Galaxy Tab S6: il nuovo tablet Samsung

Con il suo pennino smart e il nuovo trackpad, il Galaxy Tab S6 è raffinato e potente e, di fatto, equiparabile a un pc; ma gli iPad, con cui è in competizione, presto avranno iPadOS 13…

A volte sembra che non ci sia più un mercato per i tablet di fascia alta, tranne che per gli iPad Pro e i tablet Windows, come il Microsoft Surface, che sono tanto PC quanto tablet. Samsung, tuttavia, afferma di essere entusiasta delle prospettive per i suoi tablet Android più belli. Un anno dopo aver rilasciato il Galaxy Tab S4, l’azienda propone il Galaxy Tab S6, che, come il suo predecessore, ha un display Super AMOLED da 10,5″. Non ci sono conferme ufficiali per l’Italia, ma dovrebbe essere disponibile per i preordini a partire dal 23 agosto e a un prezzo di circa 800€.

galaxy tab s6

Galaxy Tab S6 verrà fornito con una S Pen

A differenza del Tab S5e, il Galazy Tab S6 viene fornito con una S Pen, un equivalente di dimensioni enormi di quello che è la caratteristica distintiva dei telefoni Galaxy Note di Samsung. Oltre a permettere di disegnare, scrivere e manipolare oggetti sullo schermo, funge anche da telecomando in grado di eseguire mansioni come scattare selfie o far scorrere le presentazioni, una funzione introdotta con il Galaxy Note 9. Oltre a permettere di premere un pulsante per controllare a distanza il tablet, la S Pen consente anche di maneggiare lo stilo come un piccolo bastone per eseguire “azioni aeree” per mansioni come il controllo della fotocamera e la riproduzione di musica.

Il pennino S Pen del Galaxy Tab S6 si aggancia magneticamente al tablet e si carica in modalità wireless mentre è collegato, capacità eleganti molto simili a quelle dei più recenti modelli di Apple iPad Pro con stilo Pencil, tranne per il fatto che la S Pen si attacca a un rientro sul retro del tablet invece che lungo il bordo. Samsung afferma che 10 minuti di ricarica forniranno alla S Pen abbastanza energia per tutto il giorno, un vantaggio rispetto alla S Pen molto più elegante che viene fornita con il Galaxy Note 9, che dura solo mezz’ora tra una ricarica e l’altra. (La S Pen del Galaxy Tab S4 non richiedeva ricarica, ma l’unico modo per riporla era un supporto esterno sgraziato, simile a un calamaio).

Galaxy Tab S6: l’interfaccia DeX

Una delle caratteristiche distintive del Galaxy Tab S4, significativa differenza dall’iPad Pro, era DeX, un’interfaccia software che sfoggiava finestre mobili, supporto per mouse e generalmente si avvicinava all’aspetto di un sistema operativo desktop come Windows o MacOS. Questa funzione torna col Galaxy Tab S6; inoltre, la nuova versione della custodia tastiera, che consente di utilizzare il tablet con l’orientamento di un laptop, ora include un trackpad, che consente di spostarsi con il mouse su DeX senza dover usare effettivamente un mouse. La fila superiore di tasti della tastiera ora raddoppia come tasti funzione in stile PC e include un tasto DeX, facilitando il passaggio tra le modalità tablet e quella laptop.

Due fotocamere posteriori

Infine, Samsung ha ignorato tutti coloro che irridono l’idea di scattare foto con un tablet e ha aggiornato il sistema di fotocamere del nuovo tablet con una seconda fotocamera posteriore con un campo visivo di 123 gradi, che si avvicina a quello dell’occhio umano.

La concorrenza dei nuovi iPad

Il nuovo dispositivo in arrivo sembra promettere bene e risulta essere un miglioramento rispetto ai precedenti, ma sappiamo già che l’iPad si evolverà notevolmente con il suo prossimo aggiornamento software iPadOS 13, che arriverà entro poche settimane dal debutto del Galaxy Tab S6. Senza essere evidentemente simile a un PC come il tablet con funzione DeX, il nuovo iPadOS farà molto per offrire all’iPad la potenza necessaria per poter diventare un computer a tempo pieno per più persone e gli sviluppatori di iOS hanno abbracciato le possibilità dell’uso dell’iPad più professionale rispetto alla maggior parte degli sviluppatori Android.

 

 

 


Galaxy Tab S6: il nuovo tablet Samsung - Ultima modifica: 2019-08-19T08:01:46+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!