usa.
Mark Zuckeberg di Facebook non è stato a guardare. Il social network di Menlo Park ha lanciato un programma di sovvenzioni pari a cento milioni di dollari. Il denaro andrà a trentamila piccole imprese e negozi di quartiere in tutto il mondo sotto forma di contanti e crediti pubblicitari. Dal proprio patrimonio personale, Zuckerberg e la moglie Priscilla Chan doneranno 25 milioni di dollari.

Jack Dorsey, il fondatore di Twitter ha donato ben 1 miliardo di dollari, pari al 28% del suo patrimonio.

Tim Cook ed Elon Musk donano oggetti

Apple e Tesla, tramite i propri boss Tim Cook ed Elon Musk, hanno pensato soprattutto agli oggetti più importanti nella lotta contro il coronavirus. L’azienda di Cupertino donerà milioni di mascherine Apple Design, mentre quella delle automobili di Musk ha convertito alcune sezioni della proprie fabbriche in catene di montaggio per la produzione di ventilatori e protezioni. Musk inoltre ha contattato il sindaco di New York Bill de Blasio per elargire una somma importante all’afflitta città americana.

Da notare anche le donazioni fatte dai fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin che hanno messo cento milioni a persona nei conti di associazioni scientifiche e di assistenza ai malati. Come era forse inevitabile, non sono mancate sui social critiche ed offese a questi milionari, colpevoli secondo alcuni di non aver fatto abbastanza o di aver donato troppo poco rispetto alle proprie possibilità. D’altronde fare contenti tutti è difficile, e su internet quasi impossibile.


Coronavirus: quanto danno in beneficenza i ricchi Elon Musk, Bill Gates, Tim Cook e altri Big - Ultima modifica: 2020-04-15T12:22:18+00:00 da Andrea Indiano

Giornalista con la passione per il cinema e le innovazioni, attento alle tematiche ambientali, ha vissuto per anni a Los Angeles da dove ha collaborato con diverse testate italiane. Ha studiato a Venezia e in Giappone, autore dei libri "Hollywood Noir" e "Settology".

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!