Daniela Collu: la sua storia da “Stazzitta” al Cammino di Santiago

Daniela Collu: conduttrice televisiva e radiofonica e adesso anche autrice di un libro, racconta a Digitalic il rapporto con la tecnologia e con il suo amato pubblico

Daniela Collu, in arte “stazitta”, dopo la laurea in storia dell’arte ha iniziato la sua carriera come blogger, opinionista, autrice, conduttrice televisiva e radiofonica e, da ultimo, autrice del libro “Volevo solo camminare”. La scrittura e la conduzione sono i ruoli che sente più suoi. “Di solito integro i due mondi. È difficile che non sia autrice di me stessa quando conduco un programma – afferma Daniela – La parte divertente del mio lavoro è proprio cucire su di me il progetto a cui prendo parte”. Daniela Collu è stata inserita tra le Digiwomen 2019 di Digitalic, le 15 donne italiane più influenti nel digitale.

Daniela Collu

Daniela Collu, elaborazione su foto di Roberta Krasnig

La carriera di Daniela Collu

Partiamo dalla tua carriera…

Daniela Collu: Dopo essermi laureata in storia dell’arte ho cominciato a lavorare nei musei. Proprio qui ho iniziato ad appassionarmi alla comunicazione e in particolare al mondo dei social network, soprattutto negli anni in cui in Italia ancora non erano così utilizzati. Così ho avuto i primi contatti con le agenzie, sono nate collaborazioni e iniziate le prime attività con la radio e la TV, sia come autrice che davanti alle telecamere.
Nel primo programma a cui ho partecipato nel 2014 (“Aggratis”, su Raidue) leggevo i tweet che arrivavano in diretta dagli spettatori. Poi ho continuato con tre stagioni di “Strafactor”, “The Real”, “Sbandati”, e contemporaneamente alla radio, prima a RaiRadiodue e ora felicemente a RTL 102.5.
Nel frattempo, ho coltivato la passione per la scrittura e lo scorso anno si è realizzata la mia ultima avventura. È stato pubblicato il mio primo libro dal titolo: “Volevo solo camminare”, edito da Vallardi.

Daniela Collu Foto di Roberta Krasnig

Daniela Collu Foto di Roberta Krasnig

Televisione o radio. Quale preferisci?

Daniela Collu: Entrambe, per motivi diversi. La radio è improvvisazione pura, mentre della televisione mi sono innamorata della macchina perfetta che c’è dietro. È un circo bellissimo, un balletto in cui le forze di tutti si uniscono affinché sembri facilissimo. Mi diverto a usare o dimenticare il corpo, a seconda di dove mi trovo.

A tuo avviso cosa deve avere un’idea per diventare un progetto giusto?

Daniela Collu: Deve osare. Troppo spesso si tratta il pubblico da stupido, come se le famose casalinghe di Voghera fossero abituate a un intrattenimento sciocco o a una scarsa profondità di contenuti. Si possono e si devono forzare le maglie della creatività, è così che educhiamo i fruitori del nostro lavoro a pretendere sempre di più.

Com’è nata l’idea di creare un blog?

Daniela Collu: Sono una chiacchierona e volevo un posto libero, accessibile a tutti e facile da usare. Un contenitore dove poter esprimere i miei pensieri… non ci ho pensato due volte. Il blog era l’idea giusta.

Sul web sei conosciuta con il nickname “stazzitta”. Come mai questo nome?

Daniela Collu: È il nome che diedi al mio primo blog. “Sta zitta e non mi interrompere” era la frase che mia madre, nei miei anni più “molesti”, mi ripeteva in continuazione. Ero una rompiscatole. Quando è nato il blog mi è sembrato normale iniziare da lì. Oggi penso che se avessi saputo che questo appellativo mi avrebbe identificata per tutta la vita forse avrei scelto un altro nome.
Attraverso il tuo blog sei riuscita a instaurare un rapporto di grande fiducia con i tuoi fan. Cosa preferisci condividere e cosa pensi loro apprezzino di più di te?
Condivido passioni, interessi, momenti quotidiani e riflessioni. Credo che apprezzino la normalità, la sincerità e la schiettezza; se qualcosa non mi piace apro volentieri il dibattito, sempre nel rispetto della realtà. I social mostrano una porzione minima della nostra vita e trovo che sia giusto così. Non tutto e non tutti sono “instagrammabili”.

 

Daniela Collu e la tecnologia

Qual è il tuo rapporto con la tecnologia?

Daniela Collu: In questo momento piuttosto tormentato. Ne sono dipendente per il mio lavoro, faccio tutto con il telefono in mano e a volte mi sembra di essere un criceto impazzito nella ruota. Vorrei riuscire a staccare di più la spina.

Il tuo social network preferito?

Daniela Collu: Instagram, di certo. Integra il racconto per immagini al racconto quotidiano a parole con le stories, mi permette di seguire le giornate di gente che vive dall’altra parte del mondo e ha una vita totalmente diversa dalla mia.

Daniela Collu: Volevo solo camminare

Daniela Collu durante il Cammino di Santiago

Daniela Collu durante il Cammino di Santiago

Recentemente è stato pubblicato il tuo primo libro “Volevo solo camminare”. Quali sono i tuoi progetti futuri?

Daniela Collu: Il libro racconta della mia esperienza sul cammino di Santiago. È stato bello descrivere il mio percorso, da atea, agnostica e poco allenata, in un libro. Una nuova avventura in cui non mi ero mai cimentata ma che mi ha letteralmente conquistata. Proprio per questo ho deciso di cimentarmi in un secondo libro… è già in fase di scrittura.
Intanto prosegue l’impegno quotidiano con la radio e il programma “Viva L’italia” su RTL 102.5 e poi chissà… Il resto è ancora top secret!

Di Ilaria Galateria


Daniela Collu: la sua storia da “Stazzitta” al Cammino di Santiago - Ultima modifica: 2020-01-28T22:51:24+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente
Ripartiamo dai dati

Ripartiamo dai dati

Iscriviti all'evento virtuale #StorageMadeSimple. I dati sono la materia prima con cui possiamo costruire la nostra ripresa. Bisogna ripartire dai dati che possono aiutarci ad uscire dall’emergenza ed è attraverso i dati che possiamo sperare di ripartire con l’economia.

Webinar

You have Successfully Subscribed!