Digitalic n. 75: Green Data, l’ecologia del dato

Abbiamo bisogno di più ecologia dei dati, che non significa solo utilizzare meno corrente elettrica per alimentare pc e server o usare materiali green per realizzare computer e telefonini. Identificare l’ecologia con il risparmio energetico o i materiali riciclabili è molto limitato. Cos’è l’ecologia dei dati L’ecologia è la “scienza che ha per oggetto lo studio delle funzioni di relazione tra l’uomo, gli organismi vegetali e animali e l’ambiente in cui vivono”. Quindi l’ecologia...

Digitalic n. 73 – Memory upgrade – La memoria che sarà

Tutto ciò che scriviamo, che guardiamo, che progettiamo oggi è digitale: dai giornali alle fotografie, dai bilanci aziendali ai film, dai progetti di automobile ai manuali tecnici. I dati della memoria Preservare e rendere disponibili alle generazioni future questa incredibile quantità di dati, questa inestimabile eredità fatta di numeri e anche di emozioni è forse la sfida più grande che il digitale si trova di fronte. Nel mondo completamente digitalizzato, il solo elemento che ancora non lo...

Digitalic n. 71 – In data veritas

Digitalic n. 71 – In data veritas / editoriale  “Credo in Dio, tutti gli altri portino dei dati”. William Edwards Deming lo diceva nel 1947 quando ha rilanciato con le sue idee l’economia giapponese messa in ginocchio dalla guerra. Il mondo ha impiegato più di 70 anni per convincersene, ma oggi possiamo dire che tutti siano d’accordo con Deming. I dati vengono visti come degli oggetti magici, da osservare per ricavarne delle indicazioni, anzi come delle sfere magiche in cui scorgere le...

Digitalic n. 70 Industry 4.0 / industria artigianale digitale

Editoriale Industria Artigianale La grande sfida dell’Industry 4.0 è quella di cambiare profondamente la produzione e di fornire quei prodotti personalizzati, creati appositamente per ciascuno, ma allo stesso prezzo e con gli stessi tempi di consegna rispetto a quelli prodotti in serie. In pratica l’Industry 4.0 ha lo scopo di rendere ogni industria un artigiano che crea appositamente per il suo cliente l’oggetto acquistato, ma con i costi tipici della produzione industriale. L’Italia dovrebbe...

Digitalic n. 68 – L’arte dell’IoT

Rappresenta semplicemente il futuro dell’economia, certamente di quella italiana. L’IoT non è una tecnologia, nemmeno una piattaforma, ma è lo strumento che può permettere alle imprese di recuperare in termini di efficienza quello che in questi anni hanno perso, consente di ridare agli investimenti quel ritorno che oggi si fa fatica ad ottenere. Inserire un’anima digitale, una connessione, negli oggetti che si commercializzano nelle macchine che li producono non serve solo a tenerne traccia,...

Digitalic: la copertina lenticolare, n. 66 “Futuro Italiano”

L’immagine del nostro futuro Non si può realizzare il futuro se non si riesce ad immaginarlo. All’Italia in questo momento manca soprattutto un’idea di sé, di quello che davvero vuole essere, perché, in realtà, potrebbe essere qualunque cosa. Esportiamo all’estero i massimi esperti di tecnologia, di robotica, di informatica; alcune delle più interessanti startup hanno tra i fondatori degli italiani che hanno cercato la propria strada altrove. L’Italia è una terra di mezzo, incerta, spaurita,...

Digitalic n. 64 / Green Technology

Editoriale La doppia Vita del data center – Il futuro del data center è nuvoloso, per due motivi: da una parte sempre di più “evapora” per diventare un servizio cloud, dall’altra grandi player come Facebook stanno rimodellando completamente l’hardware aprendo la strada a nuovi sviluppi della tecnologia, più aperta, anzi open source. Questi due movimenti in realtà tracciano una tendenza comune, il data center tende ad uscire dal perimetro delle aziende, si sposta, si allontana e diventa...

Digitalic n. 63: Mobile Revolution

La rivoluzione Copernicana del mobile In Italia ci sono 28 milioni di utenti che accedono ai social da mobile. Il 90% di chi li usa lo fa da uno smartphone o un tablet. Il dato è di per sé emblematico, ma è quello che sta dietro questo numero che deve far riflettere. Se gli utenti (in massa) decidono di condividere ricordi, immagini, opinioni attraverso un dispositivo mobile, significa che sono disposti a fare ciò che gli è più caro con questi device e quindi che sarebbero inclini (o vogliosi)...

Digitalic n. 62: La memoria del Futuro

La memoria è futuro di Francesco Marino L’unica cosa per la quale serve davvero la memoria è il futuro. Quello che si ricorda, quello che si archivia diventa utile solo poi viene utilizzato per quello che accadrà. Sembra quasi un paradosso, ma invece è sempre più vero, perché è cambiata completamente la gestione, l’idea e la costruzione della memoria. Una radicale trasformazione che riguarda le persone e le imprese. Memoria digitale Una volta i ricordi erano custoditi spesso solo nella mente,...