Il 12 ottobre la Fondazione Fashion Research Italy di Bologna ospita il forum annuale di VEM sistemi.
VEM sistemi continua a tracciare concrete traiettorie verso il 2020 basate su formazione, capacità progettuale e capacità realizzativa. Il VEMFWD2019 dal titolo ” Building Futures ” sarà un grande momento di incontro, sperimentazione e formazione. Stefano Bossi, Ceo di VEM sistemi (nella foto), ci ha dato qualche anticipazione.

VEMFWD2019 vem sistemi building futures

Stefano Bossi, CEO di VEM sistemi

Anche quest’autunno il vostro evento avrà una cornice prestigiosa…

Abbiamo scelto un luogo per stimolare riflessioni sulla “costruzione di futuri”: la Fondazione Fashion Research Italy di Bologna. Polo didattico, espositivo e archivistico, è nata nella sede di un ex stabilimento del Gruppo La Perla dagli anni ’80 al 2000, per volere del Dott. Alberto Masotti, con l’obiettivo di supportare il fashion Made in Italy nell’era della smaterializzazione dei beni, innescata dalla rivoluzione digitale, accompagnando le imprese del settore nel proprio percorso di affermazione ed innovazione. L’ambizione della Fondazione è costituire un terreno d’incontro e scambio per i vari attori del comparto moda, orientato all’innesco di un processo virtuoso a servizio delle aziende e della collettività.
Anche VEM funge da catalizzatore in un ecosistema a filiera il cui anello strategico è proprio il “Digital & Ict”. L’obiettivo è progettare e costruire insieme alle aziende i “futuri” cavalcando un costante rinnovamento, perché oggi un numero sempre maggiore di scelte e decisioni che hanno a che fare con aspetti globali e con la vita quotidiana dipende dai dati e dalle conoscenze tecnologiche condivise.

Quali sono i temi di VEMFWD2019?

Negli ultimi anni abbiamo lavorato con un piano strategico definito: progettare il futuro, costruirlo e raccoglierne i frutti. Siamo nella fase centrale di un percorso lungo un quinquennio e cominciato nel 2015 in concomitanza con l’evento di visione “VEMFWD2016 – The World of Automation”. Negli anni seguenti abbiamo puntato l’attenzione su innovazione, talenti, education, alla base della fase di progettazione e pianificazione. Ora ci troviamo in un momento di svolta, è tempo di costruire, di porre le fondamenta che ci permetteranno di correre verso i nostri obiettivi. A Building Futures faremo toccare con mano le trasformazioni dei processi industriali, smart industry quindi, ma anche smart building, smart agriculture, smart fashion e, naturalmente, smart security. La sicurezza è ormai un tema imprescindibile, vero e proprio abilitatore del business.

Quali partner avete coinvolto quest’anno?

Ci saranno novità in termini di partnership, che saranno ancora più numerose. Continuiamo infatti a lavorare alla costruzione di un moderno ecosistema digitale che vede VEM nel ruolo di orchestratore e include sia i nostri partner storici che nuove organizzazioni caratterizzate da forte specializzazione e spinta all’innovazione.
Questo emergerà durante l’evento, perché abbiamo deciso di potenziare l’area espositiva Xperience che l’anno scorso aveva attirato forte interesse di pubblico.
Numerosi i partner già confermati: Cisco, Citrix, Comsec, NetApp, Melazeta, Panduit, Retelit, Relayr, Riverbed, RSA, Schneider Electric, Signify, VMWare. Digitalic sarà media partner, Kalimera sarà art partner.

Cosa vedremo nella Xperience Area?

Sarà uno spazio ampio in cui si respirerà aria di “FUTURI” e “nuove realtà”. Avremo diverse aree, dedicate a: digital retail, digital building e digital industry oltre a uno spazio riservato alla security e un’area con focus sul cloud. Sarà evidente come dietro a ogni progetto c’è un ecosistema: è questo il valore aggiunto che porta alla creazione di soluzioni end to end.

Quali appuntamenti scandiranno la giornata?

La giornata di Building Futures vedrà tre momenti importanti. Si comincia con la plenaria mattutina, durante la quale interverranno speaker di primo piano. Presenterà l’evento Marta Perego, giornalista, autrice e conduttrice televisiva. Sul palco, oltre al sottoscritto, si alterneranno Alberto Vacchi, Presidente Confindustria Emilia Area Centro, Horacio Pagani, Fondatore e Chief Designer di Pagani Automobili, Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia, Ivan Ortenzi, Chief Evangelist di Bip, Marco Bubani, Direttore Innovazione di VEM.
Spazio poi all’esplorazione della Xperience Area dove sarà possibile toccare con mano ed effettuare demo delle tecnologie in mostra.
Nel pomeriggio ci sarà la possibilità di seguire due diversi percorsi tecnologici, uno relativo al fog e uno cloud, per approfondimenti tecnici in collaborazione con i partner. Due percorsi complementari, in quanto uno stesso cliente spesso può avere entrambe le necessità. Quello relativo al fog permetterà di approfondire i temi dell’Edge Computing e IoT e vedrà coinvolti Schneider Electric, Cisco e mydev la società del Gruppo VEM specializzata in custom application developement; il percorso cloud toccherà i temi di hybrid cloud, public cloud e cybersecurity assieme a NetApp, AWS, Certego e Comsec.

Dopo VEMFWD2019 Building Futures quali sono i prossimi passi di VEM sistemi?

Oltre a continuare a investire in tecnologia (in questo non ci fermiamo mai), stiamo lavorando per un allargamento territoriale. Nel piano industriale è in programma l’apertura della sede di Roma nei primi mesi del 2019. Non sarà un’acquisizione tecnologica ma un vero e proprio ampliamento, e il nostro obiettivo per il futuro è quello di non fermarci alla Capitale.

Da poco ha assunto la carica di Presidente della filiera Digital di Confindustria Emilia. Con quali obiettivi?

Confindustria Emilia è la seconda Confindustria d’Italia, la prima come fatturato nel settore manifatturiero, recentemente riorganizzatasi introducendo il concetto delle filiere produttive. Un cambio di mentalità che porta l’associazione dentro l’idea innovativa delle filiere, un nuovo metodo di lettura del tessuto produttivo in cui il Digital assume un ruolo trasversale e centrale. Sono stato nominato Presidente della filiera Digital di Confindustria Emilia per il periodo 2018-2022. Attraverso la presidenza di filiera nella mia persona, VEM potrà avere un punto di osservazione privilegiato nei tavoli di lavoro di Confindustria, portando il proprio spirito di innovazione e la propria propositività sui temi legati alla digitalizzazione delle imprese. Sono convinto che i temi cari a VEM sistemi, come innovazione, talenti e trasformazione, siano calzanti per tutte le realtà del territorio.
Inoltre Confindustria Emilia patrocina la Fondazione Fashion Research Italy, un motivo in più per “sentirci a casa” durante Building Futures in questo spazio meraviglioso che fa della ricerca e dell’innovazione i suoi punti chiave.

VEMFWD2019 vem sistemi building futures

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!