Nuovo modulo di autodichiarazione per spostarsi, come compilarlo e download

Il Nuovo modulo di autodichirazione compilabile reso disponibile dal Ministero dell’interno aggiornato al 26 marzo (l’ultima versione). Qui poi fare il download

Il Ministero dell’Interno ha rilasciato il nuovo modulo di autodichiarazione per spostarsi in Italia durante l’emergenza Coronavirus questa è l’ultima versione del 27 marzo. In base al nuovo decreto del 22 Marzo del Presidente del Consiglio il modulo di autocertificazione è cambiato e ora tiene conto anche delle restrizioni delle Regioni: come compilarlo e cosa fare se non lo si può stampare.

Nuovo Modulo autodichiarazione per gli spostamenti

Il nuovo decreto del 22 Marzo  prevede nuove misure molto rigide per contenere la diffusione del coronavirus (SARS-CoV-2) in Italia e le misure prevedono estese limitazioni ai movimenti per gli abitanti di tutta Italia, in ogni Regione. Ora non si può uscire dal proprio comune di residenza, se non per “assoluta urgenza”, a questo si accompagna  la sospensione di tutte le attività produttive eccetto quelle giudicate essenziali. Per tener conto dei nuovi limiti: il divieto di spostarsi fuori dal Comune, la chiusura della attività produttive e un controllo più capillare degli spostamenti ora c’è un nuovo modulo di autodichiarazione per gli spostamenti.

Il nuovo modulo di autocertificazione che bisogna compilare per spostarsi per spostarsi in Italia, serve per impedire la diffusione del contagio coronavirus. L’ha pubblicato il 24sul proprio sito ufficiale e attesta le ragioni degli spostamenti

Come compilare il modulo

Rispetto al precedente viene aggiunta una parte nella quale la persona controllata dalle forze di polizia, deve attestare di non essere in quarantena, se non addirittura affetto da Covid-19, viene aggiunto il campo dei “motivi di assoluta urgenza che giustificano lo spostamento fuori dal Comune di residenza, si aggiunge il luogo di partenza e di arrivo. Il nuovo modello di autodichirazione è anche compilabile, si possono inserire i dati al computer e poi stamparlo solo per firmarlo.

L’obiettivo di questa integrazione è quello di rendere ancora più espliciti gli obblighi e le limitazioni cui sono soggetti gli spostamenti dei cittadini, nonché di tutelare il personale delle forze dell’ordine destinato ai controlli.

Per spostarsi per “esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute” è necessario presentare ai controlli certificazione che attesti il motivo per derogare alla direttiva di ridurre il più possibile il movimento da un’area all’altra.

Se non hai una stampante e non puoi stampare il modulo?

Se siete in possesso di un pc, basta trasformare il documento in formato pdf qui allegato, e poi compilarlo, per poi inviartelo sul tuo smartphone, per poi mostrare l’autocertificazione tramite schermo smartphone in caso di controllo.

Se invece non hai un pc si può scaricare sul proprio smartphone un’app in grado di trasformare i documenti pdf in word, così da poter essere compilati.

Download nuovo modulo autodichiarazione da presentare

 

Le forze dell’ordine (carabinieri, polizia, finanza, polizie locali) saranno infatti impegnate in controlli straordinari del territorio e chiederanno conto alle persone fermate del motivo del loro spostamento. In caso di spostamento immotivato fuori dal proprio Comune di residenza possono scattare sanzioni molto pesanti, che arrivano fino al carcere. Sono state aggiunte anche le informazioni sulla conoscenza dei divieti regionali, infatti ogni regione potrebbe aver previsto restrizioni più severe e bisogna conoscerle prima di spostarsi

Nuovo Modulo Autodichiarazione

Cliccando qui potete scaricare il modulo di autodichiarazione da poter esibire durante un eventuale controllo!

Se si viene fermati si può anche fare una dichiarazione che le forze dell’ordine trascriveranno e su cui potranno fare verifiche anche successive. Spetta al cittadino dimostrare di aver detto la verità. In caso di riscontri negativi scatta la denuncia per inosservanza di un provvedimento dell’autorità che è quella prevista in via generale dall’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità: pena prevista arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro) salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale (delitti colposi contro la salute pubblica che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica).

Divieto di spostarsi

Quindi ricapitolando l’Italia ora è tutta Zona Rossa  non è vietato il movimento in assoluto, ma molto limitato in tutta la Penisola. C’è un sistema di mobilità ridotta. In tutta Italia  bisogna evitare ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, a meno che non siano motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità (se nella tua zona sono chiusi esercizi che vendono generi di prima necessità) o spostamenti per motivi di salute.  Questo significa che ci si può recare al lavoro se il datore di lavoro non ha attivato lo smart working e se la proprio azienda rientra nelle attività produttive lasciate aperte misure di congedo o ferie. Si può andare a fare una visita o un controllo medico, se non è stata disdetta dalla struttura sanitaria, non si può fare sport all’aperto, se non sotto casa e comunque non in Lombardia

 


Nuovo modulo di autodichiarazione per spostarsi, come compilarlo e download - Ultima modifica: 2020-03-27T18:05:54+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!