Il Cashback non funziona: app IO in tilt nel giorno dell’esordio

Nel primo giorno in cui era possibile iscriversi sulla app IO sono stati 5 milioni gli utenti che hanno cercato di attivare il nuovo programma ma il servizio si è inceppato

Il Cashback non funziona. Ed usando del sarcasmo potremmo definirlo un bel “crashback“. In quanto… qual è la novità? Di recente siamo stati abituati a piattaforme governative in totale tilt nelle giornate di “pronti via”. L’attuale situazione è questa. I cittadini non riescono ad accedere al servizio né a registrarsi attraverso l’applicazione. Impossibile quindi caricare i dati delle carte di credito e avviare la prima fase dei rimborsi con pagamenti digitali voluti dallo Stato. Quelli del cosiddetto Extra Cashback di Natale.Iieri nel primo giorno in cui era possibile iscriversi sulla app Io sono stati 5 milioni gli utenti che hanno cercato di attivare il nuovo programma ma il servizio si è inceppato proprio quando si arrivava a registrare i metodi di pagamento elettronici per «vincere» i primi 150 euro di rimborso di Stato sulle spese di Natale.

App IO, cos’é e come funziona

Ieri nel primo giorno in cui era possibile iscriversi sulla app IO sono stati 5 milioni gli utenti che hanno cercato di attivare il nuovo programma ma il servizio si è inceppato proprio quando si arrivava a registrare i metodi di pagamento elettronici per “vincere” i primi 150 euro di rimborso di Stato sulle spese di Natale. Lo afferma il Codacons, che da questa mattina sta monitorando il funzionamento dell’app raccogliendo le segnalazioni degli utenti.

Cashback non funziona, l’intervento del Codacons

Al momento si stanno riscontrando rallentamenti e malfunzionamenti dell’app IO, con l’impossibilità di accedere alla sezione “Portafoglio” e registrare le proprie carte da utilizzare per i pagamenti ai fini del cashbackspiega il CodaconsAccedendo a tale sezione l’app chiede dapprima di attendere il caricamento della pagina per poi avvisare, dopo diversi minuti di attesa, che al momento non è possibile caricare i metodi di pagamento, invitando a riprovare in un altro momento”.

cashback in tilt

Come fa sapere però di prima mattina PagoPa, lo sforzo è stato imponente, visti i numeri della sola ultima settimana, da quando cioè è arrivata l’ufficializzazione del programma. In 5 giorni, dall’1 al 5 dicembre, ci sono stati “1.557.000 nuovi download, 5.863.000 utenti che hanno navigato nell’app, 1900 operazioni contemporanee al secondo, 324.000 nuovi strumenti di pagamento aggiunti su IO” e “circa 1 milione di utenti che hanno caricato almeno un metodo di pagamento e sono pronti ad attivare il Cashback tramite l’app“.

Ma per il Codacons… “Siamo esterrefatti per questi problemi tecnici che si presentano alla vigilia della partenza dell’extra cashback di Natale, quando cioè il servizio dovrebbe funzionare alla perfezione – le parole del presidente Carlo RienziContinueremo a monitorare la situazione e, se i disservizi e i rallentamenti continueranno, siamo pronti a chiedere il blocco dell’intero piano cashback fino a che non sarà garantita piena parità di accesso ai cittadini”.

Extra Cashback di Natale: con Satispay non servono SPID e App IO

Dall’associazione di consumatori spiegano che il rischio è che si crei una disparità di trattamento, ossia chi ha già registrato le proprie carte potrà aderire al programma a differenza di chi, a causa dei disservizi, non riesce ad accedere all’app IO che è quella operativa per questo tipo di programma. Il Cashback non funziona ma ricordiamo che in alternativa all’app IO, si possono attivare i sistemi messi a disposizione dagli Issuer convenzionati, vale a dire banche o società che emettono carte di pagamento. E’ il caso, per esempio, di Satispay, l’app dei pagamenti con smartphone, e di Nexi.


Il Cashback non funziona: app IO in tilt nel giorno dell’esordio - Ultima modifica: 2020-12-08T12:01:23+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!